Maria Luisa Carlotta di Borbone-Parma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Luisa Carlotta
di Borbone-Parma
Maria Luisa di Borbone Parma 1802 1857.jpg
Principessa di Sassonia
In carica 15 novembre 1825 – 18 marzo 1857
Nome completo Maria Luisa Carlotta di Borbone-Parma
Trattamento Sua altezza reale
Altri titoli Principessa d'Etruria
Principessa di Lucca
Principessa di Parma, Piacenza e Guastalla
Infanta di Spagna
Nascita Barcellona, 2 ottobre 1802
Morte Roma, 18 marzo 1857
Dinastia Borbone di Parma
Padre Ludovico I di Borbone
Madre Maria Luisa di Borbone-Spagna
Coniugi Massimiliano di Sassonia
Ferdinando Rossi
Giovanni Vimercati
Religione cattolicesimo

Maria Luisa Carlotta di Borbone-Parma (Barcellona, 2 ottobre 1802Roma, 18 marzo 1857) fu una principessa d'Etruria, per matrimonio principessa di Sassonia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia del re di Etruria.

L' infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlia del principe Ludovico I di Borbone e dell'infanta Maria Luisa di Borbone-Spagna.

Nel 1801, per il trattato di Aranjuez, Ludovico divenne re d'Etruria a titolo di risarcimento per la sua rinuncia al Ducato di Parma. Fu così che la famiglia di Maria Luisa Carlota si trasferì a Firenze, prendendo residenza nel Palazzo Pitti. Solo pochi mesi dopo essersi stabiliti a Firenze, la famiglia reale fu richiamata in Spagna. Maria Luisa Carlota nacque infatti a Barcellona. La famiglia reale spagnola era in città per celebrare il matrimonio di suo zio materno Ferdinando, Principe delle Asturie con la principessa Maria Antonia di Borbone-Napoli avvenuto il 6 ottobre 1802. Era stata chiamata così in onore di sua zia defunta Maria Luisa Carlotta di Borbone-Spagna.

Sua madre, Maria Luisa, ebbe un parto difficoltoso. In un primo momento, i medici pensavano che madre e figlia non sarebbero sopravvissute.

La loro visita fu interrotta per la morte del nonno paterno, Ferdinando I, duca di Parma, il 9 ottobre 1802. Nel mese di dicembre del 1802 la famiglia reale tornò quindi a Firenze, ma suo padre, il re Ludovico, che soffriva di epilessia ed era spesso malato, morì qualche mese più tardi, il 27 maggio 1803.

Maria Luisa di Spagna, duchessa di Lucca con i figli, Carlo Ludovico e Maria Luisa.

Suo fratello Carlo Ludovico successe al padre nel 1803, sotto la reggenza della madre Maria Luisa. Nel 1807 venne cacciato dal trono dall'esercito di Napoleone, che gli promise in cambio il trono del regno della Lusitania settentrionale (il nord del Portogallo), ma questo progetto non si realizzò mai, a causa della rottura tra Napoleone e i Borbone-Spagna nel 1808. Maria Luisa Carlotta, sua madre e il fratello cercarono rifugio in Spagna; arrivarono alla corte di Carlo IV, il 19 febbraio 1808. La Spagna era in agitazione, e meno di tre mesi dopo il loro arrivo, tutti i membri della famiglia reale spagnola furono portati in Francia su ordine di Napoleone, che diede la corona spagnola al fratello Giuseppe. Maria Luisa Carlotta lasciò la Spagna con la madre e il fratello, il 2 maggio 1808 per Bayonne e poi Compiegne, la residenza che gli era stata assegnata.

A Maria Luisa era stato promesso il palazzo di Colorno a Parma e un assegno consistente, ma Napoleone non mantenne la sua parola e Maria Luisa Carlotta con la madre e il fratello furono tenuti prigionieri a Nizza. Quando sua madre cercò di fuggire dalla presa di Napoleone, fu arrestata e rinchiusa in un convento a Roma nel mese di agosto del 1811. Ella condivise la prigionia con la madre fino al 1814.

Dopo la caduta di Napoleone, nel 1815, la casa di Borbone-Parma non fu restaurata nel Ducato di Parma, che fu invece affidato a Maria Luigia, moglie di Napoleone. Il 13 marzo 1824 suo fratello Carlo Ludovico, divenne Carlo I, duca di Lucca, egli fu compensato con questo ducato e con la promessa di rientro nella signorìa del Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla alla morte di quest'ultima.

I matrimoni[modifica | modifica wikitesto]

I suoi nonni materni e lo zio Ferdinando VII volevano far sposare Maria Luisa Carlota, allora quattordicenne, all'Infante Francisco de Paula, il fratello più giovane di sua madre, questo matrimonio non fu mai celebrato.

Sposò invece Massimiliano (1759-1838), principe ereditario di Sassonia , rimasto vedovo della di lei zia Carolina di Borbone-Parma, a Lucca il 15 novembre 1825 (per procura) e di nuovo a Dresda il 7 novembre 1825. Non ebbe figli suoi ma si occupò di quelli di Massimiliano e Carolina, tra i quali i futuri re Federico Augusto II di Sassonia e Giovanni di Sassonia. Massimiliano rinunciò ai suoi diritti al trono nel 1830. Egli morì nel 1838. Maria Luisa Carlotta trascorse gran parte della sua vita a Vienna, dove era conosciuta per la sua eccentricità.

Rimasta vedova nel 1838, si risposò lo stesso anno con il conte Ferdinando Rossi (1796-1854); di nuovo vedova nel 1854, l'anno successivo sposò il conte Giovanni Vimercati (1788-1861), con il quale passò a Roma gli ultimi anni.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Ducato di Parma
Casa di Borbone-Parma
Ducal Coat of Arms of Parma (1748-1802).svg

Carlo I (1731 - 1735)
Filippo I (1748 - 1765)
Ferdinando I (1765 - 1802)
Figli
Ludovico (Re d'Etruria)
Figli
Carlo II (1847 - 1849)
Figli
  • Luisa Francesca (1821 - 1823)
  • Carlo III (1823 - 1854)
Carlo III (1849 - 1854)
Figli
Roberto I (1854 - 1859)
Figli
  • Maria Luisa (1870-1899)
  • Ferdinando (1871 - 1871)
  • Luisa Maria (1872-1943)
  • Enrico (1873-1939)
  • Maria Immacolata (1874-1914)
  • Giuseppe (1875-1950)
  • Maria Teresa (1876-1959)
  • Maria Pia (1877-1915)
  • Beatrice (1879-1946)
  • Elias (1880-1959)
  • Maria Anastasia (1881 - 1881)
  • Augusto (1882 - 1882)
  • Maria delle Neve (1885-1959)
  • Sisto (1886-1934)
  • Francesco Saverio (1889-1977)
  • Francesca (1890-1978)
  • Zita (1892-1989)
  • Felice (1893-1970)
  • Renato (1894-1962)
  • Maria Antonia (1895-1937)
  • Isabella (1898-1984)
  • Luigi (1899-1967)
  • Enrichetta (1903-1987)
  • Gaetano (1905-1958)
Enrico di Borbone
Giuseppe di Borbone
Elias di Borbone
Figli
  • Elisabetta (1904-1983)
  • Carlo (1905-1912)
  • Maria Francesca (1906-1994)
  • Roberto Ugo (1909-1974)
  • Francesco (1913-1939)
  • Giovanna (1916-1949)
  • Alice (1917)
  • Maria Cristina (1925)
Roberto Ugo di Borbone
Saverio di Borbone
Figli
  • Maria Francesca (1928)
  • Carlo Ugo (1930)
  • Maria Teresa (1933)
  • Maria Cecilia (1935)
  • Maria della Neve (1937)
  • Sisto Enrico (1940)
Carlo Ugo di Borbone
Figli
Carlo Saverio
Modifica
Maria Luisa Carlotta di Borbone-Parma Padre:
Ludovico I di Borbone
Nonno paterno:
Ferdinando I di Parma
Bisnonno paterno:
Filippo I di Parma
Trisnonno paterno:
Filippo V di Spagna
Trisnonna paterna:
Elisabetta Farnese
Bisnonna paterna:
Luisa Elisabetta di Borbone-Francia
Trisnonno paterno:
Luigi XV di Francia
Trisnonna paterna:
Maria Leszczyńska
Nonna paterna:
Maria Amalia d'Asburgo-Lorena
Bisnonno paterno:
Francesco I di Lorena
Trisnonno paterno:
Leopoldo di Lorena
Trisnonna paterna:
Elisabetta Carlotta di Borbone-Orléans
Bisnonna paterna:
Maria Teresa d'Austria
Trisnonno paterno:
Carlo VI d'Asburgo
Trisnonna paterna:
Elisabetta Cristina di Brunswick-Wolfenbüttel
Madre:
Maria Luisa di Borbone-Spagna
Nonno materno:
Carlo IV di Spagna
Bisnonno materno:
Carlo III di Spagna
Trisnonno materno:
Filippo V di Spagna
Trisnonna materna:
Elisabetta Farnese
Bisnonna materna:
Maria Amalia di Sassonia
Trisnonno materno:
Augusto III di Polonia
Trisnonna materna:
Maria Giuseppa d'Austria
Nonna materna:
Maria Luisa di Borbone-Parma
Bisnonno materno:
Filippo I di Parma
Trisnonno materno:
Filippo V di Spagna
Trisnonna materna:
Elisabetta Farnese
Bisnonna materna:
Luisa Elisabetta di Borbone-Francia
Trisnonno materno:
Luigi XV di Francia
Trisnonna materna:
Maria Leszczyńska

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dama dell'Ordine della Croce Stellata (Impero austriaco) - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine della Croce Stellata (Impero austriaco)
Dama dell'Ordine di Sant'Elisabetta di Baviera - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine di Sant'Elisabetta di Baviera
Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa - nastrino per uniforme ordinaria Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]