Organizzazione marittima internazionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Organizzazione Marittima Internazionale
(EN) International Maritime Organization
(FR) Organisation Maritime Internationale
Organizzazione Marittima Internazionale
Bandiera dell'IMO
Abbreviazione IMO
Tipo agenzia autonoma dell'Organizzazione delle Nazioni Unite
Fondazione 1959
Scopo tutela, promozione e sviluppo delle attività marittime
Sede centrale Regno Unito Londra
Area di azione 170 Stati
Segretario generale Giappone Koji Sekimizu
Lingue ufficiali inglese, francese
Sito web

L'Organizzazione marittima internazionale, in acronimo IMO (dall'inglese International Maritime Organization) è una convenzione autonoma delle Nazioni Unite incaricata di sviluppare i principi e le tecniche della navigazione marittima internazionale al fine di promuovere la progettazione e lo sviluppo del trasporto marittimo internazionale rendendolo più sicuro ed ordinato.

La convenzione dell'IMO adottata dai paesi membri prevede degli standard riguardanti le regole per prevenire gli abbordi in mare (COLREG), gli standard di costruzione e compartimentazione delle navi, nonché le dotazioni antincendio, impiantistiche, di sopravvivenza e salvataggio (SOLAS), la formazione e certificazione del personale marittimo (STCW). Inoltre, l'IMO definisce i protocolli per le indagine sugli incidenti marittimi seguiti dalle autorità per la sicurezza del trasporto dei paesi firmatari della convenzione sulla navigazione civile internazionale.

Sede dell'OMI a Londra.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Nazioni Unite Portale Nazioni Unite: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nazioni Unite