Carole Bouquet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carole Bouquet

Carole Bouquet (Neuilly-sur-Seine, 18 agosto 1957) è un'attrice ed ex modella francese, che ha preso parte a più di 40 film a partire dal 1977.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Debutta nel cinema a vent'anni, nel 1977, grazie al regista spagnolo Luis Buñuel che la sceglie per interpretare la protagonista del suo classico del surrealismo Quell'oscuro oggetto del desiderio insieme ad Angela Molina.

La sua bellezza di tipo classico le consente di ottenere il ruolo della Bond girl Melina Havelock nel film del 1981 della saga di James Bond Solo per i tuoi occhi; continua a lavorare in film di primo piano in Europa per tutti gli anni ottanta, mentre in seguito la sua carriera si sviluppa principalmente in Francia.

Negli anni ottanta e novanta ha fatto la modella per la casa Chanel.[1][2]

Nel 1989 ha vinto il Premio César per la migliore attrice per l'interpretazione di Clara in Troppo bella per te!. Era stata in precedenza candidata al Premio César nel 1984 come attrice non protagonista per la sua interpretazione de Il desiderio e la corruzione.

Nel 1999 è stata membro della giuria della quarta edizione del Festival internazionale del cinema di Shanghai.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Carole Bouquet con Gérard Depardieu al Festival di Cannes 2001

Carole Bouquet è vedova del produttore francese Jean-Pierre Rassam dal quale ha avuto un figlio, Dimitri.[3][4] Dal 1997 al 2005 ha avuto una relazione con l'attore Gérard Depardieu, con il quale aveva spesso condiviso lo stesso set.

Conserva legami con l'Italia, essendo proprietaria a Pantelleria di vigne della contrada Serraglio dove produce vino Passito di Pantelleria ("Sangue d'oro")[5]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Carole Bouquet ed Adriano Celentano in Bingo Bongo (1982)

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • La famille Cigale miniserie TV (1977)
  • Les rebelles Film TV (1977)
  • L'oeil de la nuit serie TV (1979)
  • Il rosso e il nero miniserie TV (1997)
  • Bérénice Film TV (2000)
  • I gioielli di Madame de Film TV (2001)
  • Ruy Blas Film TV (2002)
  • Sex and the City Serie TV - una puntata (2004)
  • L'éloignement Film TV (2009)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sheila Jeffreys, Beauty and Misogyny: Harmful Cultural Practices in the West, London/New York: Routledge, 2005, ISBN 978-0-415-35182-9, p. 65: "the French face of Chanel in the late 1990s".
  2. ^ Tilar J. Mazzeo, The Secret of Chanel No. 5: The Intimate History of the World's most Famous Perfume, New York: Harper, 2010, ISBN 978-0-06-179101-7, p. 199: "Carole Bouquet, the 'face' of Chanel No. 5 during the 1980s".
  3. ^ Costanzo Costantini, Le regine del cinema, Roma: Gremese, 1997, ISBN 978-88-7742-138-8, p. 39: "Carole Bouquet vive ora con Jean-Pierre Rassam, il produttore siriano o libanese che le ha dato sei mesi fa un figlio, Dimitry."
  4. ^ Catherina Catsaros, Le grand livre des QCM de culture générale volume 2, Paris: l'Etudiant, 2008, ISBN 978-2-84624-604-0, p. 15 (FR) : "Carole Bouquet dont le mari Jean-Pierre Rassam (décédé depuis)"
  5. ^ www.sanguedoro.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Premio César per la migliore attrice Successore
Isabelle Adjani
per Camille Claudel
1990
per Troppo bella per te
Anne Parillaud
per Nikita

Controllo di autorità VIAF: 27326598 LCCN: n96119897