Licofelone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Licofelone
Licofelone structure.svg
Nome IUPAC
[6-(4-clorofenil)-2,2-dimetil-7-fenil-2,3-diidro-1H-pyrrolizin-5-il]acetic acid
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C23H22ClNO2
Massa molecolare (u) 379,879 g·mol−1
Numero CAS [156897-06-2]
PubChem 133021
Indicazioni di sicurezza

Licofelone (conosciuto anche in fase sperimentale con la sigla ML 3000) è una molecola appartenente alla classe dei farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS). La molecola deriva dall'acido acetico ed è dotata di proprietà antiinfiammatorie, antipiretiche, analgesiche[1][2] e di antiaggregazione piastrinica.[3][4] Il farmaco è stato sviluppato da un consorzio denominato EuroAlliance e formato dalla società farmaceutica italiana Alfa Wasserman, da Merckle GmbH, e da Lacer SA.[5]

Farmacodinamica[modifica | modifica wikitesto]

Il meccanismo d’azione di licofelone è da mettere in relazione con le sue proprietà inibitorie della biosintesi delle prostaglandine. La ridotta sintesi di prostaglandine è secondaria alla inibizione da parte del farmaco dell'enzima prostaglandina-endoperossido sintasi nota anche come ciclossigenasi (COX-1/2). Licofelone per altro inibisce anche la 5-lipoossigenasi (5-LOX).[6]
Si ritiene che il favorevole profilo di tollerabilità gastrointestinale del composto sia legato al meccanismo combinato di inibizione della 5-LOX e della COX-1/2.[7]

Farmacocinetica[modifica | modifica wikitesto]

Negli studi sperimentali sui ratti, licofelone è stato somministrato per via orale ed a seguito dell'assorbimento nel tratto gastrointestinale si è distribuito ai diversi tessuti biologici, raggiungendo concentrazioni più elevate nel polmone, fegato, rene, cuore, intestino tenue e crasso. Verosimilmente il farmaco subisce una circolazione enteroepatica e viene metabolizzato attraverso un processo di glucuronazione. L'eliminazione del farmaco avviene, entro le 48 ore, per il 60% circa con le feci e per meno del 10% con le urine.

Usi clinici[modifica | modifica wikitesto]

Il farmaco negli studi preclinici effettuati in soggetti affetti da osteoartrite sembra avere un'efficacia paragonabile o leggermente superiore a quella del naproxene, possedendo una sicurezza gastrointestinale molto migliore.[8][9] È inoltre efficace nel proteggere la cartilagine articolare e lo spazio sinoviale verso la malattia degenerativa.[10][11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ S. Laufer, S. Tries; J. Augustin; R. Elsässer; W. Albrecht; R. Guserle; DR. Algate; PR. Atterson; PL. Munt, Acute and chronic anti-inflammatory properties of [2,2-dimethyl-6-(4- chlorophenyl)-7-phenyl-2,3-dihydro-1H-pyrrolizine-5-yl]-acetic acid. in Arzneimittelforschung, vol. 45, nº 1, Jan 1995, pp. 27-32, PMID 7893265.
  2. ^ DR. Algate, J. Augustin; PR. Atterson; DJ. Beard; CM. Jobling; S. Laufer; PL. Munt; S. Tries, General pharmacology of [2,2-dimethyl-6-(4-chlorophenyl)-7-phenyl-2,3- dihydro-1H-pyrrolizine-5-yl]-acetic acid in experimental animals. in Arzneimittelforschung, vol. 45, nº 2, Feb 1995, pp. 159-65, PMID 7710439.
  3. ^ S. Rotondo, G. Dell'Elba; K. Krauze-Brzósko; S. Manarini; N. Martelli; R. Pecce; V. Evangelista; C. Cerletti, Licofelone, a dual lipoxygenase-cyclooxygenase inhibitor, downregulates polymorphonuclear leukocyte and platelet function. in Eur J Pharmacol, vol. 453, nº 1, Oct 2002, pp. 131-9, PMID 12393068.
  4. ^ SK. Kulkarni, VP. Singh, Licofelone--a novel analgesic and anti-inflammatory agent. in Curr Top Med Chem, vol. 7, nº 3, 2007, pp. 251-63, PMID 17305568.
  5. ^ C. Ding, F. Cicuttini, Licofelone (Merckle). in IDrugs, vol. 6, nº 8, Aug 2003, pp. 802-8, PMID 12917777.
  6. ^ S. Laufer, S. Tries; J. Augustin; G. Dannhardt, Pharmacological profile of a new pyrrolizine derivative inhibiting the enzymes cyclo-oxygenase and 5-lipoxygenase. in Arzneimittelforschung, vol. 44, nº 5, maggio 1994, pp. 629-36, PMID 8024637.
  7. ^ S. Tries, W. Neupert; S. Laufer, The mechanism of action of the new antiinflammatory compound ML3000: inhibition of 5-LOX and COX-1/2. in Inflamm Res, vol. 51, nº 3, Mar 2002, pp. 135-43, PMID 12005204.
  8. ^ JM. Alvaro-Gracia, Licofelone--clinical update on a novel LOX/COX inhibitor for the treatment of osteoarthritis. in Rheumatology (Oxford), 43 Suppl 1, Feb 2004, pp. i21-5, DOI:10.1093/rheumatology/keh105, PMID 14752172.
  9. ^ SK. Kulkarni, VP. Singh, Licofelone: the answer to unmet needs in osteoarthritis therapy? in Curr Rheumatol Rep, vol. 10, nº 1, Jan 2008, pp. 43-8, PMID 18457611.
  10. ^ F. Celotti, T. Durand, The metabolic effects of inhibitors of 5-lipoxygenase and of cyclooxygenase 1 and 2 are an advancement in the efficacy and safety of anti-inflammatory therapy. in Prostaglandins Other Lipid Mediat, vol. 71, 3-4, Jul 2003, pp. 147-62, PMID 14518558.
  11. ^ JP. Raynauld, J. Martel-Pelletier; P. Bias; S. Laufer; B. Haraoui; D. Choquette; AD. Beaulieu; F. Abram; M. Dorais; E. Vignon; JP. Pelletier, Protective effects of licofelone, a 5-lipoxygenase and cyclo-oxygenase inhibitor, versus naproxen on cartilage loss in knee osteoarthritis: a first multicentre clinical trial using quantitative MRI. in Ann Rheum Dis, vol. 68, nº 6, Jun 2009, pp. 938-47, DOI:10.1136/ard.2008.088732, PMID 18653484.