GNOME Foundation

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
GNOME Foundation
GNOME Foundation
Tipo no-profit
Fondazione 15 agosto 2000
Sede centrale Stati Uniti Cambridge
Area di azione Mondiale
Direttore esecutivo Stati Uniti Karen Sandler
Sito web

La GNOME Foundation (ovvero, in italiano, Fondazione GNOME) è un'organizzazione non-profit nata nel 2000 con sede negli Stati Uniti, a Cambridge, Massachusetts, che coordina lo sviluppo del progetto GNOME.

Scopo[modifica | modifica sorgente]

Il progetto GNOME nasce per creare un desktop environment libero, completo e facile da usare e un framework per lo sviluppo di softare applicativo. GNOME è parte del progetto GNU, è software libero e sviluppato come software open source.

La fondazione GNOME lavora per raggiungere l'obiettivo del progetto GNOME: la creazione di una piattaforma informatica rivolta a tutti che sia completamente free software. Per raggiungere questo obiettivo la fondazione coordina i rilasci di GNOME e determina quali progetti vanno a far parte di GNOME. La fondazione è la voce ufficiale del progetto GNOME, l'interlocutore della stampa e delle organizzazioni, commerciali e non, che sono interessate al software GNOME.

La fondazione produce materiale educativo e documentazione per aiutare il pubblico a conoscere il software GNOME. Inoltre sponsorizza le conferenze tecniche su GNOME, come il GUADEC e il Boston Summit, rappresenta GNOME alle conferenze organizzate da terzi, aiuta a creare standard tecnici per il progetto e promuove l'uso e lo sviluppo di software GNOME.

Direzione[modifica | modifica sorgente]

La fondazione è presieduta da un direttore esecutivo e dalla Board of Directors.

Dal giugno 2011 Karen Sandler è il direttore della fondazione; in precedenza, dal luglio 2008, tale incarico è stato ricoperto da Stormy Peters[1].

Board of Directors[modifica | modifica sorgente]

La GNOME Foundation è governata dalla Board of Directors, che è eletta annualmente dalla comunità GNOME.

Attualmente i membri sono: Emmanuele Bassi, Joanmarie Diggs, Ekaterina Gerasimova, Tobias Mueller, Andreas Nilsson, Sriram Ramkrishna e Marina Zhurakhinskaya[2].

Advisory Board[modifica | modifica sorgente]

L'Advisory Board della fondazione è un insieme di organizzazionie aziende che comunicano strettamente con il Board of Directors del progetto GNOME; le organizzazioni possono aderire all'Advisory Board versando una quota annuale compresa tra 5000 e 10000 dollari o possono essere invitate come organizzazioni no-profit.

Attualmente fanno parte dell'Advisory Board: Canonical Ltd, Collabora, Debian, Free Software Foundation, Google, IBM, Igalia, Intel, Linux Foundation, Mozilla Foundation, One Laptop per Child, Private Internet Access, Red Hat, Software Freedom Law Center, Sugarlabs e SUSE[3].

Membri precedenti[modifica | modifica sorgente]

Alcuni membri precedenti:

Modalità di adesione[modifica | modifica sorgente]

Tutti i contributori GNOME possono diventare membri della fondazione. Tutti i membri sono eleggibili per la Board of Directors, possono votare alle elezioni del Board e suggerire referenda.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) GNOME hires Stormy Peters as Executive Director, GNOME Foundation, 2008-07-07. URL consultato il 2008-07-24.
  2. ^ (EN) The GNOME Foundation, GNOME Foundation. URL consultato il 5 novembre 2013.
  3. ^ (EN) GNOME Advisory Board, GNOME. URL consultato il 5 novembre 2013.
  4. ^ (EN) GNOME Foundation Membership, GNOME Foundation. URL consultato il 2008-07-25.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]