Whatever (Oasis)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Whatever

Artista Oasis
Tipo album Singolo
Pubblicazione 18 dicembre 1994
Durata 21 min : 36 s
Dischi 1
Tracce 4
Genere Britpop
Etichetta Creation Records
Oasis - cronologia
Singolo precedente
(1994)
Singolo successivo
(1995)

Whatever è una canzone della band inglese Oasis scritta da Noel Gallagher e pubblicata esclusivamente in singolo il 18 dicembre 1994.

Fino al 2010 si è trattato dell'unico singolo del gruppo a non essere mai stato pubblicato su un album. Escluso da (What's the Story) Morning Glory?, secondo album della band (del 1995), perché considerato troppo lontano nel tempo rispetto alle canzoni poi entrate a far parte del disco[1], non figurò nemmeno nel greatest hits della band Stop the Clocks, del 2006. Compare, invece, nella raccolta Time Flies… 1994–2009.

Il singolo esordì al terzo posto della classifica britannica dei singoli, primo singolo degli Oasis ad entrare nella top 5 (traguardo raggiunto poi da ogni singolo del gruppo, eccetto Lord Don't Slow Me Down, pubblicato per il solo download digitale, e I'm Outta Time).

Noel Gallagher ha affermato di aver scritto il brano in dieci minuti, prendendo ispirazione dalle parole che, spesso, la madre Peggy diceva a lui e i suoi fratelli quando immaginavano quale sarebbe stato il loro futuro: "you're free to be whatever".

Il cantante Neil Innes, autore di How Sweet to Be an Idiot, citò in giudizio gli Oasis per plagio e ottenne il riconoscimento dei diritti d'autore del testo del brano degli Oasis[2]. Il verso in questione è: "I'm free, to be whatever I".

Video[modifica | modifica sorgente]

Nel videoclip, in bianco e nero, di Whatever gli Oasis, al completo, si esibiscono in un pacato bianco accompagnati dalla London Philharmonic Orchestra (che ha anche registrato il brano in studio insieme al gruppo), tra i cui membri si riconosce Wilf Gibson. Viene spesso inquadrato in primo piano il cantante Liam Gallagher. Alla fine della canzone si sente un applauso in sottofondo, evidentemente per l'esibizione della band e dell'orchestra.

Utilizzi[modifica | modifica sorgente]

La canzone è stata usata dalla Coca-Cola per la campagna pubblicitaria di celebrazione del suo 125 anniversario[3] e in Italia per la pubblicità della Vodafone[4] e come musica di attesa del servizio clienti.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Whatever - 6:21
  2. (It's Good) To Be Free - 4:18
  3. Half the World Away - 4:25
  4. Slide Away - 6:31

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ OASIS, Beat per gli anni '90, ed. Giunti
  2. ^ O'Gorman, Martin. 2002. The Oasis Top 50. Q Magazine.
  3. ^ Comercial Coca-Cola: "Razones Para Creer" 2011 (Fullscreen HD) Whatever / Oasis - YouTube
  4. ^ Whatever By Oasis Used In Italian Vodaphone Commercials ~ Latest Oasis, Beady Eye And Noel Gallagher News
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock