Kraan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kraan
I Kraan a Wiesbaden nel 2008
I Kraan a Wiesbaden nel 2008
Paese d'origine Germania Germania
Genere Krautrock
Fusion
Periodo di attività 1970 – in attività
Album pubblicati 23
Sito web

I Kraan sono un gruppo musicale tedesco, formatosi ad Ulma (sud di Stoccarda) nel 1970.

Tutti i componenti erano reduci da esperienze free jazz sul finire degli anni sessanta, pertanto lo stile di partenza è stato di conseguenza il jazz, ma le contaminazioni sono disparate. Il loro genere, inizialmente definibile come krautrock, si è poi evoluto in free jazz con influenze rock.[1]

L'ingrediente maggiore è la componente orientale (precisamente arabica) che affiora in tutto il loro primo disco.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • 1972: Kraan
  • 1973: Wintrup
  • 1974: Andy Nogger
  • 1975: Kraan Live e Let It Out
  • 1977: Wiederhören e Kraan Starportrait (Best of...)
  • 1978: Flyday
  • 1980: Tournée
  • 1982: Nachtfahrt e Wintruper Echo/Faust 2000 (Singolo)
  • 1983: X e 2 Schall-Platten (Best of...)
  • 1988: Kraan Live 88
  • 1989: Dancing In The Shade
  • 1991: Soul of Stone
  • 1998: The Famous Years Compiled (Best of...)
  • 2001: Live 2001 e Berliner Ring
  • 2003: Through
  • 2007: Psychedelic Man e Psychedelic Man Special Edition con il DVD Live at Finkenbach Festival 2005
  • 2010: Diamonds

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Attuale[modifica | modifica sorgente]

  • Peter Wolbrandt - chitarra (1970–presente)
  • Hellmut Hattler - basso (1970–presente)
  • Jan Fride - batteria (1970–1978, 1982–presente)

Ex componenti[modifica | modifica sorgente]

  • Ingo Bischof - tastiere (1975–2007)
  • Johannes Pappert - sax contralto (1970–1976)
  • Udo Dahmen - batteria (1977–1980)
  • Joo Kraus - tastiere (1987–1992)
  • Gerry Brown - batteria, lead vocals (1979–1980)
  • Tommy Goldschmidt - batteria (1977)
  • Eef Albers – chitarra (1982–1983)
  • Marc McMillen – tastiere, voce (1982–1983)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Recensione di Norberto di Fransecky, Musik an sich, magazine di Rock, Pop, Metal, Classica, Country. URL consultato il 29 aprile 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]