GNOME Panel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
GNOME Panel
Uno screenshot del desktop GNOME con due pannelli (in alto e in basso dello schermo)
Uno screenshot del desktop GNOME con due pannelli (in alto e in basso dello schermo)
Sviluppatore GNOME
Ultima versione 3.3.3 (16 novembre 2011)
Sistema operativo Multipiattaforma
Linguaggio
Genere Desktop environment
Licenza GNU Lesser General Public License
(Licenza libera)
Sito web live.gnome.org/GnomePanel

GNOME Panel è un'utilità per il desktop environment GNOME, che svolge le funzionalità di lanciatore (launcher) e barra delle applicazioni (taskbar). Costituisce una parte fondamentale del desktop GNOME ed è altamente configurabile.

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

Per impostazione predefinita, GNOME contiene due pannelli, uno in alto e l'altro sul fondo, che si estendono per tutta la larghezza dello schermo.

Il pannello superiore contiene di solito menu di navigazione con le etichette "Applicazioni", "Risorse", e "Sistema", in questo ordine. Questi menu servono rispettivamente ad eseguire le applicazioni comuni, le aree del file system e le preferenze di sistema e utilità di amministrazione. Il pannello superiore contiene di solito anche un orologio/calendario e un'area di notifica.

Il pannello inferiore invece di default è vuoto, a parte la presenza di alcuni pulsanti per navigare tra i desktop e un pulsante per minimizzare tutte le finestre e mostrare il desktop, e serve a navigare tra le finestre attive.

Personalizzazione[modifica | modifica sorgente]

Esempio dell'applet dell'area di notifica del gnome-panel, in GNOME 2.18

I pannelli possono essere popolati con altri menù e bottoni completamente personalizzabili, inclusi nuovi menu, caselle di ricerca e icone (chiamate launchers) che svolgono funzioni analoghe alla funzione di avvio rapido della barra delle applicazioni di Microsoft Windows. Altre applicazioni possono anche essere attaccate ai pannelli ed i pannelli sono altamente configurabili.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]