Bishōjo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Stile Moe

Bishōjo (美少女? lett. "bella ragazza") è un termine giapponese utilizzato per fare riferimento a giovani e belle ragazze, di solito al di sotto dell'età universitaria.

Bishōjo nel manga e anime[modifica | modifica wikitesto]

I personaggi bishōjo sono presenti in quasi tutti i generi di anime e manga, specialmente nei dating sim e nelle visual novel (anche conosciuti come bishōjo games) e nei manga e anime del genere harem. Spesso le caratteristiche dei personaggi bishōjo sono estremizzate ai limiti del cliché con caratteristiche anatomiche esagerate e personalità stereotipate.

Talvolta il termine viene confuso con il vocabolo shōjo (che rappresenta il genere di manga e anime prodotti per un pubblico femminile), che presenta un suono simile, ma bishōjo si riferisce al genere e alle caratteristiche dei personaggi, mentre "shōjo" si riferisce al pubblico cui fa riferimento. Anche se bishōjo non è un genere ma un tipo di character design, le serie che presentano in prevalenza questo tipo di personaggi, come gli anime di genere harem o le visual novel, sono qualche volta informalmente chiamate "serie bishōjo". Poiché i disegni di queste serie, caratterizzati da un aspetto attraente dei personaggi femminili, sono il motivo maggiore che porta l'utenza ad interessarsene, il termine è occasionalmente percepito negativamente, come un "genere" di opere che dipende solamente dalla commercializzazione dei personaggi femminili piuttosto che dare spazio alla trama e ad altri contenuti.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Patrick W. Galbraith, Bishojo in The Otaku Encyclopedia, Tokyo, Kodansha International, 2009, p. 36, ISBN 978-4-7700-3101-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]