Werner Schroeter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Werner Schroeter in visita al Frankfurter Filmmuseum (luglio 2009)

Werner Schroeter (Georgenthal, 7 aprile 1945Kassel, 12 aprile 2010) è stato un regista tedesco, considerato, assieme a Rainer Werner Fassbinder, uno dei più importanti, del secondo dopoguerra, nel suo paese.

Influenzato dall'underground americano e dall'opera lirica, esordì quale cineasta sperimentale dal 1967, segnalandosi con La morte di Maria Malibran (1972).

Le sue regie teatrali sono invece improntate a un rigore classico (Emilia Galotti di Lessing, 1972; Lohengrin, 1979).

Più lineari i film successivi: Nel regno di Napoli (1978), Palermo or Wolfsburg (1980), Orso d'oro al Festival di Berlino, Liebeskonzil (1982).

Tra le ultime sue fatiche ricordiamo Malina (1991), Poussieres d'Amour (1996), Die Königin (2000), Deux (2002) e Nuit de chien (2008).

È stato insignito del Pardo d'onore al Festival di Locarno del 1996.

Numerosi i suoi documentari, tra cui Die Generalprobe (1980), Der lachende Stern (1983) e Zum Beispiel Argentinien (1985).

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 71508354 LCCN: n81088322