Shakermaker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shakermaker
Oasis - Shakermaker.JPG
Screenshot del video del brano
Artista Oasis
Tipo album Singolo
Pubblicazione 13 giugno 1994
Durata 5: 08
Album di provenienza Definitely Maybe
Dischi 1
Tracce 4
Genere Britpop
Alternative rock
Etichetta Creation
Produttore Oasis, Mark Coyle e Owen Morris
Oasis - cronologia
Singolo precedente
(1994)
Singolo successivo
(1994)

Shakermaker è il secondo singolo della band inglese Oasis. Giunse alla posizione numero 11 nelle chart del Regno Unito nel giugno 1994.

Fu la prima canzone suonata dal gruppo nel corso della trasmissione Top of the Pops.

Testo[modifica | modifica wikitesto]

La canzone è un esempio lampante di come Noel Gallagher riesca a comporre testi senza senso apparente costruendoci una melodia accattivante e rendendo la canzone popolare. Lo stesso Gallagher ha ammesso di aver preso le parole della canzone da ciò che gli stava intorno.

Per quanto riguarda il titolo, lo "Shaker Maker" era un gioco popolare nagli anni '70, con cui da piccolo Noel adorava giocare. Nella canzone vengono citati anche i personaggi di "Mr. Soft" e "Mr. Clean", entrambi presi da canzoncine pubblicitarie.

I versi: "Mr. Sifter sold me songs/When I was just 16/Now he stops at traffic lights/But only when they're green", sono stati scritti da Noel in taxi, mentre era fermo a un semaforo sulla via degli studi di registrazione.

Il brano è costato 500.000 dollari australiani di multa agli Oasis, in quanto fu stabilito l'uso non autorizzato della melodia di I'd Like to Teach the World to Sing nella versione dei New Seekers, famosa canzone abbinata allo spot televisivo della Coca-Cola degli anni '70. In alcune esibizioni acustiche, Noel Gallagher ha cambiato le ultime strofe della canzone da "Shake along with me" a "We all drink Pepsi" ("Beviamo tutti Pepsi"), con intento provocatorio. Inoltre, in alcune esibizioni live il cantante Liam Gallagher ha provocatoriamente inserito il testo dello spot nella canzone, creando un divertente mix.

Il video[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip del brano è stato diretto da Mark Szaszy. Nel video ci sono molti riferimenti all'infanzia dei fratelli Gallagher:

  • Gli Oasis si esibiscono nel giardino di una casa di un quartiere di Manchester. L'appartamento in questione è quello in cui la famiglia Gallagher traslocò dopo la nascita di Liam.
  • In alcune scene si vedono i cinque membri del gruppo giocare a calcio in un campetto in mezzo al verde, quello in cui Noel da piccolo passava le giornate a divertirsi con gli amici.
  • Durante il video Liam entra in un negozio di dischi usati chiamato Sifter Records, situato a Didsbury a sud di Manchester, ed è quello in cui i due fratelli Gallagher andavano a rifornirsi da giovani (è tuttora in attività). Nel negozio Liam prende in mano il disco in vinile di Red Rose Speedway di Paul McCartney, l'album che gli fu regalato da alcuni amici per i suoi diciotto anni.
  • Nel video appare anche, per pochi minuti, un filmino in cui si vede Noel all'età di circa sei anni rincorrere un pallone.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD
  1. Shakermaker - 5:11
  2. D'Yer Wanna Be A Spaceman? - 2:41
  3. Alive' (8 Track Demo) - 3:56
  4. Bring It On Down (Live) - 4:17
7" CRE 182
  1. Shakermaker - 5:11
  2. D'Yer Wanna Be A Spaceman? - 2:41
12" CRE 182T
  1. Shakermaker - 5:11
  2. D'Yer Wanna Be A Spaceman? - 2:41
  3. Alive (8 Track Demo) - 3:56
Cassetta
  1. Shakermaker - 5:11
  2. D'Yer Wanna Be A Spaceman? - 2:41

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock