Commissione economica per l'Europa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Commissione economica per l'Europa delle Nazioni Unite (o UNECE dall'acronimo inglese di United Nations Economic Commission for Europe UNECE) è una delle cinque commissioni economiche che riportano al Consiglio economico e sociale (ECOSOC) delle Nazioni Unite.

Aderiscono all'ECE, istituita nel 1947 con l'obiettivo di favorire la cooperazione economica e sociale e lo sviluppo sostenibile nell'Europa postbellica, sia i paesi dell'Europa orientale che quelli dell'Europa occidentale oltre agli Stati Uniti, a Canada, Israele, ed alcuni stati centro-asiatici.

Funzione principale della commissione è quella di valutare i problemi economici, tecnici e ambientali, sia nei paesi membri che tra gli stessi, e nel suggerire le possibili soluzioni.

La sessione plenaria della commissione (che si tiene annualmente) è guidata dal presidente della commissione mentre nello svolgimento delle proprie funzioni la commissione è coordinata da un segretariato; le operazioni sono invece svolte da sette comitati principali e da alcuni gruppi di lavoro ciascuno dei quali si occupa delle questioni specifiche dei seguenti campi:


Sede dell'UNECE è Ginevra (Svizzera).

A seguito degli sconvolgimenti politici seguiti, alla fine degli anni ottanta, alla caduta del muro di Berlino l'ECE ha sostenuto, nel corso degli anni novanta e di concerto con le altre organizzazione internazionali operanti nell'area (principalmente BERS, BIRS, BCE, FMI ed OCSE), la transizione dei paesi dell'Europa centrale ed orientale dall'economia socialista all'economia di mercato.

Stati membri[modifica | modifica sorgente]

Il seguente elenco riporta i 56 paesi membri dell'ECE (tra parentesi la data di adesione):

   
Membri della Commissione economica per l'Europa

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Nazioni Unite Portale Nazioni Unite: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nazioni Unite