Carlo Cudicini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo Cudicini
Football against poverty 2014 - Carlo Cudicini.jpg
Carlo Cudicini nel 2014, in campo durante un'amichevole a scopo benefico.
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Portiere
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Giovanili
Milan Milan
Squadre di club1
1993-1994 Como Como 6 (-4)
1994-1995 Milan Milan 0 (0)
1995-1996 Prato Prato 30 (-27)
1996-1997 Lazio Lazio 1 (-0)
1997-1999 Castel di Sangro Castel di Sangro 46 (-44)
1999-2009 Chelsea Chelsea 142 (-151)
2009-2013 Tottenham Tottenham 16 (-14)
2013 L.A. Galaxy L.A. Galaxy 21 (-27)
Nazionale
1990-1992
1993
2002
Italia Italia U-18
Italia Italia U-21
Italia Italia
20 (-?)
1 (-?)
0 (-0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º luglio 2014

Carlo Cudicini (Milano, 6 settembre 1973) è un calciatore italiano, portiere svincolato. Occupa la 44esima posizione della speciale classifica istituita dall'IFFHS per il portiere del decennio 2001-2010, al pari del suo connazionale Ivan Pelizzoli[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Fabio Cudicini, a sua volta portiere di livello internazionale, è cresciuto calcisticamente nel Milan. Ha esordito con i rossoneri nella stagione 1992-1993, giocando contro la Roma il 10 marzo 1993 allo Stadio Olimpico con vittoria della squadra romana per 2-0. Venne schierato anche contro il Porto e il PSV Eindhoven in Champions League, ma non esordì mai in Serie A.

Sebbene titolare in Nazionale Under-21, Cudicini non trova posto a San Siro e viene ceduto in prestito al Como prima di tornare al Milan e poi approdare al Prato, dove riesce a conquistarsi un posto da titolare, giocando 30 partite nella stagione 1995-1996 e suscitando l'interesse della Lazio. Con i biancocelesti gioca una sola partita, nella quale si infortuna gravemente, ma rimane in campo per non lasciare la porta sguarnita, visto che la squadra aveva finito le sostituzioni. La sfida, che coincide con il suo esordio in Serie A è un Lazio-Cagliari vinto 2-1 dalla Lazio. Decide quindi di ricominciare nelle file del Castel di Sangro, dove disputa 46 partite, prima di trasferirsi nel 1999 al Chelsea allenato da Gianluca Vialli per 230.000 €.[senza fonte]

Chelsea[modifica | modifica wikitesto]

Cudicini in allenamento al Chelsea nel 2008

Inizialmente ingaggiato come portiere di riserva, a causa di un infortunio al titolare Ed de Goey, Cudicini ha l'occasione di partire come titolare in 24 partite nella stagione 2000-2001, e guadagnandosi così sul campo il posto fisso.

Nella stagione 2002-2003, giocando 36 partite di campionato con il Chelsea, che è giunto quarto e si è qualificato per la fase preliminare della UEFA Champions League. A giugno ha firmato un'estensione del suo contratto fino al 2007 prima di contribuire alla qualificazione del Chelsea in virtù della vittoria contro l'MŠK Žilina. Proprio nell'ottobre del 2002 Cudicini riesce anche ad essere convocato in Nazionale italiana, in occasione di una partita amichevole contro la Turchia, ma non scese in campo. Nella stagione 2002 viene premiato come miglior portiere della Premier League.

Nel 2003-2004, sotto la guida di Claudio Ranieri, anche a causa di un infortunio colleziona 26 presenze in campionato. L'arrivo, con la nuova stagione 2004-2005, dell'allenatore José Mourinho e soprattutto del portiere ceco Petr Čech riportano Cudicini in panchina.

Tottenham[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2009, dopo 10 anni passati nel Chelsea, viene ceduto al Tottenham a titolo gratuito.[2] Il 12 novembre 2009 subisce un incidente in moto dove si frattura il bacino e i polsi, e con questo rischia di compromettersi la carriera, ma fortunatamente non è così.[3]

Per la partita Chelsea - Arsenal del 3 ottobre 2010, Carlo lavora, al fianco di Massimo Marianella, come commentatore per Sky. Ripete l'esperienza l'8 gennaio 2012 per la partita di FA Cup tra Manchester City e Manchester United Football Club.

Los Angeles Galaxy[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º gennaio 2013 il Tottenham ha ufficializzato con un comunicato sul proprio sito di aver raggiunto un accordo con i campioni della Mls nordamericana, i Los Angeles Galaxy, per il trasferimento in California di Cudicini, che lascia così gli Spurs dopo quattro anni in cui in tutto ha messo insieme 37 presenze con la maglia della squadra londinese.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 1992-1993
Como: 1993-1994
Milan: 1994
Chelsea: 2004-2005, 2005-2006
Chelsea: 1999-2000, 2006-2007, 2008-2009
Chelsea: 2004-2005, 2006-2007
Chelsea: 2000, 2005

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 1994

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Calciatore dell'anno del Chelsea: 1
2002

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IFFHS
  2. ^ (EN) Cudicini signs in www.tottenhamhotspur.com, 12 novembre 2009. URL consultato il 26-01-2009.
  3. ^ (EN) Cudicini motorcycle accident in www.tottenhamhotspur.com, 12 novembre 2009. URL consultato il 12-11-2009.
  4. ^ (EN) CARLO HEADING TO LA in www.tottenhamhotspur.com, 1° gennaio 2013. URL consultato il 01-01-2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]