Suzuki RE5

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Suzuki RE5
Suzuki RE5 M2.JPG
Suzuki RE5 M
Costruttore Flag of Japan (bordered).svg Suzuki
Tipo Stradale
Produzione dal 1974 al 1976

La Suzuki RE5 era una motocicletta con motore motore Wankel (o motore rotativo), costruita dalla Suzuki Motor Company dal 1974 al 1976. Ci furono solo due versioni prodotte nei pochi anni di commercializzazione della moto: la 1975 M disponibile nei colori "Firemist Orange" e "Firemist Blue" e la 1976 A disponibile solamente in nero.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Suzuki presentò la sua prima (ed unica) moto equipaggiata con un motore Wankel al Salone di Tokyo del 1973. Il motore della RE5, prodotto in Germania dall'industria NSU, aveva eccezionali caratteristiche di regolarità di funzionamento e potenza, con la quasi totale assenza di vibrazioni. Ciò era possibile grazie all'assenza di masse in moto alterno (che sui motori tradizionali sono bielle, pistoni e spinotti).

All'inizio degli anni settanta altre industrie motociclistiche sperimentarono prototipi equipaggiati col motore Wankel ma la Suzuki fu l'unica (insieme alla tedesca Hercules e alla britannica Norton) ad usare il motore rotativo su una moto prodotta in massa.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La linea della RE5, disegnata da Giugiaro, non fu rivoluzionaria quanto il suo propulsore. Il pannello degli strumenti e il fanalino posteriore erano contenuti in un contenitore cilindrico per riprendere il tema del "rotativo", mentre il resto della moto riprendeva le linee della Suzuki GT750. In una versione successiva, prodotta per pochissimo tempo e denominata "B", anche la strumentazione e il fanalino posteriore furono identici a quelli adottati sulla GT750, conferendo alla RE5 un aspetto ancora meno innovativo.

Il pubblico trovò interessante il progetto della RE5, ma non molti di ebbero il coraggio di acquistare il modello, in quanto la nuova tecnologia spaventava i clienti. Nonostante tutto la Suzuki investì enormi somme di denaro per il progetto e per la costruzione di intere catene di montaggio che producevano il nuovo tipo di motore.

Il modello e la produzione e progettazione del motore rotativo furono abbandonate nel 1977.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Suzuki RE5
Suzuki RE5 M3.JPG
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 2.210 × 870 × 1.170 mm
Interasse: 1.500 mm Massa a vuoto: 229 kg, in ordine di marcia 249 kg Serbatoio: 18 l
Meccanica
Tipo motore: Monorotore Wankel NSU Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 497 cm³
Distribuzione: Luci Alimentazione: carburatore doppio corpo Mikuni, 18-32 HHD
Potenza: 62,9 CV a 6.500 rpm Coppia: 74,4 N·m a 3.500 rpm Rapporto di compressione: 9,4:1
Frizione: multidisco in bagno d'olio Cambio: sequenziale a 5 marce (sempre in presa)
Accensione elettronica CDI a doppia candela e a doppia fasatura
Trasmissione primaria a catena; secondaria a catena
Avviamento a pedale e elettrico
Ciclistica
Sospensioni Anteriore: forcella teleidraulica / Posteriore: doppio ammortizzatore
Freni Anteriore: doppio disco / Posteriore: tamburo
Pneumatici anteriore da 3.25H19-4PR; posteriore da 4.OOH18-4PR
Fonte dei dati: http://www.suzukicycles.org/RE5/RE5-Rotary.shtml

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]