La squadra (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La squadra
La squadra tv.png
Paese Italia
Anno 2000-2007
Formato serie TV
Genere poliziesco, drammatico
Stagioni 8
Episodi 221
Durata 90-100 min (puntata)
Lingua originale italiano
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio
Colore colore
Audio stereo
Crediti
Ideatore Wayne Doyle, Mauro Casiraghi, Chris Mc. Court
Soggetto Mario Cristiani, Donatella Diamanti, Debora Alessi, Antonio Leonardi, Francesca Serafini, Gianpaolo Tescari, Vinicio Canton, Massimo Martella
Interpreti e personaggi
Fotografia Pietro Emozione, Enzo Napolitano
Montaggio Pietro Centomani
Musiche Vito Abbonato, Andrea Ridolfi
Scenografia Mario Di Pace
Costumi Itala Scandariato
Casa di produzione Grundy Italia, Rai Fiction
Prima visione
Prima TV Italia
Dal 3 marzo 2000
Al 5 dicembre 2007
Rete televisiva Rai 3
Opere audiovisive correlate
Seguiti La nuova squadra

La squadra è una serie televisiva poliziesca italiana andata in onda su Raitre dal 2000 al 2007.

La serie è ambientata a Napoli, nell'immaginario "commissariato Sant'Andrea" nel quartiere Piscinola.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi personaggi de La squadra.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

La squadra è una produzione Rai Fiction, Grundy Italia, Centro di Produzione TV Rai di Napoli.

La squadra è stata la prima fiction poliziesca italiana a proporsi con un format seriale statunitense (The Bill[1]): anziché indugiare esclusivamente su un personaggio, la scelta è di esplorare a trecentosessanta gradi ogni membro del cast. Questa innovativa scelta ha generato nuove serie poliziesche italiane basate sul medesimo format.

La serie è stata spesso giudicata positivamente e verosimile, anche dalla stessa Polizia[2], nonostante alcune critiche ricevute riguardo alla recitazione degli attori[3].

Dalla settima stagione la serie è stata girata interamente in alta definizione ed inoltre, per la prima volta nella storia delle Fiction, alcune scene d'azione sono state riprese da elicottero radiocomandato.

Location[modifica | modifica sorgente]

I cattivi della fiction[modifica | modifica sorgente]

Di seguito è riportata la lista dei personaggi che, nel corso delle otto serie, interpretano il ruolo dei criminali intorno ai quali si concentrano le indagini più complesse per la cattura:

  • Sante Palizzi (2ª serie)
  • Sanniti (1ª serie)
  • Maria Coppola (1ª e 4ª serie)
  • Annibale Ruotolo (8ª serie)
  • Vincenzo Matrone (7ª-8ª serie)
  • Benedetto De Giovanni (7ª serie)
  • Nicola Jovine (2ª serie)
  • Mimmo Jovine (3ª serie)
  • I fratelli Nino e Franco Assomma (3ª serie)
  • Giovanni Bellomo (5ª serie)
  • Carmelo Paternò (5-7ª serie)
  • Rosalba Pintauro (4ª serie)
  • Carmine Torretta (2ª-4ª serie)
  • Lucia Giordana (5ª e 8ª serie)
  • Giacomo Sorvino (4ª serie)
  • Alessio Giardini (3-4ª serie)
  • Gaetano Santarcangelo (1ª serie)
  • Salvatore Mirante (8ª serie)

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Il primo episodio è stato trasmesso venerdì 3 marzo 2000[4].

Le serie si compone di otto stagioni, per un totale di 221 episodi.

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 26 2000
Seconda stagione 26 2001
Terza stagione 39 2002
Quarta stagione 26 2003
Quinta stagione 22 2004
Sesta stagione 30 2005
Settima stagione 26 2006
Ottava stagione 26 2007

Chiusura della serie[modifica | modifica sorgente]

Mercoledì 5 dicembre 2007 è andato in onda su Rai tre l'ultimo episodio della serie, il 221º, che si colloca cronologicamente 9 mesi dopo la penultima puntata.

Ultimo episodio[modifica | modifica sorgente]

Napoli. Il Sant'Andrea ora è guidato da Pettenella, tornato insieme alla Veneziani. Cafasso, che da tempo è in un altro commissariato come vicario, lo informa che lo stabile diventerà presto una struttura più burocratica e verranno tutti trasferiti. Ramaglia e la Spanò hanno ripreso il loro posto alle Volanti. L'ispettore Guerra è molto felice, poiché la sua compagna Elena è incinta. Lui, Sciacca, Battiston e Russo vengono contattati da Depretis, che però non si presenta all'incontro prefissato via SMS. Indagando, scoprono che è tornato in Italia con Tania, accompagnando una bambina. Arrivano poi a sapere che quella piccola era una clandestina da cui il boss mafioso Salvatore Mirante aveva intenzione di prelevare un rene per il figlio malato. L'intera squadra ce la mette tutta per risolvere la situazione. Depretis viene intanto trovato cadavere, e si scopre che aveva finto di stare al gioco del boss solo per rientrare in Italia e salvare la bambina. Opponendosi, era stato picchiato a sangue e poi fatto bruciare nella sua auto. Alla fine si riesce a rintracciare Tania, insieme alla bambina. Guerra riesce a neutralizzare uno degli sgherri del boss ed a salvare la piccola, ma viene ucciso da Frigerio, un compagno del malavitoso. L'intero commissariato si dispera per la perdita. Al termine dell'episodio Cafasso, parlando da amico, ricorda al gruppo che la riorganizzazione delle strutture è stata resa necessaria per opporsi con maggior efficacia al crimine, rammaricandosi circa il fatto che il Sant'Andrea sia trasformato in un luogo dove si timbreranno solo carte e poco altro, dato che per anni non è stato solo un luogo di lavoro, e ciascuno dei componenti porterà con sé sia il ricordo di Pietro, Anna, Sergio, Stefano ed altri colleghi rimasti uccisi, sia la fierezza per le tante indagini portate a buon fine, affinché da quella squadra possano nascerne altre vincenti.

Polemiche[modifica | modifica sorgente]

Vi sono state numerose polemiche da parte dei fan (e da alcuni membri del cast) contro la RAI, colpevole di aver sospeso la serie nonostante gli stabili indici d'ascolto, e l'infelice collocazione nel palinsesto.

Spin-off[modifica | modifica sorgente]

Dalla primavera del 2008 su Raitre va in onda La nuova squadra, serie che rappresenta uno spin-off de La squadra. L'azione si svolge sempre a Napoli, ma nel quartiere Spaccanapoli. La durata delle puntate è passata da 100 minuti l'una a 50'.

Nel cast sono stati riconfermati Tony Sperandeo (Sciacca), Federico Tocci (Battiston) e Gennaro Silvestro (Silla), che rappresentano il trait-d'union fra le due serie, mentre vi sono state molte nuove entrate, tra cui Rolando Ravello, Pietro Taricone, Marco Giallini, Irene Ferri ed Andrea Tidona.

DVD[modifica | modifica sorgente]

La prima stagione della serie è disponibile in DVD distribuita da Rai Trade, non in cofanetto bensì in confezione singola (un episodio in ogni disco).

La fiction, sebbene prodotta da Rai Fiction, fa parte del catalogo di Mediaset Distribution, con il nome di The Squad[5].

Pubblicità progresso[modifica | modifica sorgente]

I produttori di questa fiction hanno aiutato la Polizia nella produzione di uno spot pro-sicurezza contro i botti di capodanno.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Aldo Grasso, Troppa Umanità nella "Squadra" in Corriere della Sera, 18 maggio 2007, p. 63. URL consultato il 02-03-2008.
  2. ^ La serie poliziesca amata dai poliziotti in Corriere della Sera, 04 aprile 2007, p. 54. URL consultato il 02-03-2008.
  3. ^ Aldo Grasso, Una "Squadra" senza dialoghi né recitazione in Corriere della Sera, 11 novembre 2004, p. 41. URL consultato il 02-03-2008.
  4. ^ Polizia nuova "Star" della fiction in Corriere della Sera, 1° marzo 2000, p. 38. URL consultato il 02-03-2008.
  5. ^ Mediaset Distribution: Squad, The (seasons 2,5,6). URL consultato il 20-07-2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione