Parco nazionale delle Everglades

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parco nazionale delle Everglades
Everglades National Park
Tipo di area Parco nazionale
Class. internaz. IUCN category Ib
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Stato federato Florida
Superficie a terra 6.104 - federale 6.049 km²
Gestore National Park Service
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Parco nazionale delle Everglades
Sito istituzionale

Coordinate: 25°19′N 80°56′W / 25.316667°N 80.933333°W25.316667; -80.933333

Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO Flag of UNESCO.svg
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Gnome-globe.svg Riserva della biosfera
Parco nazionale delle Everglades
(EN) Everglades National Park
Evergladesoverlook.JPG
Tipo Naturali
Criterio (viii) (ix) (x)
Pericolo 1993
Riconosciuto dal 1976
Scheda UNESCO (EN) Patrimonio
(FR) Patrimonio
(EN) Riserva

Il Parco nazionale delle Everglades è un'area naturale protetta degli Stati Uniti d'America che protegge la parte meridionale delle Everglades (a sud di Tamiami Trail), ma rappresenta solo il 20% dell'area originale.

Il parco copre 6.105 km² ed è un Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. L'unico accesso autostradale è la State Road 9336, che corre per 61 km da Florida City alla costa (Flamingo). Ad eccezione del principale centro per i visitatori e di alcune attrezzature minori, non esiste sviluppo nel parco.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'area venne dichiarata parco nazionale il 30 maggio 1934, ma non ne ricevette il titolo ufficiale prima del 6 dicembre 1947. Il parco venne dichiarato riserva della biosfera il 26 ottobre 1976. Il 10 novembre 1978 buona parte del parco divenne una wilderness area. Per la precisione nel 2003 erano 5247 km², circa l'86% del parco. Divenne patrimonio dell'umanità il 24 ottobre 1979 nonché Palude di Interesse Nazionale dal 4 giugno 1987. Nonostante tutti questi riconoscimenti, nel 1993 venne inserito dall'UNESCO tra i patrimoni in pericolo.

Nell'ottobre 2005 l'uragano Wilma attraversa la Florida con effetti devastanti sul parco. I gravi danni raggiunsero anche l'area Flamingo. Il centro visitatori, la pensione, il ristorante ed altri negozi vennero chiusi, e le visite erano permesse solo se accompagnati da una guida del parco. Il 14 marzo 2006, finalmente, il centro visitatori e i bacini di carenaggio vennero riaperti. La pensione, il ristorante Flamingo e il Café Buttonwood invece restarono chiusi. Aggiornamenti su questa faccenda si possono trovare sul sito ufficiale del parco, disponibile in fondo alla voce tra i collegamenti esterni.

Geografia del parco[modifica | modifica sorgente]

Un'ibis in volo sul parco

Il parco nazionale delle Everglades è circondato dalle aree urbane e agricole di Miami, Homestead e Florida City ad est, gli stretti della Florida e le Florida Keys a sud, il Golfo del Messico ad ovest e la Riserva nazionale di Big Cypress a nord. Big Cypress è simile alla parte nord delle Everglades ed è pari a circa la metà del parco stesso. Sul confine sud-occidentale del parco si trova Ingraham Lake, il lago più meridionale degli Stati Uniti d'America.

Anhinga Trail

Esistono numerosi parcheggi e strade all'interno del parco, la più famosa di queste è la Anhinga Trail. Questa via permette di osservare da vicino uccelli quali ardeidi e aninghe. Questi ultimi spesso si appollaiano in mezzo ai passaggi pedonali. Nel parco vivono numerose api, il che lo rende un problema in estate, nonostante l'uso del repellente.

Nell'angolo sud-orientale si trova il Centro Visitatori Ernest F. Coe, quartier generale del parco. Si trova subito ad ovest di Homestead e Florida City sulla statale 9336. Quattro miglia ad ovest si trova il Centro Royal Palm. Questi due centri si trovano in una pineta, così come l'Hidden Lake Education ed il Centro Daniel Beard, poche miglia ad ovest. Il grande Taylor Slough si estende dal Royal Palm alla Florida Bay. Ad ovest di Royal Palm si trova Long Pine Key. Long Pine Key (che al giorno d'oggi non è un'isola) si trova a quattro miglia da Royal Palm seguendo la 9336, ed è un'area campeggio. Altre quattro miglia e troviamo il Pahayokee Overlook, un'altana di osservazione che permette di vedere il lato nord del parco.

Muovendosi verso sud, la 9336 attraversa un bosco di cipressi, accanto al quale di trova Mahogany Hammock, un sentiero a 30 chilometri dal quartier generale. Ancora più a sud si trovano macchie di mangrovia. In mezzo alle mangrovie ci sono centinaia di piccoli laghi e fiumi che raggiungono gli stretti della Florida. Gli estuari della palude sono il solo punto degli USA in cui si possono trovare gli alligatori americani. In questa zona si trovano anche i lamantini, soprattutto nelle fredde mattine autunnali. Al termine della 9336 si trova il Centro Visistatori Flamingo, il più meridionale del parco. Si trova nelle aride praterie subito a nord di Florida Bay. I sentieri riportano da Flamingo verso ovest, fino a giungere a Cape Sable. Da Flamingo parte anche il Wilderness Waterway, 160 chilometri di viaggio in canoa fino al Centro Visitatori Gulf Coast, a nord. Il Gulf Coast Visitor Center serve sia la parte settentrionale del parco che la Riserva nazionale di Big Cypress.

Nella parte nord l'area più importante è quella del Centro Visitatori Shark Valley. Un sentiero che parte ed arriva in questo centro e si estende per 10 chilometri, dal confine nord-orientale fino alle paludi del fiume Shark, una grossa pozza d'acqua dolce che unisce il lago Okeechobee (a nord del parco) fino alle coste sud-occidentali della Florida.

La Shark Valley rappresenta quello che un turista si immagina pensando alle Everglades, circondata da prati in tutte le direzioni. Alligatori e uccelli acquatici arrivano vicino ai turisti e, occasionalmente, un alligatore blocca la strada. Nel punto in cui la strada della Shark Valley torna verso il Centro Visitatori, si trova una torre di osservazione alta più di 20 metri.

Flora[modifica | modifica sorgente]

Un sentiero d'osservazione

Il terreno è molto fertile ed è soggetto a frequenti inondazioni ma, gradatamente, l'acqua viene rimpiazzata dal terreno. La vegetazione è lussureggiante: querce sempreverdi, limoni selvatici, aranci selvatici, cetrioli, pawpaw, Custard-apple e alberi della gomma selvatici sono solo alcune delle specie indigene; queste comprendono molte specie di fiori selvatici, soprattutto del genere orchidaceae. Esistono due stagioni, umida e secca, ma il clima è pressoché costante.

Fauna[modifica | modifica sorgente]

Tra gli uccelli presenti nel parco vi sono l'ani beccoliscio (Crotophaga ani), il fenicottero dei Caraibi (Phoenicopterus ruber), la cicogna americana (Mycteria americana), la spatola rosata (Platalea ajaja ), l'aramide maggiore (Aramus guarauna) e il becco a cesoie americano (Rynchops niger). L'acqua stagna di Flamingo e i fanghi di Florida Bay permettono l'osservazione di altri uccelli come ardeidi, pellicani, ibis e sternidi.

I rapaci delle Everglades comprendono la poiana codacorta (Buteo brachyurus), il raro nibbio americano (Rostrhamus sociabilis), la poiana spallerosse (Buteo lineatus) e il falco pescatore (Pandion haliaetus).

I corsi d'acqua sono abitati da lontre di fiume nordamericane, lamantini, alligatori del Mississippi e coccodrilli americani. Questo parco è l'unico posto del mondo in cui le due ultime specie convivono. Si possono trovare anche cervidi e pantere della Florida.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

patrimoni dell'umanità Portale Patrimoni dell'umanità: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di patrimoni dell'umanità