STS-135

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
STS-135
Emblema missione
STS-135 patch.png
Dati della missione
Shuttle Atlantis
Luogo lancio 39A
Lancio 8 luglio 2011 11:29 EDT[1]
Atterraggio 21 luglio 2011 05:57 EDT (09:57 UTC)[2]
Durata 12 giorni, 18 ore, 28 minuti, 51 secondi[2]
Altezza orbita 226 km (122 NM)
Inclinazione orbitale 51.6 gradi
Distanza percorsa 9.787.564 km[2]
Equipaggio
STS-135 Official Crew Photo.jpg
L'equipaggio di STS-135 nella foto ufficiale: da sinistra Rex Walheim, Doug Hurley, Chris Ferguson e Sandy Magnus
Programma Space Shuttle
Missione precedente Missione successiva
STS-134 Nessuna

STS-135 è stata l'ultima missione Space Shuttle, con il lancio avvenuto l'8 luglio 2011 alle 11:29 EDT (17:29 CEST) e atterrata il 21 luglio alle 05:57 EDT (09:57 UTC). Durata 13 giorni[2], ha trasportato sulla Stazione Spaziale Internazionale i quattro membri dell'equipaggio insieme al Multi-Purpose Logistics Module Raffaello[3] e al Lightweight Multi-Purpose Carrier, utilizzando come vettore lo Space Shuttle Atlantis.

La STS-134 sarebbe dovuta essere l'ultima missione del programma shuttle. Non essendo quindi programmata alcuna missione come successiva, la NASA aveva predisposto un'apposita missione di recupero, la STS-335, per essere usata in caso di bisogno.

La missione di recupero (LON, Launch On Need) STS-335 venne convertita dalla NASA nella missione operativa STS-135 nel gennaio del 2011. Vista la regolare conclusione della STS-134, la relativa missione di recupero si rese superflua e i preparativi continuarono per la STS-135[4].

Alcuni dati sulla missione:

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

L'equipaggio delle missioni STS-334/135, annunciato il 14 settembre 2010, è formato da 4 membri. L'ultima missione con soli 4 membri è stata la STS-6.

Sono stati assegnati solo 4 astronauti, invece dei soliti 6, a causa dell'indisponibilità di altri Shuttle per una eventuale missione di recupero. In caso di seri danni all'Atlantis, che ne avrebbero compromesso la sicurezza durante il rientro, l'equipaggio avrebbe dovuto trovare rifugio all'interno della ISS. Sarebbero stati riportati a terra, uno alla volta nel corso di un anno, attraverso le capsule Soyuz.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ NASA Launch Schedule. URL consultato il 20 luglio 2011.
  2. ^ a b c d NASA - Landing, NASA. URL consultato il 21 luglio 2011.
  3. ^ (EN) NASA, Inspecting Raffaello in Image of the Day. URL consultato il 13-07-2011.
  4. ^ Atlantis officially named final shuttle mission in FloridaToday.com, 20 gennaio 2011. URL consultato il 13-07-2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica