STS-134

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
STS-134/ULF-6
Emblema missione
STS-134 Patch.svg
Dati della missione
Shuttle Endeavour
Luogo lancio 39A
Lancio 16 maggio 2011 , 8:56 EDT (12:56 UTC)[1][2]
Atterraggio 1º giugno 2011, 2:35 EDT[3] (6:35 UTC)
Durata 16 giorni[1]
Altezza orbita 225 km
Inclinazione orbitale 51,6°
Distanza percorsa 248 orbite, 10 477 159 km (6 510 221 miglia)[4]
Equipaggio
STS-134 Official Crew Photo.jpg
Seduti: Mark Kelly (centro), (s-d): Gregory H. Johnson, Michael Fincke, Greg Chamitoff, Andrew Feustel, in piedi Roberto Vittori (ESA)
Programma Space Shuttle
Missione precedente Missione successiva
STS-133 STS-135

La missione spaziale STS-134 è stata la penultima missione del programma Space Shuttle. Endeavour ha trasportato sulla Stazione Spaziale Internazionale l'Alpha Magnetic Spectrometer (AMS); l'ExPRESS Logistics Carrier 3; Materials on International Space Station Experiment 8 (MISSE 8); l'Orion Rendezvous Detailed Test Objective (DTO); il GLACIER freezer module e il Remotely Operable Electrical Umbilical-755 (ROEU).

Lo Space Shuttle ha utilizzato gli SSME 2048/2044/2058; ET-138 e SRB: 137/Bi144/RSRM 112. Sono state completate quattro attività extraveicolari.

Statistiche missione[modifica | modifica wikitesto]

  • 165ª missione umana statunitense nello spazio.
  • 134ª missione Shuttle.
  • 109ª missione dopo il disastro del Challenger.
  • 21ª missione dopo il disastro del Columbia.
  • 25ª missione dell'Endeavour.
  • 36ª missione di assemblaggio della ISS.
  • 81º lancio dal pad 39A.

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Note sull'equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 gennaio 2011, dopo la Sparatoria di Tucson in cui la deputata Gabrielle Giffords, moglie di Mark Kelly, è stata gravemente ferita, la NASA ha chiamato Frederick Sturckow come comandante di riserva per questa missione.[5] Il 4 febbraio 2011, Kelly ha dichiarato che avrebbe ripreso l'addestramento per il volo.[6]

La missione[modifica | modifica wikitesto]

Lo Space Shuttle era stato programmato per essere ritirato dal servizio dopo la missione STS-133, ma polemiche scaturite sulla cancellazione di alcuni componenti della stazione spaziale internazionale, in particolare sull'Alpha Magnetic Spectrometer, hanno portato alla decisione di pianificare una missione aggiuntiva.[7] Il 15 ottobre 2008, dopo l'approvazione da parte del Congresso degli Stati Uniti d'America, la missione è stata apporovata dal presidente George Bush.[8][9] Bush si era in precedenza opposto ad ogni missione shuttle aggiuntiva, in quanto avrebbe potuto ritardare il passaggio al Programma Constellation.[10] Nella primavera del 2009, l'amministrazione Obama ha incluso i fondi per la missione STS-134 nella proposta di bilancio 2010 della NASA.[11]

Questa è stata così pianificata come l'ultima missione del programma Shuttle, ma con l'approvazione di un disegno di legge che autorizza gli stanziamenti, la missione STS-335 è stata convertita in STS-135 diventando questa l'ultima.[12]

Tentativo di lancio[modifica | modifica wikitesto]

La prima data di lancio era stata pianificata per il 29 aprile alle 3:47:52 EDT, ma per problemi tecnici ad una auxiliary power unit[13] è stata rimandata.

Il 6 maggio la NASA ha allungato la durata prevista della missione da 14 a 16 giorni[14].

Il 16 maggio alle ore 8:56 EDT è avvenuto regolarmente il lancio senza particolari problemi, tranne un danno a una mattonella del rivestimento termico, che è stata riparata al momento.

Alle 2:35 EDT la navetta ha completato la sua ultima missione atterrando con successo presso il Kennedy Space Center della NASA.[4]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ultima missione dello Space Shuttle Endoveur STS 134 l'astronauta Roberto Vittori ha portato nello spazio una piccola balestra (denominata Petra de Burgo in onore al più illustre cittadino di Sansepolcro: Piero della Francesca che si firmava Petro de Burgo), con la quale ha eseguito dei tiri dimostrativi in assenza di gravità, in omaggio al Palio della Balestra, principale manifestazione storica della città nella quale abita con la famiglia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) "home page STS-134". URL consultato il 10 maggio 2011.
  2. ^ (EN) "STS-134 Launch Windows". URL consultato il 3 maggio 2011.
  3. ^ Space Shuttle Launch and Landing. URL consultato il 16 maggio 2011.
  4. ^ a b Endeavour Lands For Final Time at 2:34 a.m. EDT. URL consultato il 01 giugno 2011.
  5. ^ (EN) NASA Announces Backup Commander For STS-134 Mission, NASA, 13 gennaio 2010. URL consultato il 13 gennaio 2011.
  6. ^ (EN) Giffords would be OK with flight decision, Yahoo!, 4 febbraio 2011. URL consultato il 4 febbraio 2011.
  7. ^ (EN) Brian Berger, House Approves Bill for Extra Space Shuttle Flight, Space.com, 2008. URL consultato il 25 ottobre 2008.
  8. ^ (EN) NASA, House Sends NASA Bill to President's Desk, Reaffirms Commitment to Balanced and Robust Space and Aeronautics Program, Spaceref.com.
  9. ^ (EN) Mark Matthews, Bush signs NASA authorization act, Orlando Sentinel, 2008. URL consultato il 25 ottobre 2008.
  10. ^ (EN) Jeff Hecht, White House and Congress squabble over NASA's mission, New Scientist magazine - blog entry, 2008. URL consultato il 25 ottobre 2008.
  11. ^ (EN) Ed O'Keefe, NASA Shuttle Retirement Postponed ... Maybe, The Washington Post, 2009. URL consultato l'11 maggio 2009.
  12. ^ (EN) Jim Abrams, NASA bill passed by Congress would allow for one additional shuttle flight in 2011, Associated Press, 29 settembre 2010. URL consultato il 30 settembre 2010.
  13. ^ (EN) Space shuttle STS-134: Engineering problem scrubs launc, Orlando Sentinel, 29 aprile 2011.
  14. ^ (EN) update news con estensione della durata missione. URL consultato il 10 maggio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica