Mark Stevens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mark Stevens nel film La fossa dei serpenti (1948)

Mark Stevens, nato Richard William Stevens (Cleveland, 13 dicembre 1916Majores, 15 settembre 1994), è stato un attore, produttore e regista cinematografico e televisivo statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nativo di Cleveland (Ohio), Mark Stevens inizialmente studiò pittura, prima di intraprendere la carriera teatrale. Successivamente lavorò alla radio come annunciatore ad Akron.

Trasferitosi a Hollywood all'inizio degli anni quaranta, venne messo sotto contratto dalla Warner Brothers, per cui girò il suo primo film, Destinazione Tokyo (1943), in un breve ruolo di supporto. Dapprima accreditato come Stephen Richards in film come Obiettivo Burma (1945) e C'è sempre un domani (1945), l'attore cambiò definitivamente il proprio nome in Mark Stevens, su suggerimento del produttore Darryl F. Zanuck, quando passò alla 20th Century Fox.

Nella seconda metà degli anni quaranta, Stevens si fece un certo nome in alcuni film noir di successo come Gli ammutinati di Sing Sing (1945) e Il grattacielo tragico (1946), quest'ultimo accanto a Lucille Ball. In Strada senza nome (1948) impersonò un agente inviato dall'F.B.I. per arrestare un gangster (interpretato da Richard Widmark). Nello stesso anno apparve nel dramma La fossa dei serpenti (1948), nel ruolo del marito di Olivia De Havilland, una donna mentalmente instabile, e si cimentò anche nel musical con E ora chi bacerà? (1947) e Dora bambola bionda! (1949).

Dall'inizio degli anni cinquanta Stevens iniziò a lavorare sempre più frequentemente per la televisione. Dal 1954 al 1956 interpretò il ruolo del giornalista Steve Wilson nella serie I segreti della metropoli, di cui girò ottanta episodi. Apparve in altre celebri serie come Carovane verso il West (1957), I racconti del West (1958) e Rawhide (1962). Dalla metà del decennio ampliò la sua attività artistica, cimentandosi anche come produttore e regista, sia nelle predette serie I segreti della metropoli e Carovane verso il West, sia al cinema, con il western Il sentiero della vendetta (1958), di cui fu anche interprete principale.

Verso la metà degli anni sessanta l'attore si trasferì in Europa e girò diversi film in Spagna. Rientrato negli Stati Uniti, continuò ad apparire sul piccolo schermo in popolari serie come Kojak (1975), Sulle strade della California (1975), La signora in giallo (1986) e Magnum P.I. (1987).

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Dall'unico matrimonio con Annelle Hayes, sposata nel 1945 e da cui divorziò nel 1962, Stevens ebbe due figli.

L'attore morì di cancro il 15 settembre 1994 a Majores (Spagna), all'età di 77 anni.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 51981775 LCCN: n78038760