Apache Software Foundation

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Apache Software Foundation
Apache Software Foundation
Tipo no-profit
Fondazione giugno 1999
Fondatore Brian Behlendorf, Ken Coar, Mark Cox, Lars Eilebrecht, Ralf S. Engelschall, Roy T. Fielding, Dean Gaudet, Ben Hyde, Jim Jagielski, Alexei Kosut, Martin Kraemer, Ben Laurie, Doug MacEachern, Aram Mirzadeh, Sameer Parekh, Cliff Skolnick, Marc Slemko, William Stoddard, Paul Sutton, Randy Terbush, Dirk-Willem van Gulik (attuale).
Sede centrale Stati Uniti Forest Hill (Maryland)
Area di azione Mondiale
Sito web

L'Apache Software Foundation (ASF) è una fondazione no-profit ed una comunità di sviluppo di progetti software come il web server Apache (il progetto principale) e la suite da ufficio Apache OpenOffice (gestita prima da Sun Microsystems e poi da Oracle America). L'ASF fu costituita nel giugno 1999[1][2].

Storia[modifica | modifica sorgente]

La storia di Apache Software Foundation è collegata al suo web server HTTP Apache, il cui lavoro è iniziato nel 1994. Un gruppo di otto sviluppatori iniziò a lavorare al miglioramento del demone HTTPd dell'NCSA. Furono conosciuti come Apache Group. Il nuovo prodotto, denominato Apache server fu rilasciato nell'aprile 1995.

Il 25 marzo del 1999, con l'entrata di IBM nella community dei programmatori di software gratuito in cambio del proprio codice sorgente[3] venne costituito il consorzio Apache Software Foundation[1]. Il primo incontro ufficiale della Apache Software Foundation si è tenuta il 13 aprile 1999 e da un consenso generale l'elenco iniziale di adesione alla Apache Software Foundation, sarebbe composto da: Brian Behlendorf, Ken Coar, Mark Cox, Lars Eilebrecht, Ralf S. Engelschall, Roy T. Fielding, Dean Gaudet, Ben Hyde, Jim Jagielski, Alexei Kosut, Martin Kraemer, Ben Laurie, Doug MacEachern, Aram Mirzadeh, Sameer Parekh, Cliff Skolnick, Marc Slemko, William (Bill) Stoddard, Paul Sutton, Randy Terbush e Dirk-Willem van Gulik[4]. Dopo una serie di riunioni supplementari per eleggere i membri del consiglio e risolvere alcune questioni giuridiche in materia di integrazione, l'effettiva data di associazione della Apache Software Foundation avvenne il 1º giugno 1999[2].

I membri attuali (2009) di ASF sono 501.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

È una comunità distribuita di sviluppatori che lavorano su progetti software open source. Questi progetti sono caratterizzati da un processo di sviluppo distribuito, collaborativo e basato sul consenso molto simile al progetto wikipedia. Ciascun progetto è gestito da un team di volontari che sono i contributori attivi al progetto. L'ASF è, inoltre, meritocratica, perché l'appartenenza alla comunità è concessa solo a chi partecipa attivamente ai progetti.

Tra gli obiettivi di ASF ci sono la protezione legale dei volontari partecipanti e la protezione del marchio Apache dall'uso fraudolento da parte di organizzazioni terze. I progetti ASF sono tutti licenziati con la Apache License.

Per consentire la riunione dei partecipanti, ASF organizza diverse conferenze ApacheCon incentrate sui progetti promossi e le relative tecnologie.

Progetti[modifica | modifica sorgente]

Lista di alcuni dei progetti promossi da ASF:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Roy T. Fielding, Certificate of Incorporation of the Apache Software Foundation. URL consultato il 26 maggio 2009.
  2. ^ a b Jim Jagielski, The Apache Software Foundation Board of Directors Meeting Minutes 01 June 1999. URL consultato il 26 maggio 2009.
  3. ^ Don Tapscott, Anthony D. Williams, Wikinomics pag.86
  4. ^ Ben Hyde, The Apache Software Foundation Board of Directors Meeting Minutes 13 April 1999. URL consultato il 26 maggio 2009.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]