Musica tedesca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La musica tedesca comprende la produzione musicale della Germania.

Nel campo della musica, la Germania può vantare molti dei compositori più rinomati, nonché dei produttori discografici e musicista nei vari generi. Quello tedesco rappresenta il mercato musicale più grande d'Europa e il quarto più grande del mondo.[1]

Storia e generi[modifica | modifica sorgente]

La musica classica tedesca è tra le più eseguite e apprezzate del mondo. Molti compositori classici tedeschi, infatti, hanno segnato profondamente la storia musicale. Tra questi vi sono Johann Sebastian Bach, Ludwig van Beethoven, Franz Schubert, Johannes Brahms, Robert Schumann e Richard Wagner.

Johann S. Bach
Toccata e fuga
Ludwig v. Beethoven
Sinfonia n. 5
Richard Wagner
Die Walküre

Già nel XII secolo si hanno le prime composizioni tedesche, scritte dalla religiosa Ildegarda di Bingen, autrice di una serie di inni e di musica sacra.

Nel XVII secolo l'arte musicale tedesca fu espressa da Dietrich Buxtehude e Johann Kuhnau. Nel periodo illuminista Bach fu il primo di una grande generazione di musicisti tedeschi che continuò con Johann Mattheson, prima dell'arrivo dei grandi maestri Ludwig van Beethoven, Carl Maria von Weber, Robert Schumann, Richard Wagner e molti altri.

La tendenza espressionista venne rappresentata da Paul Hindemith, mentre quella romantica anche da Richard Strauss. Dopo la seconda guerra mondiale si sviluppò la musica concreta.[2]

La musica tedesca del XX e XXI secolo abbraccia diversi movimenti come il Neue Deutsche Welle (Nena, Alphaville), la disco music (Boney M., Dschinghis Khan, Milli Vanilli), il metal (Rammstein, Helloween, Gamma Ray, Blind Guardian), l'hard rock (Scorpions), il punk (Die Ärzte, Die Toten Hosen), il pop rock (Tokio Hotel), l'Ostrock anni '70 (Keimzeit) e l'hip hop.

In ambito musicale, tuttavia, la Germania è conosciuta in particolar modo per la grande influenza globale nell'ambito della musica elettronica, grazie a gruppi come Kraftwerk, Tangerine Dream, Liaisons Dangereuses e della musica minimale e techno, per mezzo di Paul van Dyk, Tomcraft, Paul Kalkbrenner, Scooter e altri artisti. Molti sottogeneri del trance sono nati e attivi in Germania.

La Germania è considerata anche una delle patrie della musica industriale (Einstürzende Neubauten, KMFDM), la cui corrente principale è rappresentata dalla Neue Deutsche Härte. Molto importante è anche la scena goth (Lacrimosa, Das Ich, Illuminate, Xmal Deutschland).

Inoltre la Germania è la patria del cosiddetto Krautrock, con nomi come Neu!, Kraan e Klaus Schulze.

Anche uno dei principali compositori di colonne sonore cinematografiche è tedesco: si tratta di Hans Zimmer.

Eventi e luoghi musicali[modifica | modifica sorgente]

La Germania ospita inoltre molti festival musicali. Uno dei più importanti a livello rock è il Rock am Ring. Tra i festival di musica elettronica si segnala il Love Parade. Un importante festival metal è il Wacken Open Air.

La Germania è però anche rinomata per i suoi grandi teatri d'opera, come il Semperoper, il Komische Oper Berlin e il Staatstheater am Gärtnerplatz.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ musikindustrie.de Link perduto
  2. ^ guidagermania.com

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]