Gnote

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gnote
Logo
Gnote 0.6.2 in GNOME
Gnote 0.6.2 in GNOME
Sviluppatore Ray Debarshi
Ultima versione 3.9.0 (29 aprile 2013[1])
Sistema operativo Linux
Linguaggio C++
Genere Wiki
Licenza GNU GPL v3
(Licenza libera)
Sito web http://live.gnome.org/Gnote

Gnote è un'applicazione software per Linux libera e open-source per prendere appunti e note con lo stile di un wiki, derivata da Tomboy da Hubert Figuiere[2]. Gnote fa parte del desktop environment GNOME.

Per creare collegamenti tra le note usa un sistema di collegamento mutuato dai wiki.

Le parole nel corpo di ciascuna nota che corrispondono a note esistenti diventano automaticamente collegamenti ipertestuali a quelle note, consentendo la gestione di grandi quantità di informazioni personali. Alcuni plugin estendono il programma con funzionalità come l'esportazione in formato HTML e il supporto della stampa.

Clone[modifica | modifica sorgente]

Gnote è stato scritto in C++ come clone di Tomboy per eliminare la dipendenza da Mono. Ha causato qualche polemica quando il suo creatore è stato accusato di realizzare un'agenda anti-Mono. Questo fatto lo ha spinto a spiegare che Gnote è stato scritto come un esercizio di porting di applicazioni Mono[2].

Il programma è incluso in Fedora[3], dopo che Mono è stato escluso dal CD di installazione a causa della mancanza di spazio[4].

Alcuni computer non supportano ancora ufficialmente Mono, per esempio i netbook che montano la CPU Loongson (in Cina): su questi, Gnote è una buona alternativa a Tomboy.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Alcune funzionalità di editing supportate:

  • Ricerca full-text attraverso note;
  • Link a altre note;
  • Stile del testo (grassetto, corsivo, barrato, evidenziato);
  • Possibilità di cambiare le dimensioni del testo;
  • Elenchi puntati;
  • Funzionalità Annulla e Ripeti.

Plugin[modifica | modifica sorgente]

Gnote supporta plugin che aggiungono funzionalità quali:

  • Supporto per la stampa
  • Importatore di Sticky Notes;
  • Esportazione in HTML;
  • Links a Bugzilla;
  • Testo a spaziatura fissa;
  • Importatore da Tomboy;
  • Backlinks, per vedere quali note linkano la nota corrente;
  • Testo sottolineato;
  • Inserimento di timestamp.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Index of /pub/GNOME/sources/gnote. URL consultato il 21 maggio 2013.
  2. ^ a b Why I did write Gnote?, 27 luglio 2009. URL consultato il 4 settembre 2009.
  3. ^ Fedora Package Database -- gnote. URL consultato il 6 settembre 2009.
  4. ^ Fedora 12 Alpha release notes, 27 agosto 2009. URL consultato il 6 settembre 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]