Morgan State University

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Morgan State University
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Città Baltimora (Maryland)
Soprannome Bears (orsi, mascotte: orso)
Motto Gateway to opportunity. Stairway to excellence
Fondazione 1867
Tipo pubblica, HBCU (Università storiche afroamericane)
Rettore David Wilson (University president)
Studenti 6 600
Dipendenti 437
Colori           Blu, Arancione
Sito web www.morgan.edu
 

La Morgan State University, ex Centenary Biblical Institute (1867-1890), Morgan College (1890-1939) Morgan State College (1939-1975), è situata nel zona residenziale di Baltimora, nel Maryland. La Morgan è un college storicamente nero ed è designata "public urban university" (università pubblica urbana) del Maryland.[1] La Morgan è la più grande HBCU (Historically Black Colleges and Universities) nello stato del Maryland. Come università pubblica urbana del Maryland, la Morgan si impegna a fornire possibilità di istruzione superiore a tutte le persone indipendentemente dalle loro condizioni socio-economiche. Anche se è un ente pubblico, la Morgan non è parte dell'University System of Maryland; la scuola ha scelto di non entrare a far parte del sistema, ha un proprio governo che si chiama Board of Regents.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La Morgan è stata fondata nel 1867 col nome di Centenary Biblical Institute, un seminario della Methodist Episcopal Church per formare i giovani nel ministero sacerdotale. Al momento della sua morte, Thomas Kelso, co-fondatore e presidente del consiglio di amministrazione, sovvenzionò il Male Free School and Colored Institute con un lascito del suo patrimonio.[2][3][4] In seguito ampliò la sua missione di preparazione di insegnanti anche alle donne. La scuola fu ribattezzata Morgan College nel 1890 in onore del reverendo Lyttleton Morgan, il primo presidente del suo Consiglio di Amministrazione, che aveva donato un terreno al college.[5]

Nel 1915 Andrew Carnegie diede alla scuola un contributo di 50.000 $ per realizzare un edificio accademico centrale. I termini della concessione includevano l'acquisto di una nuova sede per il college, il pagamento di tutte le obbligazioni e la costruzione di un edificio con il suo nome. Il college rispettò le condizioni e si trasferì nella sede attuale nel nord-est di Baltimora nel 1917. Esplose poi una polemica: nel 1918, la comunità bianca di Lauraville[6][7] era infuriata perché la proprietà Ivy Mill, dove la Morgan doveva essere costruita, era stata venduta a un college "negro". Tentarono di revocare la vendita presentando un'azione legale alla corte di Towson, che la respinse. Fecero ricorso alla Court of Appeals of Maryland.[8] Il giudice d'appello confermò la decisione della corte inferiore, non trovando fondamento alla contestazione che l'ubicazione del college in questa posizione sarebbe stato di disturbo per la quiete pubblica.[9] Nonostante alcune ignobili minacce e diverse manifestazioni contro il progetto, al Morgan College venne concesso di costruire il nuovo sito e poi di espandersi. La Carnegie Hall, il più antico edificio originale presente nel campus, fu eretto un anno dopo.

La Morgan è rimasta un'istituzione privata fino al 1939. In quell'anno, lo stato del Maryland acquistò la scuola in risposta ad uno studio dello stato del Maryland che ritenne di dover fornire maggiori opportunità ai cittadini di colore. Il Morgan College divenne Morgan State College. Nel 1975, la Morgan aggiunse alcuni programmi di dottorato e il suo Consiglio di Amministrazione presentò una petizione all'assemblea legislativa del Maryland per ottenere lo status di Università.

Miglioramenti e polemiche[modifica | modifica wikitesto]

La scuola ha subito vari restauri, tra cui la costruzione di un nuovo edificio sede di varie strumentazioni multimadiali (Communications Building & Bridge)[10], una nuova sede per le organizzazioni studentesche, un nuovo garage e una nuova biblioteca. Il Carl J. Murphy Fine Arts Center è anche diventato un luogo molto utilizzato per rappresentazioni teatrali e concerti che si tengono a Baltimora e la sede di un museo di arte afroamericana.

Nel febbraio 2008, il Baltimore Sun riferì che un controllo contabile del Maryland State Department of Legislative Services aveva ritenuto che l'Università aveva gonfiato un contratto di costruzione di 3.100.000 $ e aveva poi utilizzato tali fondi per pagare il medesimo appaltatore per lavori diversi senza ottenere l'approvazione dello Stato. I revisori dei conti riferirono le loro indagini alla divisione penale dell'ufficio del procuratore generale per eventuali azioni legali. Il direttore dei progetti e costruzioni della Morgan, Peeter Kiik diede le dimissioni, l'università comunicò che ritenne Kiik responsabile di "avere agito in modo indipendente" nella gestione delle operazioni che avevano attirato l'attenzione dei revisori.[11] I legislatori del Maryland, che avevano concesso l'autonomia alla Morgan, in questo settore, 4 anni prima, stavano prendendo in considerazione tale legislazione per annullarla durante la sessione 2008 della Maryland General Assembly.[12]

Piccole ma ampiamente pubblicizzate polemiche riportate dal Baltimore Sun e WMAR-TV, affiliata della ABC News di Baltimore, ebbero luogo nell'estate del 2009 quando Denise Brown,[13] consigliere del giornale studentesco Spokesman e dell'annuario Promethean, fu rimossa dal suo lavoro a seguito di una serie di storie ed editoriali relativi a cattiva gestione finanziaria da parte del supervisore di Brown, Toya Corbett. La controversia ha portato a una censura dal College Media Advisers, l'organizzazione dei consulenti dei media professionisti, che aveva esaminato il caso e concluso che la Morgan State aveva rimosso Brown, al fine di tacitare le critiche degli studenti. College Media Advisers condannò la Morgan State "come vessatoria dei diritti degli studenti alla libera espressione e ostile verso quei professionisti che impiega come consiglieri la stampa degli studenti".

Didattica[modifica | modifica wikitesto]

Alla Morgan si possono conseguire il Baccalaureate, il Master e il Dottorato di Ricerca. Più di 6.600 studenti sono gli iscritti.[14] Recentemente, l'accento è stato posto sull'orientamento urbano dell'università. Questa enfasi è stata inserita nei programmi universitari.
A livello di laurea, l'università offre il Master of Arts in:

  • Mathematics (matematica)
  • Music (musica)
  • Museum studies and historical preservation (studi museali e preservazione del patrimonio storico)
  • Sociology (sociologia)
  • Teaching (didattica)

Il Master of Business Administration è offerto in:

  • International business (affari internazionali)
  • Management and marketing
  • Taxation

Il Master of Science è offerto in:

  • Bioinformatics (bioinformatica)
  • Educational administration and supervision
  • Elementary and middle school education
  • Psychometrics (psicometria)

Il Master of Science, corso di laurea in scienze, è offerto in biologia, chimica e fisica.

Master professionali sono offerti in:

  • Landscape architecture
  • Public health
  • Social work

Il Doctor of Education è disponibile in:

  • Community college leadership
  • Mathematics education
  • Science education
  • Urban educational leadership

Il Doctor of Philosophy è offerto in:

  • Bioenvironmental science
  • Business administration
  • English
  • Higher education
  • History
  • Psychometrics

Il Doctor of Engineering è offerto in ingegneria civile, elettrica e industriale. Inoltre offre il Doctor of Public Health, master e dottorato in social work.

Iscrizioni[modifica | modifica wikitesto]

Dei circa 6.000 studenti non laureati e 616 laureati che frequentano la Morgan, circa il 35% provengono da fuori del Maryland; tra questi molti da paesi stranieri e la maggior parte da New York (Stato), New Jersey e Pennsylvania.[senza fonte]

Scuole e colleges[modifica | modifica wikitesto]

L'università gestisce nove college, scuole e istituti.[15]

  • College of Liberal Arts][16]
  • School of Business and Management[17]
  • School of Education and Urban Studies[18]
  • School of Engineering[19]
  • School of Computer, Mathematical, and Natural Sciences[20]
  • School of Graduate Studies[21]
  • School of Architecture and Planning[22]
  • School of Community Health and Policy[23]
  • Estuarine Research Center[24]

College of Liberal Arts[modifica | modifica wikitesto]

Il College of Liberal Arts[25] è la più grande divisione accademica dell'università. Oltre ad una vasta gamma di corsi di laurea, offre anche gran parte dei corsi General Education Requirements.[26] Il College of Liberal Arts offre dodici programmi di laurea che portano al Bachelor of Arts (BA) e al Bachelor of Science (BS). Offre il Bachelor of Arts (BA) in: Economics (scienze economiche), English (letteratura inglese), Fine Art (belle arti), History (storia), Music (musica), Philosophy (filosofia), Political Science (scienze politiche), Sociology (sociologia), Speech Communication[27] (oratoria), Telecommunications (telecomunicazioni), and Theater Arts (arti teatrali). Offre il Bachelor of Science in: Economics (economia), Psychology (psicologia) e Telecommunications (telecomunicazioni). Il College of Liberal Arts offre minor[28] in quindici discipline: African Studies (Interdisciplinary), Anthropology (antropologia), Criminal Justice (giustizia penale), East Asian Studies (Interdisciplinary), English, Environmental Studies (Interdisciplinary), World Languages and International Studies, Gender Studies (Interdisciplinary), Geography, History, Journalism, Museum Studies (Interdisciplinary), Music, Philosophy, Pre-Law, Religious Studies, Sociology e Speech.

School of Business and Management[modifica | modifica wikitesto]

La Earl Graves School of Business and Management (SBM) è così chiamata in onore dell'alunno Earl G. Graves Sr., classe 1958, e si trova nel McMechen Hall, nel centro accademico del campus. Costruito nel 1972, fu ristrutturato nel 1996 dotandolo di moderne aule, laboratori e uffici. McMechen Hall, prende il nome da George W.F. McMechen, primo laureato della Morgan nel 1895. La School of Business and Management offre il Bachelor of Science in Accounting (contabilità), Finance (finanza), Business Administration (economia aziendale), Marketing, Human Resource Management, Hospitality Management e Information Science and Systems; un Master in Business Administration e un dottorato di ricerca in Business Administration.[29]

School of Education and Urban Studies[modifica | modifica wikitesto]

La School of Education and Urban Studies è situata nel Jenkins Behavioral Science Building. La scuola offre programmi in Family and Consumer Sciences, Health (educazione sanitaria), Physical Education & Recreation (educazione fisica e tempo libero), Social Work (Mental Health, Gerontology) (assistenza sociale) e Teacher Education & Administration (Elementary Education, Secondary Education).

Inoltre, sono offerti corsi presso il Center for Excellence in Mathematics and Science Education (C.E.M.S.E.). Corsi a livello Master sono offerti in Educational and Administration Supervision e in Art of Teaching.

School of Engineering[modifica | modifica wikitesto]

La School of Engineering ha aperto la sua prima classe a partire dal 1984. I primi laureati risalgono al 1988. Eugene M. DeLoatch, è il primo Preside della Facoltà di Ingegneria. Accettò l'incarico e lasciò la Howard University, dove era stato il presidente del Dipartimento di Ingegneria Elettrica.

La Morgan State University, School of Engineering ha l'accreditamento ABET (Accreditation Board for Engineering and Technology) per i programmi di laurea in ingegneria civile, ingegneria elettrica e informatica, e Industrial Manufacturing Information Engineering[30]. La scuola offre anche corsi di laurea che conferiscono il Master of Engineering Degree, il Doctor of Engineering Degree e il Master of Transportation Degree.

Nel 1991 alle strutture della scuola è stato aggiunto l'edificio Clarence M. Mitchell Jr., che mette a disposizione 3.300 (35.000 piedi quadri) con sedici laboratori didattici e cinque laboratori di ricerca. Il William Donald Schaefer Building, un nuovo edificio di 3.700 m² (40.000 piedi quadri), è stato completato nel mese di aprile 1998. In esso sono disponibili laboratori didattici, aule, una sala per studenti, laboratori di ricerca e una biblioteca di 200 m² (2.200 piedi quadri). La Morgan State University School of Engineering laurea più di due terzi degli ingegneri civili afroamericani dello Stato, il 60 per cento degli ingegneri elettrotecnici afroamericani; l'80 per cento degli specialisti di telecomunicazioni afroamericani; più di un terzo dei matematici afroamericani, tutti i tecnici industriali e fisici afroamericani del Maryland.[senza fonte] Negli ultimi dieci anni quasi un terzo degli studenti di ingegneria di colore migliori della nazione si sono laureati in istituzioni storicamente nere, come la Morgan.

School of Architecture and Planning[modifica | modifica wikitesto]

La Scuola di Architettura e Pianificazione ha tre corsi di laurea: Architecture, Landscape Architecture, City & Regional Planning (pianificazione della città e del territorio) che preparano gli studenti ad affrontare le sfide connesse con l'ambiente urbano e la sua integrazione con l'ambiente naturale. L'obiettivo è di collegare domini ambientali (modelli naturali e interazioni), economici (modelli finanziari) e sociali (umani, culturali e spirituali) in relazione alla pratica professionale di pianificazione, progettazione e amministrazione. L'istruzione alla Morgan è diretta verso un ambiente urbano sostenibile, che sia bello, umano, socialmente appropriato e rigenerante.[31]

Biblioteca[modifica | modifica wikitesto]

La Soper Library possiede oltre 660.000 volumi, incluse le opere in collezioni speciali. Una tale raccolta comprende libri sull'Africa, in particolare quella subsahariana. La collezione afroamericana è un corpo di libri di importanza storica e moderni di e su afroamericani e comprende documenti e cimeli di persone come il defunto P. Scott Emmett, segretario di Booker T. Washington e Arthur J. Smith, che è stato associato con la Far East Consular Division del Dipartimento di Stato. La Forbush Collection, chiamata così da Bliss Forbush[32], è composta da materiali associati con i Quaccheri e la schiavitù. La Martin D. Jenkins Collection è stata acquisita nel 1980. Insieme, queste collezioni forniscono sia una visione contemporanea che storica degli afroamericani in materia di istruzione, servizio militare, politica e religione.

Vita e attività studentesche[modifica | modifica wikitesto]

Strutture residenziali[modifica | modifica wikitesto]

Circa 2.000 studenti sono ospitati in residenze tradizionali, due alti edifici e tre complessi di appartamenti. Baldwin, Cummings, Harper/Tubman e O'Connell sono in stile tradizionale.[33]

  • Baldwin (per studenti delle ultime classi)
  • Cummings (studenti che seguono Honors Program)[34]
  • Harper/Tubman (studentesse Honors Program)
  • O'Connell Hall (studenti matricole)

Blount Towers (studentesse) e Rawlings Hall (studenti delle ultime classi) sono edifici alti (da sei a otto piani). Thurgood Marshall (studenti e studentesse delle ultime classi) è un complesso di appartamenti situato all'interno del campus. Morgan View Apartments e Marble Hall Gardens sono appartamenti per studenti delle ultime classi in stile residenziale situati in complessi poco distanti dal campus.[35]

Attività sportive[modifica | modifica wikitesto]

Le squadre di atletica della Morgan sono conosciute come Bears (orsi) e si trovano a competere nella Mid-Eastern Athletic Conference (MEAC). Dal 1930 agli anni 1960, guidate dall'allenatore e poi direttore atletico Edward P. Hurt, le squadre della Morgan erano leggendarie. Più di trenta dei suoi giocatori di football furono selezionati per giocare nella National Football League[36] (NFL) e molti dei suoi atleti gareggiarono a livello internazionale. Entro la fine degli anni '60 la maggior parte dei college e università bianche posero fine alla loro segregazione contro gli studenti di colore delle scuole superiori[37] e molti studenti e atleti neri iniziarono a iscriversi nelle scuole dove solo un decennio prima erano stati esclusi. Mentre si raggiungeva un obiettivo nazionale della desegregazione, l'integrazione sottrasse forze atletiche a scuole come la Morgan e la Grambling State University. Ad esempio, la gara annuale tra Morgan e Grambling giocata a New York City negli anni sessanta attirava più di 60.000 spettatori.[38] Oggi, le due squadre anche nelle partite in casa e quando giocano l'una contro l'altra raramente attirano 10.000 tifosi, con l'eccezione dell'homecoming game, la partita in occasione del rientro a scuola.

Lacrosse[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1975, la Morgan divenne famosa per la sua squadra di lacrosse. Il lacrosse, era uno sport che, fino ad allora, era stato dominato dagli atleti bianchi; i giocatori di colore delle scuole superiori nel Maryland e New York avevano ancora dei problemi ad entrare nelle scuole dei bianchi. La Morgan è stata la prima (e fino alla fine del XXI secolo l'unica) università storicamente nera a mettere in campo una squadra di lacrosse.[8]
Diversi membri di quel team ora sono allenatori di lacrosse in scuole superiori locali. Tony Fulton e Curt Anderson sono stati eletti alla Maryland House of Delegates. Miles Harrison e l'allenatore Howard "Chip" Silverman hanno collaborato al libro Ten Bears[39], da cui sarà tratto un film.

Nel 2005, gli studenti hanno organizzato un club che gioca lacrosse con altri club di college, ma la squadra deve ancora qualificarsi per essere autorizzata NCAA.[40] L'Università non consentirà alla nuova squadra di utilizzare i suoi campi o strutture. La squadra ha giocato più di venti partite negli ultimi tre anni, la maggior parte in trasferta perché ai Bears manca un campo di casa, spogliatoi o servizi per la squadra ospitata.

Pallacanestro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009, la squadra di pallacanestro della Morgan State ha vinto la stagione regolare del torneo e i play-off del campionato MEAC (Mid-Eastern Athletic Conference) e si è qualificata per il 2009 nella I divisione di pallacanestro maschile NCAA. Nel loro primo torneo, i 15 Bears, testa di serie, persero nel settembre 2008 con la squadra maschile degli Oklahoma Sooners per 82-54 nel primo turno del South Regional.[41]

Nel 2010, gli uomini del basket team della Morgan State Morgan hanno vinto nuovamente la stagione regolare del torneo e i play-off del campionato MEAC e si sono qualificati per il 2010 nella prima divisione di pallacanestro maschile NCAA[42] e si sono qualificati per la NCAA Men's Division I di pallacanestro del 2010, di nuovo come 15 testa di serie. La Morgan perse con la West Virginia University nel primo turno con un punteggio di 77-50.[43]

Athletic Hall of Fame[modifica | modifica wikitesto]

Più di duecento atleti, uomini e donne, sono entrati nella Hall of Fame della Morgan State University. Tra essi il giocatore di football americano Leroy Kelly e l'allenatore dei Ten Bears, leggendario team di lacrosse, Howard Burton "Chip" Silverman.

Il coro[modifica | modifica wikitesto]

Il coro della Morgan State University,[44] che è stato guidato per più di tre decenni dal compianto Nathan Carter, celebrato direttore, compositore e arrangiatore, è uno dei cori universitari più prestigiosi della nazione. I gruppi che lo compongono includono l'University Choir, che è formato da oltre 140 voci, e i Morgan Singers (circa 40 voci). La maggior parte del repertorio è costituito da classico, gospel, musica popolare contemporanea, ma il coro è noto anche per la sua cura nella preservazione del patrimonio di spiritual, in particolare nelle interpretazioni storiche.[45]

Il Morgan State University Choir si è esibito per il pubblico di tutto gli Stati Uniti e in tutto il mondo, tra cui le Bahamas, Isole Vergini, Isole Canarie, Canada, Africa, Asia ed Europa. La loro più recente apparizione internazionale era a San Pietroburgo, in Russia su invito del maestro Jurij Temirkanov, direttore musicale della Baltimore Symphony Orchestra. In Russia, il Coro si è esibito nel 5° International Festival Arts Square ed è stato accolto con entusiasmo dal pubblico russo.

Il Coro è apparso in numerose occasioni al John F. Kennedy Center for the Performing Arts di Washington, al Lincoln Center e alla Carnegie Hall (New York), anche con opere in prima assoluta come "Poem on His Birthday" di John Corigliano, "Too Hot to Handel", arrangiato dai compositori di Broadway Bob Christianson e Gary M. Anderson[46] e "African Portraits" di Hannibal Lokumbe, diretto da Leonard Slatkin, nel corso del Kennedy Center's African Festival.

Uno dei momenti storici più significativi del coro è stata la possibilità di cantare sotto la direzione di Robert Shaw, che dirigeva l'Orchestra of St. Luke's, con la partecipazione di Jessye Norman e altri alla Carnegie Hall nel centenario della nascita di Marian Anderson (1997).[47]

Un altro importante traguardo storico avvenne nella stagione 1996-1997 con il "Silver Anniversary Concert", trasmesso in tutto lo stato del Maryland. Il concerto fece vincere tre premi Emmy alla Maryland Public Television (MPT). La MPT continua a trasmettere questa prestazione su richiesta degli utenti.

Noto per la qualità delle prestazioni, il Coro ha probabilmente più presenze annuali con le maggiori orchestre degli Stati Uniti rispetto a qualsiasi altro coro universitario. Ad esempio, la stagione 1998-1999 include esecuzioni con la National Symphony Orchestra degli Stati Uniti, la New York Philharmonic, l'Orchestra di Filadelfia, la Buffalo Symphony Orchestra, la Baltimore Symphony Orchestra e la Knoxville Symphony Orchestra. Durante la stagione 1999-2000, il Coro compare con la New York Philharmonic Orchestra in un lavoro recentemente commissionato per il millennio, "All Rise", di Wynton Marsalis. Il Coro ha ripresentato "All Rise" a Praga, nell'ottobre del 2000 e lo ha registrato con la Lincoln Center Jazz Orchestra, la Los Angeles Philharmonic e, nel 2003, ha inciso il pezzo a Parigi. Nel dicembre 2003 il coro "Ritratti africana" con la Sinfonica di Baltimora al Concerto di Gala per il Reginald F. Lewis Museum of Maryland African American History & Culture.

Nel numero del maggio 2004, il Reader's Digest poneva il Morgan State University Choir come "Best College Choir" nella sua lista dei "America's 100 Best".[48] Nel gennaio 2005, sotto la guida del Dr. Eric Conway, il coro ha eseguito la Sinfonia n. 2 "Lobgesang"' di Felix Mendelssohn, con la Baltimore Symphony Orchestra, oltre a ripetere l'esecuzione presso il Dipartimento di Stato su invito personale del segretario di Stato Condoleezza Rice con grande successo. Più recentemente, il Morgan State University Choir fu convocato per onorare Rosa Parks, l'umile sostenitrice del movimento per i diritti civili, prima donna le cui spoglie furono ospitate per la cerimonia funebre nella rotonda del Campidoglio. Nel luglio 2006, il Coro si recò a Praga, Repubblica Ceca, per due concerti con il maestro Paul Freeman. Nel novembre 2006 la Morgan State Choir partecipò a un concerto che celebrava il bicentenario e la riapertura della Cattedrale di Baltimora. Il Morgan State University Choir ha condiviso le sue doti musicali su molti stadi grande in tutto il mondo - con numerosi dignitari e interpreti celebri - rendendoli ambasciatori culturali per Morgan State University, la città di Baltimora, e lo stato del Maryland. Ogni anno, il Coro conclude la sua stagione con l'annuale Concerto di Primavera, con un vasto pubblico che partecipa con entusiasmo. Il Coro Universitario è stato recentemente in Ghana, su invito degli alunni della Morgan e dell'ambasciatrice Usa in Ghana, signora Pamela Bridgewater. Si sono esibiti in varie grandi città tra cui Accra, Kumasi e Sekondi-Takoradi.

Il 24 novembre 2008 i membri del coro, sono apparsi con la cantante country Faith Hill, nel programma della NBC Today.[49] Hanno anche fatto le apparizioni al David Letterman Show e nel Natale del Rockefeller Center 2008.

La Morgan State University Marching Band (foto del 1977).

Il 20 gennaio 2009 il coro si è esibito presso il War Memorial Plaza nel centro di Baltimora in occasione della tappa del tour di Barack Obama per la presidenza.[50]

La banda[modifica | modifica wikitesto]

La Morgan State University Band Program è composta da sei formazioni: la marching band, la banda sinfonica, la banda sinfonica con strumenti a fiato, la pep band, il jazz ensemble e il jazz combo.

Autodefinitasi Magnificent Marching Machine, la marching band si è esibita durante le partite di football della Morgan, partite della National Football League, inaugurazioni presidenziali, World Series e ha fatto apparizioni nelle televisioni locali e regionali.

La banda ha anche fatto un cameo nel film del 2003 Head of State ed è apparsa in The Skyshow, uno show televisivo con Tom Joyner.

Associazioni Greek letter[modifica | modifica wikitesto]

La Morgan State University ha sezioni di ciascuna organizzazione del Pan-Hellenic Council.

Organizzazioni NPHC alla Morgan
(in ordine di costituzione)
Organizzazione Nome della sezione
Alpha Phi Alpha Fraternity Inc. Beta Alpha
Alpha Kappa Alpha Sorority Inc. Alpha Delta
Kappa Alpha Psi Fraternity Inc. Alpha Iota
Omega Psi Phi Fraternity Inc. Pi
Delta Sigma Theta Sorority Inc. Alpha Gamma
Phi Beta Sigma Fraternity Inc. Gamma
Zeta Phi Beta Sorority Inc. Gamma
Sigma Gamma Rho Sorority Inc. Beta Tau
Iota Phi Theta Fraternity, Inc.[51] Alpha

La Morgan ospita varie altre associazioni di solidarietà studentesche. Queste sono parte del Council of Independent Organizations (CIO).[52]

Council of Independent Organizations
Organizzazione Nome della sezione
Alpha Nu Omega Fraternity Inc. Alpha
Alpha Nu Omega Sorority Inc. Alpha
Groove Phi Groove Social Fellowship Inc. Mother Bear[53]
Kappa Kappa Psi National Honorary Band Fraternity Inc. Eta Gamma
Malaika Kambe Umfazi Sorority, Inc. Njeri Zubari Queendom[54]
National Society of Pershing Angels Sorority Inc. Company J-8-5
National Society of Pershing Rifles Fraternity Inc. Company J-8
Phi Mu Alpha Sinfonia Fraternity of America Inc. Pi Eta
Sigma Alpha Iota International Music Fraternity for Women Inc. Kappa Xi
Swing Phi Swing Social Fellowship Inc. Marali Nubia Bear[55]
Tau Beta Sigma National Honorary Band Sorority Inc. Epsilon Omega


Alunni e docenti noti[modifica | modifica wikitesto]

Alunni della Morgan si sono distinti in atletica, scienza, governo e militare. Fra questi quattro membri della NFL Football Hall of Fame (Willie Lanier, Roosevelt Brown, Leroy Kelly e Len Ford), l'editore del Black Enterprise Magazine Earl Graves, il Giudice capo della Corte Suprema del Maryland, diversi generali dell'esercito degli Stati Uniti tra cui General William "Kip" Ward, il primo Comandante dell'United States Africa Command} e il colonnista del New York Times William Rhoden.
Tra i docenti che attualmente insegnano alla Morgan State University, l'autore/regista M. K. Asante, Jr., il gerontologo Gaynell Simpson e lo studioso Raymond Winbush che dirige l'Institute for Urban Research.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Brief History of Morgan State University, Morgan State University. URL consultato il 7 novembre 2010.
  2. ^ (EN) Brian Cox, Our Forefathers: The Founders of Morgan State, Spokesman, 8 febbraio 2002. URL consultato il 29 ottobre 2010.
  3. ^ (EN) John Thomas Scharf, History of Baltimore City and County, from the earliest period to the present day: including biographical sketches of their representative men, L.H. Everts, 1881, p. 667 (di 935).
  4. ^ Barbara Mills, "Got my mind set on freedom", p. 345
  5. ^ (EN) Morgan State University - This historically black college has a well-rounded liberal arts core, Baltimoresun.com, 29 agosto 2002. URL consultato il 29 ottobre 2010.
  6. ^ Lauraville è un quartiere di Baltimora a est del campus della Morgan. Coordinate geografiche 39°20′36″N 76°34′24″W / 39.343333°N 76.573333°W39.343333; -76.573333
  7. ^ In alcuni documenti la località Lauraville compare come Laurelville. Vedi: (EN) Ivy Mill Project, Graduate Program in Museum Studies & Historical Preservation - Morgan University. URL consultato il 7 novembre 2010. e (EN) Traditions, Morgan University. URL consultato il 7 novembre 2010.
  8. ^ a b (EN) Miles Harrison, Chip Silverman, Ten Bears, 1a, USA, Positive Publications Books, 2001, p. 19 (di 247), ISBN 0-9679922-1-4.
  9. ^ Diggs v. College Morgan, 105 A. 157, 133 Md 264 (1918): (EN) RUSSELL I. DIGGS ET AL. vs. MORGAN COLLEGE. (PDF), Maryland State Archives. URL consultato il 7 novembre 2010.
  10. ^ (EN) Communications Building - Lectern Training Manual (PDF), Morgan State University. URL consultato il 13 novembre 2010.
    (EN) Capital Projects, Morgan State University. URL consultato il 13 novembre 2010.
  11. ^ (EN) Panel asks more of Morgan, baltimoresun.com, 23 febbraio 2008. URL consultato il 29 ottobre 2010.
  12. ^ Sean Yoes, Questionable timing: Auditors want Morgan State to help find evidence of its wrongdoding, Baltimore Afro American. URL consultato il 31 marzo 2008. [collegamento interrotto]
  13. ^ Layout 1
  14. ^ (EN) Morgan State University, StateUniversity.com. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  15. ^ (EN) Schools & Colleges, Morgan State University. URL consultato il 6 novembre 2010.
  16. ^ (EN) College of Liberal Arts, Morgan State University. URL consultato il 6 novembre 2010.
  17. ^ (EN) School of Business and Management, Morgan State University. URL consultato il 6 novembre 2010.
  18. ^ (EN) School of Business and Management (SBM), Morgan State University. URL consultato il 6 novembre 2010.
  19. ^ (EN) Morgan State University Clarence M. Mitchell, Jr. School of Engineering. URL consultato il 6 novembre 2010.
  20. ^ (EN) School of Computer, Mathematical & Natural Sciences, Morgan State University. URL consultato il 6 novembre 2010.
  21. ^ (EN) School of Graduate Studies, Morgan State University. URL consultato il 6 novembre 2010.
  22. ^ (EN) http://www.morgan.edu/School_of_Architecture_and_Planning.html, Morgan State University. URL consultato il 6 novembre 2010.
  23. ^ (EN)  School of Community Health and Policy , Morgan State University. URL consultato il 6 novembre 2010.
  24. ^ (EN) Estuarine Research Center (ERC), Morgan State University. URL consultato il 6 novembre 2010.
  25. ^ Liberal Arts: materie umanistiche.
  26. ^ Morgan State University - College of Liberal Arts
  27. ^ http://www.morgan.edu/College_of_Liberal_Arts/Departments/Communication_Studies/DegreesMajors/Speech_Communication.html
  28. ^ Minors: corsi che uno studente inserisce nel proprio piano di studi, ma che non costituiscono il nucleo centrale della propria laurea (che in genere sono insegnamenti majors). Un insegnamento minor viene studiato per interesse personale o perché è ritenuto utile nella futura attività professionale.
  29. ^ http://www.morgan.edu/School_of_Business_and_Management/Departments.html
  30. ^ Industrial Manufacturing Information Engineering Graduate Program
  31. ^ Morgan State University - <a href="http://www.morgan.edu/">[+]</a>
  32. ^ Bliss Forbush (1896-1987), educatore quacchero. http://www.swarthmore.edu/library/friends/ead/5043forb.xml
  33. ^ (EN) Facilities, Morgan State University. URL consultato il 7 novembre 2010.
  34. ^ (EN) About the University Honors Program, Morgan State University. URL consultato il 13 novembre 2010.
  35. ^ (EN) The Residence Halls, Morgan State University. URL consultato il 6 novembre 2010.
  36. ^ NFL Players who attended Morgan State University in databasefootball.com.
  37. ^ Professor Revising History of College Desegregation. (archiviato dall'url originale il 19 giugno 2007).
  38. ^ Michael Janofsky e Thomas Rogers, Sports: Scouting in The New York Times, 28 gennaio 1984. URL consultato l'8 gennaio 2009.
  39. ^ (EN) Ten Bears, amazon.com. URL consultato il 6 novembre 2010.
  40. ^ (EN) Lacrosse Returns to Morgan State University, Spokesman, 19 marzo 2010. URL consultato il 6 novembre 2010.
  41. ^ NCAA Tournament Bracket - 2009, ESPN. URL consultato il 28 marzo 2009.
  42. ^ MEACsports.com - The Official Site of the Mid-Eastern Athletic Conference
  43. ^ (EN) Men's Basketball - final, ESPN.com. URL consultato il 6 novembre 2010.
  44. ^ (EN) Morgan State University Choir,  Morgan State University. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  45. ^ (EN) The Morgan State University Choir - Dr. Eric Conway, Director, Morgan State University. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  46. ^ (EN) Too Hot to Handel is a unique reinterpretation of Handel's "Messiah" transformed into a Jazz - Gospel arrangement by Bob Christianson & Gary Anderson,  TOO HOT, LLC. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  47. ^ (EN) Chronology of Major Choir Events, Morgan State University. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  48. ^ (EN) Best of America - Best College Choir, The Reader's Digest Association, Inc., maggio 2004. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  49. ^ (EN) Faith Hill fulfills her Christmas dream, Associated Press, 24 novembre 2008. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  50. ^ (EN) 40,000 at whistlestop cheer Obama on way to capital, People's Weekly World, 20 gennaio 2009. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  51. ^ La Iota Phi Theta Fraternity, Inc. fu fondata alla Morgan State University il 19 settembre 1963.
  52. ^ Greek Life
  53. ^ Mother Bear chapter
  54. ^ Queendom profiles
  55. ^ Swing Phi Swing Mid-atlantic Region

Approfondimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 39°20′45.24″N 76°34′59.52″W / 39.3459°N 76.5832°W39.3459; -76.5832

Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America