Kent Smith

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kent Smith

Kent Smith, all'anagrafe Frank Kent Smith (New York, 19 marzo 1907Woodland Hills, 23 aprile 1985), è stato un attore cinematografico, teatrale e televisivo statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Kent Smith fece il suo esordio teatrale a Broadway nel 1932, all'età di 25 anni, nella pièce Men Must Fight e, per alcuni anni, calcò il palcoscenico prima di approdare a Hollywood, dove debuttò con il ruolo di Woode Swift nel film La volontà occulta (1936), tratto dal romanzo The Garden Murder Case di S.S. Van Dine.

Il successo sul grande schermo giunse per Smith nel 1942, quando interpretò il ruolo dell'architetto Oliver "Ollie" Reed nel celebre horror Il bacio della pantera (1942) di Val Lewton, accanto all'attrice francese Simone Simon. Durante la prima metà degli anni quaranta, l'attore mantenne il successo ottenuto con la pellicola di Lewton e si assicurò diversi ruoli da protagonista, tra cui quello del professor Nichols in Hitler's Children (1943), e di Paul Martin in Questa terra è mia (1943), pellicole entrambe di forte impegno antinazista.

Nel 1944, Smith riprese il ruolo dell'architetto "Ollie" Reed nel film Il giardino delle streghe (1944), sequel de Il bacio della pantera, diretto da Robert Wise. L'anno successivo prese parte a un altro celebre noir del periodo, La scala a chiocciola (1945) di Robert Siodmak, in cui interpretò il ruolo del Dottor Parry. Nella seconda metà degli anni quaranta, l'attore passò gradualmente a ricoprire ruoli di co-protagonista e di caratterista, prevalentemente in melodrammi quali La fonte meravigliosa (1949), accanto a Gary Cooper e Patricia Neal, Questo mio folle cuore (1949), al fianco di Susan Hayward e Dana Andrews, e I dannati non piangono (1950), con Joan Crawford.

Durante gli anni cinquanta, Smith lavorò soprattutto per la televisione, tornando sul grande schermo solo in rare occasioni, quali il melodramma Sayonara di Joshua Logan (1957), interpretato con Marlon Brando, l'avventuroso Gli uomini della terra selvaggia (1958) di Delmer Daves, remake western del poliziesco Giungla d'asfalto (1950)[1], e il noir Il dominatore di Chicago (1958) di Nicholas Ray.

Tra le più significative apparizioni televisive di Smith, sono da ricordare le serie Carovane verso il West (1957-1960), Perry Mason (1961-1963), Gunsmoke (1963-1964), Rawhide (1959-1964) e, in particolare, Peyton Place, in cui interpretò il ruolo del dottor Robert Morton in 44 episodi girati fra il 1964 e il 1966, e la serie fantascientifica Gli invasori, in cui ricoprì il ruolo di Edgar Scoville in 13 episodi (1967-1968).

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il primo matrimonio (1937-1954) con la collega Betty Gillette, Kent Smith si risposò nel 1962 con un'altra attrice, Edith Atwater. Il matrimonio durò fino alla morte di Smith, sopravvenuta il 23 aprile 1985, all'età di 78 anni, per un attacco cardiaco.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Kent Smith è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il dizionario dei film, Pino Farinotti, Ed. Sugarco, 1990, pag. 1110

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 10049690