Clannad (visual novel)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Clannad
Clannad Logo.svg
Titolo originale クラナド
Sviluppo Key
Pubblicazione Interchannel
Key
Prototype
Data di pubblicazione Microsoft Windows
28 aprile 2004 (First Press Edition)[1]
6 agosto 2004 (Regular Edition)[1]
29 febbraio 2008 (Full Voice)
31 luglio 2009 (Key 10th Memorial BOX)
30 aprile 2010 (Memorial Edition)
PlayStation 2
23 febbraio 2006
30 luglio 2009 (Best Edition)
30 luglio 2009 (Clannad - Key Trilogy Premium Box)
PlayStation Portable
29 maggio 2008
Xbox 360
28 agosto 2008
PlayStation 3
21 aprile 2011[2]
Genere Visual novel
Tema Commedia romantica, Drammatico
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma Microsoft Windows, PlayStation 2, PlayStation Portable, PlayStation 3, Xbox 360
Supporto DVD, UMD, Blu-ray Disc
Fascia di età 15+
Clannad
serie TV anime
I protagonisti Nagisa Furukawa e Tomoya Okazaki.
I protagonisti Nagisa Furukawa e Tomoya Okazaki.
Titolo orig. クラナド
(Kuranado)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Key
Regia Tatsuya Ishihara
Sceneggiatura Fumihiko Shimo
Character design
Animazione Kazumi Ikeda
Dir. artistica Mutsuo Shinohara
Studio Kyoto Animation
Musiche Shinji Orito
Reti TBS, MBS, CBC, BS-TBS
1ª TV 4 ottobre 2007 – 27 marzo 2008
Episodi 23 (completa) + 1 OAV
Durata ep. 24 min
Target seinen
Clannad After Story
serie TV anime
Titolo orig. クラナド アフターストーリー
(Kuranado Afutā Sutōrī)
Autore Key
Regia Tatsuya Ishihara
Character design Kazumi Ikeda
Studio Kyoto Animation
Musiche Shinji Orito
Reti TBS, MBS, CBC, BS-TBS
1ª TV 3 ottobre 2008 – 26 marzo 2009
Episodi 24 (completa)
Durata ep. 24 min
Target seinen

Clannad (クラナド Kuranado?) è una visual novel giapponese sviluppata da Key e pubblicata il 28 aprile 2004 per i PC con sistema operativo Windows. Mentre entrambi i due titoli precedenti sviluppati da Key, Kanon e Air, sono stati pubblicati prima come giochi per adulti e in seguito censurati e riadattati per un pubblico più giovane, Clannad è stato pubblicato direttamente in una versione rivolta a tutte le età. In seguito sono state sviluppate e pubblicati dei porting per le console PlayStation 2, PlayStation Portable, Xbox 360, PlayStation 3 e PlayStation Vita. La storia è incentrata sulla vita di Tomoya Okazaki, un delinquente delle scuole superiori che incontra molte persone durante il suo ultimo anno scolastico da liceale, tra cui cinque ragazze, e che le aiuta a risolvere i loro problemi.

Il gameplay di Clannad segue una struttura ramificata che offre al giocatore l'opportunità di scegliere cinque percorsi d'interazione differenti, ciascuno con scenari dedicati e legato ad una delle cinque ragazze incontrate dal personaggio giocabile. Il gioco si è classificato come il più venduto in Giappone durante il periodo di pubblicazione e diffusione e si è posizionato più volte tra i primi cinquanta nella classifica nazionale dei giochi più venduti. Key ha prodotto uno spin-off rivolto ad un pubblico adulto, intitolato Tomoyo After: It's a Wonderful Life, nel novembre 2005, con il quale ha ingrandito lo scenario di Tomoyo Sakagami, una delle cinque eroine del videogioco principale.

Diversi media legati alla visual novel Clannad sono stati realizzati nel corso degli anni seguenti all'uscita. Quattro serie manga sono state serializzate da diversi editori: la prima è stata pubblicata originariamente sulla rivista giapponese Comic Rush, la seconda sulla rivista Comi Digi +, la terza è stata serializzata prima su Dengeki G's Magazine e poi su Dengeki G's Festival! Comic, mentre la quarta su Dragon Age Pure. Un film prodotto da Toei Animation è uscito nelle sale cinematografiche giapponesi il 15 settembre 2007. Tra il 2007 e il 2009 lo studio d'animazione Kyoto Animation ha realizzato due serie anime trasmesse da TBS, MBS e altre reti locali, oltre a due episodi OAV extra. Nove drama CD divisi in due serie sono stati pubblicati da Frontier Works e Prototype.

Gameplay[modifica | modifica sorgente]

La visual novel di Clannad è divisa in due segmenti, o archi narrativi – School Life e After Story. All'inizio il giocatore ha a disposizione solo l'arco School Life, ma, completati gli scenari in esso disponibili, diventa pienamente accessibile anche l’arco After Story. Per fare ciò è necessario raccogliere otto luci, o sfere, ottenibili al completamento degli scenari previsti per ogni personaggio, e, una volta raccolte tredici luci sarà possibile sbloccare anche il vero finale di Clannad.[3]

School Life narra l'ultimo anno di liceo del protagonista, Tomoya Okazaki, e in esso si incontrano tutti i personaggi presenti nel gioco, anche se l'attenzione è rivolta principalmente alle cinque eroine femminili, tra cui la protagonista Nagisa Furukawa. L’After Story, invece, è essenzialmente la continuazione dello scenario di Nagisa; inizia subito dopo la fine dello School Life, quando Nagisa e Tomoya diventano ufficialmente una coppia, e si estende in un arco temporale di dieci anni. I personaggi dell’arco narrativo precedente compaiono anche nel corso dell’After Story, però rivestono perlopiù ruoli secondari.

Nel complesso Clannad richiede poca interazione da parte del giocatore, la maggior parte del tempo, infatti, quest’ultimo è impegnato a leggere i dialoghi o i pensieri dei personaggi che vengono visualizzati sullo schermo. Uno degli aspetti importanti (come in tutte le visual novel) è rappresentato dai punti di "decisione”, che danno al giocatore la possibilità di scegliere tra un numero limitato di opzioni; nell’attesa della decisione il gioco si ferma e in base alla scelta compiuta la trama prende una direzione specifica. In totale sono disponibili cinque linee narrative principali, una per ciascuna delle eroine della storia, e ben tredici finali possibili.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Clannad[modifica | modifica sorgente]

Tomoya Okazaki, studente dell'ultimo anno, con il suo atteggiamento all’apparenza distaccato e indolente, viene considerato da molti un pessimo elemento a causa della sua pigrizia e del suo carattere a volte ribelle. Sarà l'incontro con la piccola, dolce e fragile Nagisa Furukawa a cambiare totalmente la vita di Tomoya e, in una sorta di gioco degli opposti, tra i due si instaurerà un profondo rapporto d'amicizia. Il filo conduttore della storia si identifica con il sogno di Nagisa di partecipare ad una rappresentazione teatrale, ma, quando tutto sembra perso a causa della mancanza di membri del club di teatro, sarà Tomoya a spronare e aiutare Nagisa nell'attività di reclutamento, in modo così da realizzare il suo sogno. Per i due, però, non sarà facile attuare il loro proposito e così, tra mille peripezie e con il prezioso aiuto dei loro amici e dei genitori di Nagisa, riusciranno, infine, a ricostituire il tanto agognato Club di Teatro. La rappresentazione teatrale, basata su un soggetto originale di Nagisa tratto da uno spettacolo teatrale da lei visto quando era ancora piccola, è un successo e alla fine dello spettacolo Tomoya, ormai trasferitosi a casa di Nagisa sotto suo invito ed innamorato segretamente di lei, si dichiara e, ricambiato, inizia con Nagisa la sua storia d'amore.

Clannad - After Story[modifica | modifica sorgente]

La storia riprende poche settimane dopo l'agognata rappresentazione teatrale. Tra partite di baseball, favori ad amici e duro lavoro, si conclude l'ultimo anno di liceo per Tomoya, il quale sin da ragazzo ha avuto un rapporto molto tumultuoso con esso. Nagisa, tuttavia, a causa di un peggioramento della sua salute (precaria fin da quando era piccola), è costretta ad assentarsi per numerosi giorni da scuola e rinuncia alla presidenza del club di teatro. A causa del gran numero di assenze per malattia, Nagisa perde un anno di scuola. La vita tuttavia, tanto per Tomoya quanto per Nagisa e la sua famiglia, riprende, non senza qualche difficoltà, il suo normale flusso. Mentre Nagisa, ad inizio semestre, è costretta a ripetere l'ultimo anno, Tomoya si dedica a lavori occasionali ed aiuta i genitori di Nagisa, Akio e Sanae, nella gestione della panetteria Furukawa. Il rapporto tra Nagisa e Tomoya diviene sempre più intimo e denso, finché lui, dopo essere stato assunto come elettricista al fianco di Yusuke Yoshino, le chiede la mano. Dal loro matrimonio derivano grandi felicità, dubbi sul futuro e dolori, che Tomoya, nell'ultima parte della storia, sarà costretto ad affrontare da solo.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Clannad.

Il giocatore interpreta il ruolo di Tomoya Okazaki, il protagonista di Clannad. Tomoya è stato etichettato come un delinquente; all'inizio della storia, egli esprime tutto il suo rancore che porta nei confronti della città in cui è vissuto, luogo in cui sono ambientate le vicende di Clannad. È molto diretto nel rivolgersi agli altri e dice senza pensarci troppo ciò che pensa, ma in questo modo risulta essere troppo rude nel rivolgersi agli altri qualche volta. Nonostante questo, Tomoya è molto leale nei confronti dei suoi amici ed è conosciuto per il tempo che dedica ad aiutare coloro che sono in difficoltà e hanno bisogno di sostegno e aiuto. In genere ha una personalità altruista e non chiede nulla in cambio per l'aiuto offerto agli altri.[3]

Tomoya incontra Nagisa Furukawa, l'eroina principale di Clannad, al momento della comparsa nella storia. Nagisa è una ragazza tranquilla e pacata che ha molta poca autostima e fiducia in sé stessa, costringendola a chiedere aiuto a coloro che la circondano. Ha sviluppato la strana abitudine di mormorare i nomi dei cibi preferiti che ha intenzione di mangiare come metodo per motivare sé stessa, come ad esempio anpan. Kyou Fujibayashi, un'altra delle eroine di Clannad, è una ragazza aggressiva conosciuta per essere una brava cuoca tra i suoi amici e in famiglia. Quando si arrabbia, lancia un dizionario, che spesso porta con sé, contro coloro che hanno scatenato le sue ire. Nonostante questo atteggiamento, Kyou dimostra di avere anche un lato più tenue, specialmente insieme alla sorella gemella minore Ryou Fujibayashi.[3]

Un giorno, nella biblioteca della scuola, Tomoya incontra una ragazza dalla mente geniale, Kotomi Ichinose. Si è classificata tra i dieci migliori studenti giapponesi nei risultati degli esami standard a livello nazionale — si reca sempre in biblioteca a leggere e ad approfondire gli argomenti trattati durante le lezioni, in particolare legge molti libri dedicati alle lingue straniere. Kotomi è una ragazza molto tranquilla con scarse abilità sociali e ciò rende abbastanza difficile per gli altri comunicare con lei; Kotomi è anche capace di ignorare completamente la presenza di qualcuno vicino a lei mentre è intenta a leggere, anche se dovessero esserci fonti di grande rumore. La quarta eroina di Clannad è una studentessa del secondo anno, Tomoyo Sakagami, che si è trasferita nella scuola di Tomoya. Tomoyo, come Kyou, sa essere estremamente aggressiva, è una combattente molto forte — preferisce utilizzare i calci per combattere invece dei pugni — ed è molto atletica. Nonostante Tomoya sia più vecchio di lei, Tomoyo non mostra il rispetto dovuto nei suoi confronti come studente dell'ultimo anno.[3] Tomoyo appare anche nel quinto gioco di Key, Tomoyo After: It's a Wonderful Life, ma stavolta come eroina principale.[4]

L'ultima eroina presente in Clannad è una studentessa del primo anno, Fuko Ibuki, la quale mostra un atteggiamento distaccato nei confronti degli altri e, prima dell'incontro con Tomoya, era generalmente vista sempre sola intenta a intagliare stelle marine di legno con un piccolo coltello da donare agli altri come regalo. Fuko è estremamente affascinata dalle stelle marine, o dalle cose che luccicano come le stelle, e quando vede qualcosa di simile finisce nella piena euforia che la isola per qualche istante dalla realtà che la circonda.[3]

Temi[modifica | modifica sorgente]

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Come suggerisce il titolo (Clannad deriva dall'omonima parola celtica che tuttora viene utilizzata nell'irlandese moderno per indicare la famiglia, un clan) e come viene detto dall'autore, la famiglia è più di ogni altro il tema portante dell'intera storia. Durante i due archi narrativi vengono proposti vari tipi di famiglia: dalla famiglia positiva, ma non per questo priva di conflitti e occasionali sofferenze, di Nagisa a quella completamente negativa di Tomoya a quella inesistente e desiderata di Kotomi Ichinose. Più personaggi, a partire dal protagonista Tomoya, sono spesso coinvolti nelle felicitazioni, nelle ansie e nelle sofferenze dell'avere famiglia. Molti arrivano a questo traguardo impreparati, come il padre di Tomoya o Tomoya stesso in un primo momento, troppo provati da sofferenze e perdite premature, altri, come Akio e Sanae, ci arrivano molto più docilmente, non senza privazioni e scelte difficili. La famiglia viene comunque vista come un approdo, un traguardo a cui tutti in un modo o nell'altro arrivano.

Adolescenza[modifica | modifica sorgente]

Soprattutto durante la prima serie, vengono offerti numerosi spunti sul mondo dell'adolescenza. Tutti i personaggi principali rappresentano a loro modo un aspetto diverso di questo periodo della vita: Tomoya rappresenta il travaglio e la desolazione dell'adolescente solitario e chiuso nei suoi problemi, principalmente familiari in questo caso; Nagisa, come spesso dice, è una persona fragile ma non debole, comunque provata dalla malattia che sin da piccola la costringe a letto e con un lieve deficit nell'aprirsi agli altri; Kyou è la tsundere che non riesce a levarsi la facciata di ragazza irruente e sovente manesca; Tomoyo è una ragazza che non riesce ad accettarsi per com'è, tentando spesso ed invano di acquisire una nuova identità.

Età adulta[modifica | modifica sorgente]

In After Story arriva a toccare come pochi altri anime problemi e tematiche relative alla vita adulta, e soprattutto al passaggio tra fanciullezza e maturità. La vita dopo la scuola, l'inserimento nella società, il lavoro e l'esigenza di avere o di costituire una famiglia, i cambiamenti voluti, sperati o inattesi metteranno alla prova Tomoya, che, principalmente nell'ultimo arco della seconda serie, dovrà saper affrontare e metabolizzare.

Amore[modifica | modifica sorgente]

L'amore assume varie ed intense sfaccettature durante lo svolgimento della storia: si passa dall'amore adolescenziale ad un amore più maturo che conduce al matrimonio, dalle gioie alle sofferenze che esso arreca, soprattutto nella vita adulta, fino ad arrivare all'amore filiale. Nell'intera storia l'amore è presente e costante, come lo è la ricerca di esso. Nagisa e Tomoya, come anche Akio e Sanae, rappresentano insieme una visione dell'amore tanto incantata ed utopistica, quanto disincantata, cupa ed iperrealistica. Dall'amore proviene felicità, serenità e sicurezza, ma spesso, come è mostrato più volte, ne deriva anche dubbio e sconforto, soprattutto, come accade a Tomoya, in occasione della perdita della persona amata.

Vita e morte[modifica | modifica sorgente]

Come uno spettro, la morte aleggia spesso sui personaggi della storia e sulle loro vicende. Molti hanno avuto gravi traumi e sofferenze a causa della morte di cari, come nel caso di Kotomi, i cui genitori muoiono entrambi durante un incidente aereo, o di Tomoya, che dovrà affrontare da solo la morte dell'amata Nagisa. Dualisticamente, l'anime è anche un inno alla vita e il ritorno ad essa dopo periodi di grave lutto. L'intero episodio finale della seconda serie può essere letto come una vittoria della vita sulla morte, che può essere conseguita soltanto mediante un valido aiuto da parte dei cari da cui si è circondati ogni giorno.

Media derivati[modifica | modifica sorgente]

Libri e pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

Un libro di 39 pagine intitolato pre-Clannad fu pubblicato da SoftBank Creative il 15 aprile 2004.[5] Il libro contiene immagini estrapolate dalla visual novel e brevi descrizioni dei personaggi, insieme a schizzi di produzione e disegni preparatori.[5] Un visual fan book di 160 pagine fu pubblicato da Enterbrain il 12 ottobre 2004 e in esso erano presenti spiegazioni dettagliate riguardo alla storia, disegni prodotti in computer grafica, le partiture delle sigle di apertura e chiusura e interviste realizzate dai creatori. Verso la fine del libro erano presenti illustrazioni originali dei personaggi di Clannad realizzati da vari artisti, tre capitoli aggiuntivi del Official Another Story e schizzi di produzione.[6]

Una serie di quattordici storie brevi illustrate che si aggiungono alla storia di Clannad fu serializzata tra i numeri di settembre 2004 e ottobre 2005 della rivista Dengeki G's Magazine di ASCII Media Works.[7][8] Intitolata Official Another Story Clannad: Hikari Mimamoru Sakamichi de (Official Another Story Clannad 光見守る坂道で Official Another Story Clannad: On the Hillside Path that Light Watches Over?), furono pubblicati tredici capitoli regolari e uno extra aggiunto. Le storie furono scritte dallo staff di Key e ogni storia fu accompagnata da alcune illustrazioni realizzate dall'artista giapponese GotoP. Un volume di 103 pagine contenente i quattordici capitoli e altre due storie nuove fu pubblicato il 25 novembre 2005.[9]

Manga[modifica | modifica sorgente]

In totale sono disponibili ben quattro manga ispirati alla visual novel della Key. Il primo manga, intitolato Clannad Official Comic, è un adattamento di Juri Misaki della trama originale della visual novel pubblicato tra il 2005 e il 2009 sulla rivista giapponese Comic Rush e successivamente raccolto in otto volumi editi dalla Jive. Il secondo manga, Official Another Story Clannad: On the Hillside Path that Light Watches Over, è stato invece serializzato dal 2007 al 2008 sulla rivista Comi Digi +, per un totale di 2 volumi, e la trama riprende, con le illustrazioni di Rino Fujii, un libro di storie brevi dedicate a Clannad.

Una nuovo adattamento della visual novel originale, intitolato semplicemente Clannad, è tuttora in corso sulla rivista Dengeki G's Festival! Comic, pubblicata da ASCII Media Works; al momento si contano due volumi, disegnati da Shaa, noto anche per essere l'illustratore della visual novel di Nogizaka Haruka no Himitsu. Nel 2008 Yukiko Sumiyoshi ha realizzato un breve spin-off, intitolato Clannad: Tomoyo Dearest, interamente dedicato all'arco narrativo di Tomoyo.

Film[modifica | modifica sorgente]

Toei Animation annunciò al Tokyo Anime Fair che avrebbe prodotto un film d'animazione dedicato a Clannad e lo staff è composto da coloro che si sono occupati della prima serie televisiva dedicata a Kanon e del film su Air.[10] Il film è stato proiettato nei cinema giapponesi a partire dal 15 settembre 2007, la regia è di Osamu Dezaki, frequente collaboratore della casa di produzione e già regista del film di Air, e la sceneggiatura è a cura di Makoto Nakamura.[11] Il film è una reinterpretazione dell'intera visual novel, che unisce i due archi narrativi in un'unica storia, mostrata dal punto di vista Nagisa Furukawa, la quale diventa protagonista vera e propria delle vicende narrate. Il film fu distribuito in Giappone a partire dal 7 marzo 2008 in tre edizioni: in un raccoglitore speciale, in edizione speciale e in edizione regolare.[12]

Anime[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Clannad.
Immagini pubblicitarie di Clannad sulla linea ferroviaria Chūō-Sōbu di Tokyo, presso la stazione di Ochanomizu.

L'anime di Clannad viene annunciato per la prima volta il 15 marzo 2007 e viene trasmesso sull'emittente televisivo TBS dal 4 ottobre 2007 al 23 marzo 2008. La supervisione e la direzione generale sono affidate al co-fondatore dello studio Key, nonché autore principale e musicista della visual novel, Jun Maeda, mentre la regia è di Tatsuya Ishihara. L'anime viene prodotto dalla Kyoto Animation ed è strutturato in ventitré episodi più un OAV aggiuntivo.

Dato il successo della prima serie, poco dopo la fine di questa viene diffuso un trailer di quindici secondi sulla seconda serie, After Story. Lo staff è il medesimo e viene trasmesso per la prima volta sempre sulla TBS dal 3 ottobre 2008 al 26 marzo 2009. La storia consta di ventidue episodi regolari, più un episodio riassuntivo ed uno special, portando così la serie ad un numero complessivo di ventiquattro episodi. Ben presto anche la seconda serie è riuscita ad ottenere un gran seguito, divenendo immediatamente una serie di culto degli anni duemila.

Dal 2008, in Giappone i quarantotto episodi delle due serie sono stati suddivisi in otto DVD per ciascuna delle due parti della storia. Sull'ottavo DVD della seconda serie è stato anche aggiunto un OAV, non andato in onda sulle reti nazionali. L'anime è stato acquisito da case di produzione americane ed europee ed è stato realizzato un doppiaggio in lingua inglese. In Italia l'anime è ancora inedito.

Internet radio[modifica | modifica sorgente]

In seguito alla conclusione della messa in onda della seconda serie sono stati realizzati anche degli spettacoli radiofonici, condotti da Mai Nakahara (doppiatrice di Nagisa Furukawa) e Kikuko Inoue (doppiatrice di Sanae Furukawa). Tra gli ospiti fissi, altri doppiatori dell'anime, tra cui Yuichi Nakamura (Tomoya), Ryotaro Okiayu (Akio), Akemi Kanda (Ryou) ed altri. Da tali sessioni radiofoniche, sono stati tratti due CD.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Distributore automatico di prodotti a tema Clannad.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Sul numero di ottobre 2007 della rivista Dengeki G's Magazine, i risultati di un sondaggio che decretava i 50 migliori giochi bishōjo videro Clannad classificato al primo posto con 114 voti, su un totale di 249 titoli tra cui scegliere, mentre al secondo vi era Fate/stay night, con 78 voti.[13] La versione per PlayStation 2 nel 2006 fu recensita dalla rivista giapponese dedicata ai videogiochi Famitsu, la quale valutò il titolo con 26/40 (nella recensione gli avvengono attribuiti ai singoli aspetti 7, 7, 6 e 6 punti).[14] Nel 2008, Clannad raggiunse la seconda posizione nel sondaggio realizzato da Dengeki per decretare il gioco più commovente di tutti i tempi.[15] Nel 2011, Clannad raggiunse la quarta posizione nel sondaggio fatto da Famitsu per decretare il gioco più commovente di tutti i tempi.[16]

Per quanto riguarda l'anime, la prima stagione di Clannad ha ricevuto critiche tanto positive quanto tiepide, mentre la seconda stagione ha ottenuto un unanime grande successo tra i critici. Il recensore Tim Jones del sito THEM Anime Reviews ha dato all'intera serie un punteggio di 4 stelle su 5, descrivendo la prima stagione come "il più reale adattamento in chiave animata fino ad oggi"[17], mentre il recensore Stig Høgset ha affermato che "la seconda stagione ha cambiato il concetto di tragedia e dramma in modo notevole nel mondo degli anime. In questa parte della storia il tempo comincia davvero a volare, concedendo grande attenzione al lato emotivo e sentimentale di ogni personaggio".[18]

Theron Martino di Anime News Network ha dato alla prima stagione un voto 'B +', criticando l'ampio uso di elementi moe, ma ammettendo comunque una bellezza oggettiva della serie "per un pubblico appassionato che apprezza questo genere di cose".[19] La sua valutazione per la seconda serie, Clannad - After Story, è maggiormente positiva e attribuisce una 'A' come valutazione. Ha elogiato la seconda metà della stagione come "la parte migliore dell'intera storia", affermando che "ha un suo grande fascino emozionale e la storia è ottimamente organizzata, rafforzando il tema centrale della serie, (ovvero l'importanza della famiglia), con dei picchi visivi degni di un capolavoro", e conclude che" solo il più cinico appassionato di anime sarebbe in grado di evitare lo spargimento di almeno qualche lacrima in alcuni punti della storia".[20] Sul sito DVD Talk il recensore Todd Douglass Jr. ha dato un voto molto alto all'anime, specialmente alla stagione After Story, attribuendogli come voto un "altamente raccomandato" e affermando che "È affascinante, carino, divertente, misterioso e tragico al tempo stesso. Pochi anime sono così belli e pochi riescono ad esserlo per così a lungo". Egli conclude affermando che il racconto è "sincero e memorabile sotto tanti punti di vista," e che "mostra come gli anime del genere dovrebbero essere fatti".[21]

Vendite[modifica | modifica sorgente]

La versione limitata di Clannad per PC si è classificata al primo posto due volte nella classifica nazionale giapponese di giochi bishojo più venduti, sin dal momento della sua pubblicazione sul mercato.[22] L'edizione regolare del videogioco per PC di Clannad ha invece debuttato al 26º posto[23], piazzandosi successivamente al 37º e al 41º posto della stessa classifica.[24] Stando alle informazioni sulle vendite rese note dalla versione giapponese del sito web per acquisti online Amazon, sono state vendute 100.560 copie della versione originale per Windows di Clannad nel corso del 2004.[25] Clannad Full Voice si è classificato due volte nella classifica dei PC più venduti in Giappone, posizionandosi al 7º e al 20º posto rispettivamente nei mesi di febbraio e marzo 2008.[26][27] Nel corso della settimana del 18 aprile 2011, sono state vendute 7.466 unità della versione per PlayStation 3 di Clannad.[28] Al 18 aprile 2011, sono state vendute 113.000 copie delle versioni per console di Clannad.[29][30] Alla fine del 2010, sono state vendute 28.984 copie delle due edizioni per PSP di Hikari mimamoru sakamichi de.[30] Il videogioco di Clannad si è classificato per tre volte consecutive il gioco per PC più venduto a livello nazionale in Giappone, ottenendo classifiche di vendita più alte di qualsiasi altro gioco del genere nella storia.[senza fonte]

I sedici DVD tratti dalle due serie anime e il film animato hanno ottenuto ottimi risultati in termini di vendite. L'edizione limitata del primo DVD dell'anime si è posizionato al terzo posto nella classifica delle versioni home video degli anime nel corso della settimana dal 19 dicembre al 25 dicembre 2007.[31] Le edizioni limitata dei DVD di Clannad dal secondo al quinto volume hanno raggiunto tutti la prima posizione della classifica per DVD venduti nella prima settimana di vendite[32][33][34][35], mentre il sesto volume del DVD in edizione limitata si è classificato quarto per la settimana che va dal 21 maggio al 27 maggio 2008.[36] La settima e l'ottava edizione limitata dei volumi DVD sono arrivate entrambe al primo posto durante la loro prima settimana di vendite, rimanendo al primo posto per un'altra settimana ciascuno dei due.[37][38] L'edizione limitata del terzo DVD si è posizionata al sesto posto nella classifica delle edizioni DVD degli anime più vendute tra dicembre 2007 e novembre 2008.[39] Un box blu-ray di Clannad si è posizionato al terzo posto nella classifica di vendite per la settimana dal 26 aprile al 2 maggio 2010,[40] per poi piazzarsi al tredicesimo posto la settimana seguente.[41] L'edizione speciale in DVD del film ha debuttato al terzo posto durante la prima settimana di vendita, per poi classificarsi al decimo posto la settimana seguente.[42][43]

Il primo DVD in edizione limitata di Clannad - After Story è arrivato al secondo posto durante la prima settimana sul mercato DVD anime con 17.521 unità di vendita.[44] Dal secondo DVD fino al quarto DVD, tutti in edizione limitata, di Clannad - After Story hanno debuttato al primo posto durante la loro prima settimana di vendite, totalizzando vendite di oltre 17.000 unità ciascuno.[45][46][47] Il quinto, il sesto ed il settimo DVD in edizione limitata della seconda serie di Clannad sono arrivati anch'essi al primo posto durante la loro prima settimana di vendita, raggiungendo vendite di oltre 14.000 unità ciascuno.[48][49][50] L'ottavo DVD della serie è arrivato al secondo primo durante la prima settimana di vendite, vendendo solo nei primi tre giorni oltre 19.800 unità.[51]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (JA) Il sito ufficiale della visual novel Clannad, Key. URL consultato il 31 marzo 2013.
  2. ^ (JA) Clannad, Prototype. URL consultato il 31 marzo 2013.
  3. ^ a b c d e Key. Clannad (JA) , per Windows. Visual Art's
  4. ^ (JA) Tomoyo After official character bios, Key. URL consultato il 16 luglio 2014.
  5. ^ a b (JA) pre-Clannad, SoftBank Creative, 15 aprile 2004, ISBN 4-7973-2723-5.
  6. ^ Clannad Visual Fan Book, Enterbrain, 2004, ISBN 978-4-7577-2025-1.
  7. ^ (JA) Dengeki G's Magazine, ASCII Media Works, settembre 2004.
  8. ^ (JA) Dengeki G's Magazine, ASCII Media Works, ottobre 2005.
  9. ^ (JA) Official Another Story Clannad: Hikari Mimamoru Sakamichi de product listing, Amazon.co.jp.
  10. ^ (EN) Tokyo Anime Fair: New Kanon and Movies, Anime News Network, 25 marzo 2006. URL consultato il 1 luglio 2014.
  11. ^ (JA) Clannad film staff and cast, Toei Animation. URL consultato il 1 luglio 2014.
  12. ^ (JA) DVD information at the Clannad film's official website, Toei Animation. URL consultato il 1 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 3 ottobre 2010).
  13. ^ (JA) Dengeki G's Magazine top 50 bishōjo games, ASCII Media Works. URL consultato il 1 luglio 2014 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2007).
  14. ^ (EN) Anoop Gantayat, Now Playing in Japan, IGN, 1 marzo 2006. URL consultato il 1 luglio 2014.
  15. ^ (JA) 【アンケート結果発表】感動して泣いてしまったゲームはありますか? [(Survey results) Are There Emotional Games That Made You Cry?], ASCII Media Works, 15 ottobre 2008. URL consultato il 1 luglio 2014.
  16. ^ (EN) Sal Romano, Famitsu's top 20 list of tear-inducing games, 29 dicembre 2011. URL consultato il 1 luglio 2014.
  17. ^ (EN) Tim Jones, Clannad, THEM Anime Reviews. URL consultato il 1 luglio 2014.
  18. ^ (EN) Stig Høgset, Clannad ~After Story~, THEM Anime Reviews. URL consultato il 1 luglio 2014.
  19. ^ (EN) Theron Martin, Review: Clannad Sub.DVD - Collection 2, Anime News Network, 19 giugno 2009. URL consultato il 1 luglio 2014.
  20. ^ (EN) Theron Martin, Review: Clannad After Story Sub.DVD 2 - Collection 2, Anime News Network, 16 dicembre 2009. URL consultato il 1 luglio 2014.
  21. ^ (EN) Todd Douglass Jr., Clannad: After Story - Collection 2, DVD Talk, 8 dicembre 2009. URL consultato il 1 luglio 2014.
  22. ^ (JA) PC News ranking for bishōjo games; Clannad ranks 1 twice, Peakspub. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 27 dicembre 2005).
  23. ^ (JA) PC News ranking for bishōjo games; Clannad ranks 26, Peakspub. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2007).
  24. ^ (JA) PC News ranking for bishōjo games; Clannad ranks 37 and 41, Peakspub. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2007).
  25. ^ (JA) Wiki-Mania Store, 売上ランキング (2004年 Hゲーム) [Sales Ranking (2004 H-games)], Amazon.co.jp. URL consultato il 29 giugno 2014.
  26. ^ (JA) セールスランキング [Sales Ranking], PCpress. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2008).
  27. ^ (JA) セールスランキング [Sales Ranking], PCpress. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 25 maggio 2008).
  28. ^ (EN) Mike Rose, Pokemon Typing Game Tops Japanese Sales Chart, Gamasutra, 28 aprile 2011. URL consultato il 29 giugno 2014.
  29. ^ (EN) Clannad (PS2) (based on Famitsu data), Garaph. URL consultato il 29 giugno 2014.
  30. ^ a b (EN) Prototype (based on Famitsu data), Garaph. URL consultato il 29 giugno 2014.
  31. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, December 19–25, Anime News Network, 27 dicembre 2007. URL consultato il 29 giugno 2014.
  32. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, January 16–22, Anime News Network, 27 gennaio 2008. URL consultato il 29 giugno 2014.
  33. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, February 20–26, Anime News Network, 29 febbraio 2008. URL consultato il 29 giugno 2014.
  34. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, March 19–25, Anime News Network, 11 aprile 2008. URL consultato il 29 giugno 2014.
  35. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, April 16–22, Anime News Network, 26 aprile 2008. URL consultato il 29 giugno 2014.
  36. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, May 21–27, Anime News Network, 1 giugno 2008. URL consultato il 29 giugno 2014.
  37. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, June 18–25, Anime News Network, 30 giugno 2008. URL consultato il 29 giugno 2014.
  38. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, July 17–23, Anime News Network, 29 luglio 2008. URL consultato il 29 giugno 2014.
  39. ^ (EN) Amazon Japan Posts 2008's Top-10 DVDs, CDs, Toys, Anime News Network, 3 dicembre 2008. URL consultato il 29 giugno 2014.
  40. ^ (EN) Japan's Animation Blu-ray Disc Ranking, April 26-May 2, Anime News Network, 9 maggio 2010. URL consultato il 29 giugno 2014.
  41. ^ (EN) Japan's Animation Blu-ray Disc Ranking, May 3–9, Anime News Network, 13 maggio 2010. URL consultato il 29 giugno 2014.
  42. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, March 5–11, Anime News Network, 16 marzo 2008. URL consultato il 29 giugno 2014.
  43. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, March 12–18, Anime News Network, 20 marzo 2008. URL consultato il 29 giugno 2014.
  44. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, December 3–9, Anime News Network, 9 dicembre 2008. URL consultato il 29 giugno 2014.
  45. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, January 6–12, Anime News Network, 13 gennaio 2009. URL consultato il 29 giugno 2014.
  46. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, February 3–9, Anime News Network, 10 febbraio 2009. URL consultato il 29 giugno 2014.
  47. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, March 3–9, Anime News Network, 10 marzo 2009. URL consultato il 29 giugno 2014.
  48. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, March 31-April 6, Anime News Network, 7 aprile 2009. URL consultato il 29 giugno 2014.
  49. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, May 4–10, Anime News Network, 12 maggio 2009. URL consultato il 29 giugno 2014.
  50. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, June 1–7, Anime News Network, 10 giugno 2009. URL consultato il 29 giugno 2014.
  51. ^ (EN) Japanese Animation DVD Ranking, June 29-July 5, Anime News Network, 7 luglio 2009. URL consultato il 29 giugno 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]