Dragon Ball: Episode of Bardock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

1leftarrow.pngVoce principale: Film di Dragon Ball.

Dragon Ball: Episode of Bardock
manga
Titolo orig. ドラゴンボール エピソードオブバーダック
(Doragon Bōru Episōdo obu Bādakku)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autori
Editore Shueisha
1ª edizione 2011
Collanaed. V-Jump
Target shōnen
Generi avventura, azione
Dragon Ball: Episode of Bardock
film anime
Bardak trasformato in Super Saiyan.
Bardak trasformato in Super Saiyan.
Titolo orig. ドラゴンボール エピソードオブバーダック
(Doragon Bōru Episōdo obu Bādakku)
Autore Naho Ooishi
Regia Yoshihiro Ueda
Sceneggiatura Makoto Koyama
Character design Naoyoshi Yamamuro
Animazione Naoyoshi Yamamuro
Dir. artistica Shinzo Yuki
Studio Toei Animation
Musiche Hiroshi Takaki
1ª edizione 17 dicembre 2011
Aspect ratio 16:9
Durata 20'
1ª edizione it. 5 ottobre 2012[1]
Cronologia
  1. Dragon Ball Z: Le origini del mito
  2. Dragon Ball: Episode of Bardock

Dragon Ball: Episode of Bardock (ドラゴンボール エピソードオブバーダック Doragon Bōru Episōdo obu Bādakku?) è uno spinoff del manga Dragon Ball ideato da Akira Toriyama, disegnato da Naho Ooishi riguardante il padre di Goku, Bardak, pubblicato in tre capitoli sulla rivista V-Jump di Shueisha da giugno ad agosto 2011, come what if, ovvero una storia alternativa ispirata allo speciale televisivo Dragon Ball Z: Le origini del mito prodotto nel 1990. Da questo spinoff è stato annunciato un adattamento animato della durata di 20 minuti, presentato in Giappone tra il 17 e il 18 dicembre 2011 al Jump Festa, facente parte di un ampio progetto denominato Dragon Ball Force Project.[2] Il cortometraggio è prodotto da Kazuhiko Torishima e diretto da Yoshihiro Ueda.

Lo speciale animato è stato distribuito in DVD il 3 febbraio 2012 in Giappone sul magazine Saikyō Jump di Shueisha assieme all'OAV Dragon Ball: Piano per lo sterminio dei Super Saiyan.

Il manga è inedito in Italia mentre l'anime è uscito in versione sottotitolata in allegato con il gioco Dragon Ball Z Kinect il 5 ottobre 2012.[3]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Lo special si apre con Bardak intento ad affrontare Freezer per tentare di salvare il pianeta Vegeta, venendo però investito da una Super Nova del tiranno galattico. Successivamente il saiyan si risveglia su un pianeta sconosciuto che, a detta degli abitanti che lo hanno soccorso è chiamato Plant: il saiyan si è infatti ritrovato catapultato nel passato, quando il pianeta Vegeta era ancora denominato Plant. Poco dopo due alieni attaccano il luogo, venendo però facilmente uccisi dal guerriero saiyan. Dieci giorni dopo sul pianeta giunge il loro leader, il pirata spaziale Chilled che, venendo scambiato per Freezer, viene attaccato da Bardak, che però non si dimostra all'altezza dell'avversario. Quest'ultimo attacca Beri (figlio del medico del villaggio divenuto amico del saiyan) facendo infuriare Bardak e facendolo così trasformare in Super Saiyan come fece Goku nella lotta contro Freezer sul pianeta Namecc. Grazie al suo nuovo potere Bardak sconfigge facilmente Chilled che però prima di morire riesce a raggiungere i suoi uomini ed a raccomandare loro di avvisare il suo clan di prestare attenzione ai guerrieri saiyan, in particolare a quelli che diventano dorati. Lo spin off si chiude con la voce narrante che lascia intendere che quella potrebbe essere l'origine della leggenda dei Super Saiyan.

Nuovi personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Bardak, padre di Goku. Dopo l'esplosione del pianeta Vegeta, si crede che sia morto, ma in verità Bardak torna indietro nel tempo per qualche strana ragione, forse collegata alla sua abilità di vedere il futuro.
  • Chilled (チルド Chirudo?) è l'antagonista principale del film. Dotato di aspetto ed abilità simili a quello di Freezer ed i suoi familiari, è presumibile che egli appartenga alla loro stessa specie, mentre non vi è alcuna fonte ufficiale che ne attesti una parentela. Potente e spietato, Chilled era un "pirata spaziale" intento a conquistare vari pianeti tramite l'uso di vari sottoposti, fino a quando due di essi vennero uccisi da Bardak su Plant. Recatosi sul pianeta si batterà con il saiyan dimostrandosi nettamente superiore per poi venir sconfitto dal guerriero trasformatosi in Super Saiyan. Moribondo riuscirà a raggiungere la propria astronave e, prima di spirare, raccomanderà ai propri uomini di mettere il proprio clan in guardia dai saiyan, in particolare da "quelli che diventano dorati", facendo così nascere la leggenda del Super Saiyan. Possiede alcune abilità simili a quelle di Freezer, come la capacità di sopravvivere allo spazio aperto o di allungare la propria coda a dismisura, anche le sue tecniche ricordano molto quelle del tiranno galattico, infatti sa utilizzare attacchi molto simili al Daichiretsuzan e alla Supernova, con quest'ultima ha detto che avrebbe potuto distruggere un pianeta grande quanto Plant. Secondo quanto affermato da lui stesso, Chilled era l'essere più potente dell'intero universo prima della comparsa del Super Sayan, ma non esistono dati ufficiali sulla sua effettiva forza. Similmente a Re Cold, Cooler e Freezer, Chilled ha un nome frutto di un gioco di parole attinente al gelo o al freddo. Chilled infatti in inglese significa "refrigerati" o "refrigerato".
  • Ebana (イパナ?) e Beri (ベリー?) sono due abitanti di Plant (futuro pianeta Vegeta), rispettivamente padre e figlio, che soccorrono Bardak quando quest'ultimo arriva ferito su Plant.
  • Tobi (トービ?) e Kabira (キャビラ?) sono due servitori di Chilled che, una volta giunti su Plant, vengono uccisi da Bardak con facilità.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Uscito solo in edizione sottotitolata in italiano.
  2. ^ Lo spinoff manga Dragon Ball Episode of Bardak diventa anime, AnimeClick.it, 22/11/2011.
  3. ^ Dragon Ball Z Kinect includerà l'Episode of Bardock.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga