Paul Annacone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paul Annacone
Paul Annacone.jpg
Paul Annacone (sinistra)
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185[1] cm
Peso 79[1] kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Dati agonistici
Ritirato 1998
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 157-131 (54,51%)
Titoli vinti 3
Miglior ranking 12° (3 marzo 1986)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 4T (1987)
Francia Roland Garros 3T (1988)
Regno Unito Wimbledon QF (1984)
Stati Uniti US Open 3T (1983, 1990)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 267-177(60,14%)
Titoli vinti 14
Miglior ranking 3° (6 aprile 1987)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open V (1985)
Francia Roland Garros QF (1985)
Regno Unito Wimbledon SF (1986)
Stati Uniti US Open F (1990)
Altri tornei
Tour Finals RR (1987, 1989)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte 11-9
Titoli vinti 0
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open SF (1987)
Francia Roland Garros -
Regno Unito Wimbledon 1T (1988, 1990)
Stati Uniti US Open F (1987)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Paul Annacone (Southampton, 20 marzo 1963) è un ex tennista e allenatore di tennis statunitense, vincitore in doppio degli Australian Open e ex coach di Roger Federer.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Nasce in una famiglia di origine italiana.Diventato professionista nel 1984 dopo buoni risultati a livello di college, ha ottenuto la sua miglior classifica in singolare nel 1985, arrivando alla 12ª posizione nel ranking mondiale ATP. Il suo stile di gioco era basato principalmente sul serve & volley e sul chip & charge nei turni di risposta; il suo risultato migliore negli Slam è arrivato infatti al Torneo di Wimbledon, dove ha raggiunto i quarti di finale nel 1984. Ha vinto nel corso della sua carriera tre titoli di singolare.

È stato soprattutto un giocatore di doppio: in carriera ha ottenuto infatti quattordici titoli, fra cui quello degli Australian Open 1985 in coppia con Christo van Rensburg. Assieme a David Wheaton, nel 1990, ha raggiunto anche la finale degli US Open. La sua miglior classifica l'ha raggiunta nel 1987, quando si issò fino alla terza posizione del ranking.

Si è ritirato dal circuito nel 1992.

Carriera da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

È noto per essere stato a lungo l'allenatore di Pete Sampras. I due hanno lavorato insieme a tempo pieno dal 1995 fino al 2001, e ancora su base part-time nel luglio 2002. Da dicembre 2001 a gennaio 2003 è stato anche direttore del programma High Performance della USTA. A partire dall'autunno del 2004, ha allenato part-time anche il tennista britannico Tim Henman.

Nel novembre 2006 è stato nominato capo allenatore della Lawn Tennis Association, la federazione di tennis britannica[2].

Nell'aprile 2008 è stato nominato allenatore della nazionale di Coppa Davis del Regno Unito[3], continuando anche il suo rapporto con la LTA.

Nel maggio 2010 ha annunciato le sue dimissioni da entrambi i ruoli a partire dal novembre dello stesso anno[4].

Il 28 agosto 2010 è stato assunto da Roger Federer come suo allenatore a tempo pieno, dopo un periodo di prova durato un mese. Anche grazie al suo contributo, il campione svizzero ha conquistato il suo sesto al Masters di fine anno, il settimo Wimbledon Championships della carriera e molti altri tornei.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (3)[modifica | modifica wikitesto]

Finali perse (3)[modifica | modifica wikitesto]

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (14)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (1)
Masters Grand Prix / ATP Tour World Championships (0)
Super 9 (1)
Grand Prix / ATP World Series (12)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 17 dicembre 1984 Australia New South Wales Open, Sydney Erba Sudafrica Christo van Rensburg Stati Uniti Tom Gullikson
Stati Uniti Scott McCain
7–6, 7–5
2. 18 febbraio 1985 Stati Uniti Lipton International Players Championships, Delray Beach Cemento Sudafrica Christo van Rensburg Stati Uniti Sherwood Stewart
Australia Kim Warwick
7–5, 7–5, 6–4
3. 29 aprile 1985 Stati Uniti Atlanta Open, Atlanta Sintetico Sudafrica Christo van Rensburg Stati Uniti Steve Denton
Cecoslovacchia Tomáš Šmíd
6–4, 6–3
4. 30 settembre 1985 Stati Uniti Pacific Coast Championships, San Francisco Sintetico Sudafrica Christo van Rensburg Stati Uniti Brad Gilbert
Stati Uniti Sandy Mayer
3–6, 6–3, 6–4
5. 9 dicembre 1985 Australia Australian Open, Melbourne Erba Sudafrica Christo van Rensburg Australia Mark Edmondson
Australia Kim Warwick
3–6, 7–6, 6–4, 6–4
6. 9 marzo 1987 Stati Uniti Lipton International Players Championships, Miami Cemento Sudafrica Christo van Rensburg Stati Uniti Ken Flach
Stati Uniti Robert Seguso
6–2, 6–4, 6–4
7. 6 aprile 1987 Stati Uniti Chicago Grand Prix, Chicago Sintetico Sudafrica Christo van Rensburg Stati Uniti Mike De Palmer
Stati Uniti Gary Donnelly
6–3, 7–6
8. 20 aprile 1987 Giappone Japan Open Tennis Championships, Tokyo Cemento Stati Uniti Kevin Curren Ecuador Andrés Gómez
Svezia Anders Järryd
6–4, 7–6
9. 31 ottobre 1988 Francia Paris Open, Parigi Sintetico indoor Australia John Fitzgerald Stati Uniti Jim Grabb
Sudafrica Christo van Rensburg
6–2, 6–2
10. 20 febbraio 1989 Stati Uniti Volvo U.S. National Indoor, Memphis Cemento indoor Sudafrica Christo van Rensburg Stati Uniti Scott Davis
Stati Uniti Tim Wilkison
7–6, 6–7, 6–1
11. 27 febbraio 1989 Stati Uniti U.S. Pro Indoor, Filadelfia Sintetico indoor Sudafrica Christo van Rensburg Stati Uniti Rick Leach
Stati Uniti Jim Pugh
6–3, 7–5
12. 30 luglio 1990 Canada Canada Open, Toronto Cemento Stati Uniti David Wheaton Australia Broderick Dyke
Svezia Peter Lundgren
6–1, 7–6
13. 3 maggio 1993 Stati Uniti Verizon Tennis Challenge, Atlanta Terra battuta Stati Uniti Richey Reneberg Stati Uniti Todd Martin
Stati Uniti Jared Palmer
6–4, 7–6
14. 25 ottobre 1993 Cina China Open, Pechino Sintetico Stati Uniti Doug Flach Paesi Bassi Jacco Eltingh
Paesi Bassi Paul Haarhuis
7–6, 6–3

Finali perse (16)[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Profilo di Annacone sul sito ATP
  2. ^ Coach Paul Annacone signs new LTA deal - Telegraph
  3. ^ Annacone replaces Lundgren as Davis Cup coach - Tennis - Sport - The Independent
  4. ^ Paul Annacone si dimette dalla LTA

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

tennis Portale Tennis: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di tennis