Aramus guarauna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Aramo
Limpkin1.jpg
Aramus guarauna
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Gruiformes
Famiglia Aramidae
Bonaparte, 1849
Genere Aramus
Vieillot, 1816
Specie A. guarauna
Nomenclatura binomiale
Aramus guarauna
(Linnaeus, 1766)

L'aramo (Aramus guarauna (Linnaeus, 1766)) è un uccello gruiforme, unico membro del genere Aramus e della famiglia Aramidae.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'aramo è simile ad una gru con gambe lunghe, un collo anche abbastanza lungo, un becco robusto e leggermente ricurvo e un'altezza di circa 60 cm. Il piumaggio è olivo-bruno striato di bianco.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome inglese «limpkin» (zoppicante) gli proviene dalla sua strana andatura claudicante allorquando attraversa guardingo la intricata vegetazione della palude sollevando in alto le lunghe zampe e contraendo la coda[3]. In caso di necessità, gli arami nuotano galleggiando come folaghe o sciabiche. Volano di rado, ma quando lo fanno si levano ed atterrano verticalmente e volano con battito lento e continuo. Di notte, gli arami si appollaiano sugli alberi, dove possono correre tra i rami con agilità sorprendente.

Voce[modifica | modifica wikitesto]

I suoni che l'aramo emette, specie di notte, sono simili a gemiti o lamenti. Sono composti da tre sillabe e sono stati descritti come gridi, lamenti e pianti penetranti, od anche come richiami di «una tristezza indescrivibile». Secondo il folklore, i pianti sarebbero quelli di bambini sperdutisi per sempre nelle paludi.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Limpkin-snail2.jpg

Gli arami si alimentano ad altezza di guado nelle acque basse degli acquitrini e delle paludi, e il loro alimento principale è costituito dalle lumache d'acqua della famiglia Ampullariidae, in particolare del genere Pomacea[4], che cerca nel fango con il suo lungo becco. La dieta a base di lumache è completata da molluschi d'acqua dolce (Anodonta spp., Villosa spp., Elliptio spp. e Uniomerus spp.)[5] e in misura minore da insetti, rane, rettili, crostacei e vermi.[6]

I terreni di alimentazione degli arami sono ben riconoscibili poiché ricoperti da mucchi di gusci di lumache. Quando afferrano le lumache, le tengono strette per il bordo del guscio e le portano sul terreno o in acque poco profonde. Sistematele accuratamente in un crepaccio o alla biforcazione di un ramo con l'apertura verso l'alto, l'aramo aspetta pazientemente che la lumaca «si rilasci», e allora la trafigge passando la metà superiore del suo becco attraverso il corpo tra il guscio e l'opercolo corneo o porta.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Limpkin Family looking for snails.jpg

Il nido viene costruito con giunchi, bastoncini ed altro materiale di origine vegetale. Esso è voluminoso, ma leggero, ed è disposto tra piante rampicanti intrecciate, cespugli di erba, arbusti, alberi, qualche volta anche ad un'altezza di 5 m ma normalmente vicino o sopra l'acqua. La covata è costituita da 4-8, normalmente 6 o 7 uova verde pallide macchiate di bruno. Negli Stati Uniti, vengono deposte tra metà febbraio ed aprile e covate da ambedue i genitori, non è però noto quanto tempo esse richiedono per schiudersi. I piccoli, di colore bruno scuro, possono nuotare e correre immediatamente dopo la nascita e, dopo un giorno o giù di lì, sono già in grado di lasciare il nido e nascondersi nelle vicinanze. Sono sorvegliati da entrambi i genitori per un periodo di tempo imprecisato ed è risaputo che i genitori continuano ad alimentarli anche dopo che hanno cominciato a volare. I piccoli si avvicinano ai genitori dal didietro e passano loro attraverso le gambe per portarsi davanti e prendere così le lumache che vengono loro offerte.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Limpkin-03.jpg

L'aramo è diffuso in Florida, in Messico, in America centrale e nei Caraibi, in Sudamerica (Argentina, Bolivia, Colombia, Guiana francese, Guyana, Paraguay, Perù, Uruguay, Venezuela).[1]

L'aramo vive nelle acque dolci di paludi ed acquitrini, qualche volta nelle foreste umide.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Considerato il suo ampio areale e la numerosita della popolazione, stimata in oltre 1.000.000 di esemplari, la specie è considerata dalla IUCN Red List come specie a basso rischio (Least Concern).[1] In passato era abbastanza comune in Georgia e nella Florida, ma fu decimato per la sua carne appetitosa e la facilità nel colpirlo. Ora la sua sopravvivenza è assicurata in riserve come l'Everglades National Park.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) BirdLife International 2012, Aramus guarauna in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Aramidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 13 maggio 2014.
  3. ^ National Geographic Field Guide to the Birds of North America ISBN 0-7922-6877-6
  4. ^ Cottam C, Food of the Limpkin in Wilson Bulletin 1936; 48(1): 11-13.
  5. ^ Bryan Dana, Limpkin (Aramus guarauna), Ithica, Cornell Lab of Ornithology. The Birds of North America Online, 2002, DOI:10.2173/bna.627.
  6. ^ Holyoak D., Colston P. R., Limpkin in The Firefly Encyclopedia of Birds, Firefly Books, 2003, pp. 212-213, ISBN 1-55297-777-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli