Idrossido di litio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Idrossido di litio
Struttura cristallina
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare LiOH
Massa molecolare (u) 23,95 g/mol
Aspetto solido incolore
Numero CAS [1310-65-2]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 2,54
Solubilità in acqua 71 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione 462 °C (735 K)
Temperatura di ebollizione 924 °C (1.197 K) (decomposizione)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
corrosivo tossicità acuta

pericolo

Frasi H 301 - 331 - 314
Consigli P 261 - 280 - 305+351+338 - 310 [1]

L'idrossido di litio è il prodotto di idratazione dell'ossido di litio.

A temperatura ambiente si presenta come un solido incolore ed inodore e ha l'aspetto di piccoli cristalli. È solubile in acqua ma poco solubile in alcool etilico e etere.

L'idrossido di litio trova largo utilizzo nella fabbricazione di sali di litio o nella preparazione di saponi di litio; è utilizzato come catalizzatore nelle reazioni di esterificazione, per la preparazione di batterie alcaline e nell'industria ceramica.

È un composto corrosivo. Nel caso in cui venga a contatto con la pelle è utile lavare abbondantemente con acqua perché il litio idrossido è dannoso e molto irritante per la pelle e per le mucose.

Viene inoltre utilizzato, in polvere, sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per eliminare l'anidride carbonica dall'aria. La CO2 a contatto con l'idrossido di litio viene assorbita e convertita in carbonato di litio, permettendo così la sopravvivenza degli astronauti all'interno della stazione.

2LiOH(s) + CO2(g) → Li2CO3(s) + H2O(l)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda dell'idrossido di litio su IFA-GESTIS
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia