STS-130

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
STS-130
Emblema missione
STS-130 patch.png
Dati della missione
Shuttle Endeavour
Luogo lancio 39A
Lancio 8 febbraio 2010
Atterraggio 21 febbraio, 2010, 22:22:10 EST (03:22:10 UTC)
Durata 12+1+2
Altezza orbita 225 km
Inclinazione orbitale 51.6 gradi
Distanza percorsa 9.250.000 km
Equipaggio
STS-130 Official Crew Photo.jpg
Programma Space Shuttle
Missione precedente Missione successiva
STS-129 STS-131

La STS-130 è una missione spaziale del Programma Space Shuttle, la 32° verso la Stazione Spaziale Internazionale e il volo di assemblaggio 20A. Il lancio dello Endeavour è stato inizialmente previsto per il 7 febbraio 2010[1], poi rimandato a causa della presenza di nuvole basse. Endeavour è poi decollato dal Kennedy Space Center l' 8 febbraio 2010 alle ore 9.14 UTC. Lo scopo della missione è il trasporto e l'installazione dei moduli Tranquility (precedentemente noto come Node 3) e Cupola. Sono state effettuate 3 passeggiate spaziali (EVA). Endeavour ha poi fatto ritorno sulla terra il 22 febbraio, atterrando al Kennedy Space Center].

Il modulo Tranquility

Alcuni dati per questa missione:

Verranno utilizzati gli SSME 2059/2061/2057; l' ET-134 e i SRB Bi141/RSRM 109

Equipaggio[modifica | modifica sorgente]

Il numero tra parentesi indica il numero di voli spaziali eseguiti dall'astronauta compresa l'attuale missione.

Cronologia della missione[modifica | modifica sorgente]

8 febbraio (Flight Day 1 - Lancio)[modifica | modifica sorgente]

La navetta Endeavour è stata correttamente lanciata alle 04:14:08 EST (09:14:08 UTC). Una volta raggiunta l'orbita, l'equipaggio ha aperto le porte della stiva, attivato i radiatori e dispegata l'antenna in banda Ku. L'equipaggio ha inoltre inviato con successo a terra le immagini del serbatoio esterno, riprese durante le fasi di decollo.

9 febbraio (Flight Day 2)[modifica | modifica sorgente]

L'equipaggio, per gran parte della giornata, è stato occupato nelle ispezioni standard del sistema di protezione termica (TPS). Tutti e sei i membri dell'equipaggio si sono impegnati in questo compito. Inoltre gli astronauti Bob Behnken e Nick Patrick hanno iniziato i controlli e la preparazione delle tute spaziali che andranno ad utilizzare nelle tre attività extraveicolari previste. Vengono fatti anche dei controlli sulle strumentazioni che verranno utilizzate per il rendezvous con la International Space Station (ISS).

10 febbraio (Flight Day 3: Rendezvous con la ISS)[modifica | modifica sorgente]

Immagine dell' Endeavour, durante una manovra di avvicinamento alla stazione spaziale.

Durante la prima parte della giornata di lavoro, l'equipaggio, si è dedicato ad una serie di manovre per raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale. Una volta che lo Shuttle si è trovato a 180 metri dalla ISS, il comandante George Zamka ha iniziato quella che è conosciuta come la manovra di Rendezvous Pitch. Durante questa operazione, il comandante della ISS Jeff Williams e l'ingegnere di volo Oleg Kotov hanno scattato delle foto allo scudo termico dello Shuttle per una successiva analisi della sua integrità. L'aggancio tra l'Endeavour e la ISS, è avvenuto alle 05:26 UTC (00:06 EST). Dopo il controllo di eventuali perdite, il passaggio tra le due è stato aperto alle 06:26 UTC (01:26 EST). L'equipaggio di Expedition 22 e STS-130 hanno poi intrapreso una cerimonia standard e effettuato un briefing sulle norme di sicurezza. In seguito, il comandante George Zamka, Bob Behnken e Steve Robinson hanno iniziato a trasferire le tute spaziali che Behnken e Nick Patrick andranno ad usare nelle tre passeggiate spaziali.

11 febbraio (Flight Day 4: Preparazione alla passeggiata spaziale 1)[modifica | modifica sorgente]

La quarta giornata di volo, ha visto Nick Patrick e Bob Behnken preparare le attrezzature di cui avranno bisogno per la passeggiata spaziale prevista per il giorno successivo. L'equipaggio ha inoltre seguito una serie di operazioni per preparare il lavoro dei giorni seguenti. Dopo aver pranzato insieme, l'equipaggio di STS-130, il comandante dell' ISS Jeff Williams e l'ingegnere di volo T.J. Creamer hanno partecipato ad un evento mediatico con la stazione televisiva di Sacramento, California, Mobile, Alabama e la stazione radio di St. Louis, Missouri. Prima di andare a dormire l'equipaggio ha ripassato le procedure per la giornata successiva. Nick Patrick e Bob Behnken si sono recati nel Quest Airlock per passare la notte ad una pressione leggermente inferiore (10.2 psi invece dei 14.6 psi presenti nella stazione) e hanno respirato ossigeno puro per un'ora prima di prendere sonno. Questo servirà per evitare problemi dovuti alle malattie da decompressione.

12 febbraio (Flight Day 5: Passeggiata spaziale 1)[modifica | modifica sorgente]

Prima passeggiata spaziale

Il Flight day 5 ha visto gli astonauti Nick Patrick e Bob Behnken compiere la prima passeggiata spaziale della missione, che è iniziata alle 02:17 UTC. Il primo obbiettivo è stato quello di raggiungere la zona di carico di Endeavour e prepararlo per il rilascio del modulo Tranquility e di Cupola. Una volta fatto, il modulo Tranquility è stato spostato verso una porta del modulo Unity usando il braccio robotico della stazione. La passeggiata spaziale ha poi avuto termine 6 ore e mezzo più tardi, il venerdì alle 08:49 UTC.

13 febbraio (Flight Day 6: Preparazione della passeggiata spaziale 2)[modifica | modifica sorgente]

In questo giorno, l'equipaggio, ha provveduto ad aprire il portellone verso il nuovo modulo Tranquillity per la prima volta. Terry Virts e Kay Hire hanno preparato Cupola per essere sposta verso l'esterno di Node 3. Vengono poi effettuati i preparativi e i controlli sulle tute per la passeggiata del giorno successivo.

14 febbraio (Flight Day 7: Passeggiata spaziale 2)[modifica | modifica sorgente]

La seconda delle tre passeggiate spaziali previste è stata compiuta durante la settima giornata. Bob Behnken e Nick Patrick hanno completato il lavoro in 5 ore e 54 minuti. L'equipaggio ha poi ricevuto la notizia che la missione è stata estesa di un giorno.

15 febbraio (Flight Day 8)[modifica | modifica sorgente]

In questa giornata, Cupola è stata spostata dalla locazione in cui era posta durante il lancio, verso la sua locazione definitiva, ovvero nella parte rivolta verso la terra di Tranquillity. Cupola è stata mossa dal braccio robotico della stazione, comandato da Kay Hire e Terry Virts. Sono stati poi fatti i preparativi per l'ultima passeggiata spaziale prevista per il giorno 10 di volo.

16 febbraio (Flight Day 9: Preparazione alla passeggiata spaziale 3 )[modifica | modifica sorgente]

In questa giornata, l'operazione più importante è stata quella relativa alla rilocazione del modulo pressurizzato PMA-3. Questa operazione è stata effettuata utilizzando il braccio meccanico SSRMS. È stato inoltre aperto il portello di Cupola ed è iniziato il suo allestimento interno. Il resto della giornata è stato occupato a preparare la passeggiata spaziale del giorno successivo, in cui Patrick e Behnkeh rimuoveranno le coperture protettive esterne di Cupola, rendendola operativa. In preparazione alla passeggiata spaziale, Patrick e Behnken hanno trascorso le ore di riposo nell'airlock Quest, parzialmente depressurizzato, per abituarsi alle condizioni ambientali che avranno durante la passeggiata spaziale.

17 febbraio (Flight Day 10: Passeggiata spaziale 3 )[modifica | modifica sorgente]

Un'immagine del deserto del Sahara ripreso dalla Cupola appena installata.

Grazie alla terza passeggiata spaziale, gli astronauti hanno potuto rimuovere gli schermi protettivi di Cupola rendendola di fatto operativa. Durante queste operazioni non si sono registrati problemi relativi ai vari meccanismi. L'EVA ha avuto inizio alle 9:15 p.m. EST per terminare 5 ore e 48 minuti più tardi.

18 febbraio (Flight Day 11)[modifica | modifica sorgente]

In questa gioranta, gli astronauti, hanno ricevuto la telefonata del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Il Presidente ha assicurato l'impegno dell'amministrazione nel finanziamento della NASA per la ricerca scientifica. Terminata la telefonata si è provveduto a spostare alcune attrezzature nel Nodo Tranquillity. Sono state trasferite, infatti, l'apparecchiature di riciclo delle urine (ECLSS), dei refrigeratori e una toilette. Il trasferimento di queste attrezzature ha permesso di liberare il modulo Destiny che verrà interamente dedicato a laboratorio di ricerca. Sono stati infine accesi i motori RCS dell' Endeavour per innalzare l'orbita di 2 km.

19 febbraio (Flight Day 12)[modifica | modifica sorgente]

Questa giornata ha visto il continuarsi delle operazioni di trasferimento di alcuni materiali. È stata poi fatta la cerimonia di congedo tra i due equipaggi.

20 febbraio (Flight Day 13)[modifica | modifica sorgente]

Alle ore 7:54 p.m. EST di Venerdì 19 febbraio 2010, dopo nove giorni di volo unito, Lo Space Shuttle Endeavour si è staccato dalla Stazione Spaziale Internazionale. Con questa missione si è quindi terminata la costruzione del Segmento Statunitense dell'ISS, dopo oltre 11 anni di lavoro di assemblaggio. Il resto della giornata è stato dedicato alla preparazione della navetta e dell'equipaggio per il rientro sulla terra.

21 febbraio 2010 (Flight Day 14)[modifica | modifica sorgente]

In questa giornata vengono testati i sistemi di rientro dello Space Shuttle

22 febbraio 2010 (Flight Day 15: Atterraggio)[modifica | modifica sorgente]

Alle ore 22:22:10 EST (03:22:10 UTC), lo Space Shuttle Endeavour ha fatto il suo rientro atterrando sulla pista 15 del John F. Kennedy Space Center

Endeavour atterra al KSC

Risveglio[modifica | modifica sorgente]

Come tradizione per tutti i voli NASA a partire dal Programma Gemini, per ogni giorno di missione l'equipaggio della STS-130 ascolta un particolare brano musicale scelto da un astronauta, che per lui ha un particolare significato.

Giorno di volo Canzone Artista Suonata da Links
Giorno 2
Give Me Your Eyes Brandon Heath Terry Virts WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 3
Katmandu Bob Seger George Zamka WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 4
Così parlò Zarathustra (Strauss) Richard Strauss Nicholas Patrick WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 5
Beautiful Day U2 Kathryn Hire WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 6
“The Ballad of Serenity” (Tema di apertura di Firefly) Sonny Rhodes Robert Behnken WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 7
Too Much Stuff Delbert McClinton Stephen Robinson WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 8
Forty Years On (canzone Harrow School)” Edward Ernest Bowen & John Farmer Nicholas Patrick WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 9
Parabola Tool Robert Behnken WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 10
“Window on the World” Jimmy Buffet Kathryn Hire WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 11
“Oh Yeah” Johnny A. Stephen Robinson WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 12
I'm Gonna Be (500 Miles) Steven Curtis Chapman Terry Virts WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 13
“In Wonder” Newsboys Terry Virts WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 14
The Distance Cake The entire crew WAV, MP3
Trascrizione
Giorno 15
Inno dei Marines United States Marine Corp. Band George Zamka WAV, MP3
Trascrizione

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Spaceflight Now, SFN. URL consultato il 10-09-2009.
  2. ^ NASA Assigns Astronaut Crews for Future Space Shuttle Missions, NASA. URL consultato il 10-09-2009.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica