Jack Klugman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jack Klugman nel novembre 2009

Jacob Joachim "Jack" Klugman (Filadelfia, 27 aprile 1922Northridge, 24 dicembre 2012) è stato un attore cinematografico e televisivo statunitense.

È conosciuto al grande pubblico per il ruolo del dott. Quincy nella serie televisiva Quincy (1976-1983) e precedentemente, per aver interpretato Oscar Madison nella serie televisiva La strana coppia (1970-1975).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nato a Filadelfia, Jack Klugman iniziò a recitare dopo aver combattuto nell'esercito americano durante la seconda guerra mondiale. Nei suoi primi anni di carriera, condivise la stanza a New York City con Charles Bronson, quando ancora nessuno dei due era famoso. Frequentò la Carnegie Mellon University, laureandosi nel 1948.

Recitò in numerosi film divenuti classici del cinema, tra cui La parola ai giurati (1957), nella parte del giurato numero 5, ed è stato l'ultimo a morire tra gli attori che recitarono nella parte dei giurati in quello che Klugman giudicava il suo film preferito. Tra gli altri film, recitò ne I giorni del vino e delle rose (1962) e ne La ragazza di Tony (1969).

Vinse un Emmy Award per il suo ruolo nella serie televisiva La parola alla difesa ed apparve in quattro episodi della celebre serie Ai confini della realtà (in cui fu l'attore con più presenze insieme a Burgess Meredith). Lavorò accanto a Humphrey Bogart e Henry Fonda in The Petrified Forest, dramma trasmesso in diretta televisiva nel 1954.

La sua fama è però sicuramente da ricondurre al suo ruolo di protagonista in due popolari serie televisive degli anni settanta e dei primi anni ottanta: La strana coppia (1970-1975), accanto a Tony Randall, e Quincy (1976-1983). Recitò anche nella produzione originale teatrale de La strana coppia a Broadway, dopo aver sostituito Walter Matthau, e vinse due Emmy Awards per l'adattamento televisivo della celebre commedia di Neil Simon.

Ottenne la nomination per il Tony Award nel 1960 come Best Supporting Actor (Musical) per il suo ruolo in Gypsy, venendo battuto da Tom Bosley che invece recitava in Fiorello!. Durante il tour di prova nel 1959, molte canzoni furono tagliate, compreso il motivo Nice, She Ain't cantato dal personaggio di "Herbie" (interpretato da Klugman), e soppresso per via della pessima voce dell'attore.

Nel 1974 gli fu diagnosticato un tumore alla gola al quale sopravvisse, ma che successivamente si ripresentò, causandogli nel 1989 la perdita di una corda vocale, perdita che gli lasciò una voce stridula e gracchiante; tuttavia egli continuò a recitare sia in televisione che a teatro. Negli anni novanta ebbe un ruolo da guest star in Un detective in corsia, nel quale la sua malattia fu parte del suo personaggio: nell'episodio egli recitò infatti la parte di un detective precedentemente sottoposto a un intervento alla gola, il quale si trovava a dover risolvere un caso prima di morire di cancro. Apparve anche in un secondo episodio della serie, nella parte di un assassino. Il suo cancro fu incluso anche nella trama de La strana coppia: ancora insieme, un film TV in cui egli riformò la coppia con Tony Randall.

Apparizioni negli anni novanta[modifica | modifica sorgente]

Nel 1993 apparve in una versione speciale di Going for Gold, un programma televisivo trasmesso in Gran Bretagna. In questa puntata speciale alcune star televisive vennero opposte ai campioni precedenti dello stesso programma: Klugman, in qualità di protagonista di Quincy, vinse la puntata speciale e poi proseguì fino a vincere l'intera serie del 1993.

Klugman apparve anche nella primissima settimana di Match Game, un revival degli anni Settanta, in cui di tanto in tanto sostituì l'allora moglie Brett Somers, quando lei divenne una presenza fissa nel programma qualche settimana dopo.

Nel 2008 Klugman fece causa alla NBC per mancato introito dei profitti su Quincy, ritenendo che la sua compagnia di produzione, la Sweater Productions, avrebbe dovuto ricevere il 25% dei guadagni netti del programma.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Dal primo matrimonio con Brett Somers, Klugman ebbe due figli, Adam (che fece una comparsa ne La strana coppia nella parte di Oscar Madison da bambino, durante un flashback) e David. Klugman e la Somers si erano sposati nel 1953, ma si separarono legalmente nel 1974, nonostante tecnicamente non abbiano mai divorziato e siano perciò rimasti sposati fino alla morte di lei, avvenuta nel 2007 all'età di 83 anni.

Come il suo personaggio televisivo de La strana coppia, lo stesso Klugman fu un appassionato di corse dei cavalli. Uno dei suoi animali, Jaklin Klugman, fu eletto "Cavallo dell'anno" in California nel 1980, dopo aver vinto numerose gare, tra cui il California Derby ed il Jerome Handicap, finendo invece terzo al Kentucky Derby. Il cavallo fu poi scritturato in uno spot pubblicitario per l'ippodromo di Aksarben.

È morto il 24 dicembre 2012, lo stesso giorno dell'attore suo contemporaneo Charles Durning, all'età di 90 anni, a Northridge[1] (California), nella sua casa di Woodland Hills, assistito dalla seconda moglie Peggy Crosby, sposata nel 2008. Klugman è sopravvissuto alla maggior parte dei suoi colleghi contemporanei, nonché agli undici coprotagonisti e al regista (Sidney Lumet) del film La parola ai giurati.

L'amicizia con Tony Randall[modifica | modifica sorgente]

Una grande amicizia lo legò a Tony Randall, suo co-protagonista ne La strana coppia, alla cui morte Klugman pronunciò l'elogio funebre dichiarando: "un mondo senza Tony Randall è un mondo che non riesco a riconoscere"[2].

Nel 2005 Klugman pubblicò Tony And Me: A Story of Friendship, un libro sulla sua lunga amicizia e collaborazione artistica con Randall. Al libro era allegato anche un DVD contenente alcuni "dietro le quinte" de La strana coppia, mai trasmessi.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ washingtonpost info morte
  2. ^ repubblica.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 87332363 LCCN: n81112917