Larry Peerce

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Larry Peerce (New York, 19 aprile 1930) è un regista statunitense.

I suoi lavori includono lo spettacolo teatrale Goodbye, Columbus, uno dei primi film musicali rock (The Big T.N.T. Show) ed il film One Potato, Two Potato (1964), la prima pellicola statunitense che rappresentasse la relazione interraziale tra un uomo di colore ed una donna bianca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel Bronx, figlio del tenore Jan Peerce[1][2] e della talent scout Alice Peerce[1], Larry studia all'Università della Carolina del Nord[3]. Il suo esordio alla regia è stato con One Potato, Two Potato, distribuito nel 1964 da Cinema V. La trama, allora pioneristica, racconta della drammatica relazione interraziale tra una divorziata bianca (interpretata da Barbara Barrie, che per questo ruolo ha vinto il premio per migliore attrice al Festival di Cannes nel 1964) e un impiegato nero (Bernie Hamilton).

Tra gli altri lavori, Peerce dirige in seguito diversi episodi del telefilm western Branded e della serie televisiva di supereroi Batman, prima di cimentarsi alla regia del film musicale rock The Big T.N.T. Show, uscito nel 1966 per l'American International Pictures, con interpreti quali The Byrds, Ray Charles, Bo Diddley, Donovan, The Lovin' Spoonful, The Ronettes ed Ike & Tina Turner Revue.

Dopo molta altra televisione, Peerce ritorna al cinema nel 1967 con The Mystery of the Chinese Junk e col thriller The Incident (New York: ore tre - L'ora dei vigliacchi) che ha offerto agli attori Martin Sheen e Tony Musante uno dei loro primi ruoli cinematografici. Ha poi diretto l'acclamato Goodbye, Columbus (1969) (in italiano: La ragazza di Tony), un adattamento dell'omonimo romanzo di Philip Roth. La pellicola frutta a Peerce la nomination per il DGA Award ed allo sceneggiatore Arnold Schulman la nomination all'Oscar per la miglior seneggiatura non originale.

La seguenti regie teatrali di Peerce includono The Sporting Club (1971), A Separate Peace, Ash Wednesday (1973) e The Other Side of the Mountain, conosciuto anche come A Window to the Sky (1975): il teatro gli dà però responsi meno favorevoli sia da parte dei critici che dal punto di vista commerciale. Ha poi diretto un film per la TV, The Stranger Who Looks Like Me (1974), nonché diversi episodi della serie televisiva per bambini The Ghost Busters, meglio nota come The Original Ghostbusters; dopo altre regie a teatro, che non gli danno grande successo, diventa direttore di miniserie televisive, tra le quali Queenie (ABC, 1987), The Neon Empire (Showtime, 1988), Wired (1989) sulla vita di John Belushi, la biografia di Jacqueline Kennedy A Woman Named Jackie (NBC, 1991) e John Jakes' Heaven & Hell: North & South, Book III (ABC, 1994). Inoltre ha diretto parecchi film per la televisione, l'ultimo dei quali è Second Honeymoon (2001), con Roma Downey and Tim Matheson.

Ha anche curato la regia di un episodio della serie CBS degli anni sessanta The Wild Wild West col nome di Lawrence Peerce.

Peerce è stato sposato con Marilyn Hassett, che ha recitato in molti film da lui diretti dalla metà fino alla fine degli anni settanta[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c FilmReference.com: Larry Peerce
  2. ^ AllMovie.com: Larry Peerce
  3. ^ The New York Times: The Big T.N.T. Show (1966)

Controllo di autorità VIAF: 80917943