Moe (slang)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Wikipe-tan ha i caratteri dei personaggi moe.

Moe (萌え moe?) è una parola giapponese che originariamente si riferisce all'attrazione o all'amore per i personaggi dei videogiochi, degli anime e dei manga. Per esempio, meganekko-moe (眼鏡っ娘萌え "moe per le ragazze con gli occhiali"?), descrive una persona che è attratta da personaggi con gli occhiali. Il termine ha poi assunto un significato più generale, corrispondente ad un hobby, un entusiasmo, una passione. Per esempio, tetsudō-moe (鉄道萌え "moe per i treni"?), è semplicemente un interessamento appassionato verso i treni.

"Moe!" è anche utilizzato nella comunità degli otaku come una interiezione che si riferisce ad un personaggio che l'interlocutore considera un moekko, una ragazza candida oppure una persona affascinante e graziosa. La moekko è una ragazza considerata carina e dall'aspetto dolce e innocente, ingenua, vergognosa e ancora inesperta nei rapporti con l'altro sesso, e imbranata, ma inconsapevolmente attraente.[1] Spesso viene considerato un termine senza un significato preciso e assoluto, ma che si utilizza associato a personaggi ritenuti graziosi, adorabili. Viene anche utilizzato in alcuni anime, come The World God Only Knows, Steins;Gate, Host Club - Amore in affitto, Lucky Star, Maid-sama!, e La malinconia di Haruhi Suzumiya.

In occidente sono utilizzate entrambe le scritture moe e moé.[2] Alcuni aggiungono un accento per indicare che la parola dovrebbe essere pronunciata con due morae, ma quest'uso non si conforma ad alcuno standard di romanizzazione.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ad esempio, il personaggio de "La malinconia di Haruhi Suzumiya", Mikuru Asahina, viene considerata "moe" anche dagli altri personaggi dell'anime
  2. ^ http://nisamerica.com/news/20060908.html Ar Tonelico press