Antony and the Johnsons

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antony and the Johnsons
Antony Hegarty al piano (2008)
Antony Hegarty al piano (2008)
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop rock
Periodo di attività 1998 – in attività
Album pubblicati 7
Studio 4
Live 3
Sito web

Gli Antony and the Johnsons sono un gruppo musicale di New York.

Antony Hegarty (2007)

Antony Hegarty[modifica | modifica sorgente]

Nato in Inghilterra, a Chichester, West Sussex nel 1971, Antony Hegarty si trasferì ad Amsterdam nel 1977 per 18 mesi prima di sistemarsi a San José (California) nel 1981. Negli Stati Uniti frequenta una scuola cattolica dove fa parte del coro. Al suo 11º compleanno gli viene regalata una tastiera Casio e si cimenta con le canzoni dei Soft Cell, Kate Bush e Yazoo. Da adolescente fu influenzato dal synth pop britannico, in particolare da cantanti come Marc Almond e Boy George. Attratto dal palcoscenico, frequenta la School for the Performing Arts di San José e l'Università della California a Santa Cruz. All'età di 18 anni mette in scena le prime performance, ispirate a John Waters e all'icona-guru Divine. Attratto dal mondo newyorchese degli anni ottanta, ispirato anche da personaggi come Joey Arias che cantava A Hard Day's Night vestito da Billie Holiday, si trasferisce nella grande mela. Il "Mondo di New York" risulta essere più consono alla sua sensibilità artistica e alla sua ricerca espressiva incentrata sul tema dell'identità.

Nel 1990 Antony entra nella dimensione che più sente appartenergli, impersonando una drag queen ed esibendosi al Pyramid Club in guêpière, testa rasata e sigaretta fra le dita. Antony (con gli altri componenti del gruppo, i Blacklips) scrive scenari, canzoni, arrangiamenti ed entra in scena in tarda notte come Fiona Blue, drag queen e archetipo androgino ispirato da Klaus Nomi, Leigh Bowery e Diamanda Galas. Nello stesso periodo Antony si laurea in Teatro Sperimentale.

Nel 1995 Antony decide di dedicarsi completamente alla musica, dai Blacklips appena sciolti chiama il batterista Todd Cohen, che insieme a Joan Wasser e Maxim Moston ai violini, Jeff Langston al basso elettrico, Jason Hart al piano e Michele Schifferle ospite al violoncello, formano l'orchestra artefice dei raffinati arrangiamenti delle sue composizioni. Nascono così Antony and the Johnsons, nome ispirato a Marsha P. Johnson, il travestito newyorchese che nel 1970 fondò la casa di accoglienza per travestiti STAR, la cui tragica fine nel fiume Hudson sarà evocata in River Of Sorrow.

Il gruppo[modifica | modifica sorgente]

Nel 1996 viene prodotto, grazie a un finanziamento della NYFA, il demo Blue Angel, che compare sulla compilation dedicata alle drag queen God Shave the Queen, con l'instant classic Cripple and the Starfish, che tratta il difficile tema di un rapporto sadomasochista e omosessuale.

Il musicista sperimentale britannico David Tibet, leader dei Current 93, ascoltando Blue Angel, rimane affascinato e si offre di pubblicare la musica di Antony con la sua etichetta Durtro, specializzata in folk apocalittico. L'album di debutto fu pubblicato nel 2000 con il titolo Antony and the Johnsons.

Nel 2001, sempre per Durtro, Antony pubblica l'EP I Fell in Love with a Dead Boy (Mi sono innamorato di un ragazzo morto), che, oltre alla title-track, conteneva una reinterpretazione di un brano di David Lynch/Angelo Badalamenti e Soft Black Star, cover dei Current 93.

Nello stesso 2001 Lou Reed, insieme a Robert Wilson, porta in scena alla Brooklyn Academy of Music lo spettacolo POEtry, dedicato alle novelle e alle poesie di Edgar Allan Poe. Il produttore Hal Willner, dopo aver ascoltato l'EP di Antony, lo passa a Lou Reed che si commuove di fronte a quella strana voce contro-tenorile e contatta Antony chiedendogli di partecipare al suo progetto discografico The Raven.

Avendo quindi ottenuto una maggiore attenzione, Antony siglò un contratto con l'etichetta statunitense Secretly Canadian e pubblicò un nuovo EP, The Lake, con Lou Reed ospite in un brano. La Secretly Canadian, inoltre, pubblica negli Stati Uniti l'album di debutto con una più ampia distribuzione nel 2004.

Il secondo album di Antony, I Am a Bird Now (2005), ha ottenuto recensioni entusiastiche e una maggiore attenzione da parte del panorama mainstream, aggiudicandosi anche un Mercury Prize per il "Miglior album del 2005". I Kaiser Chiefs, favoriti per la vittoria del premio, insinuarono che Antony lo avesse vinto solo per una questione tecnica: infatti, sebbene Antony fosse nato in Gran Bretagna, aveva trascorso gran parte del suo tempo negli Stati Uniti. Successivamente, comunque, i Kaiser Chiefs si sono scusati per aver dichiarato che non fosse un vincitore meritevole.

Nel 2007 collabora con l'artista islandese Björk nel suo album Volta, duettando con lei nei brani The Dull Flame of Desire e My Juvenile, partecipando inoltre ad alcune date del Volta Tour.

Nello stesso anno prende parte al progetto disco-revival di Andrew Butler, ossia Hercules and Love Affair scrivendo, componendo e interpretando 5 canzoni dell'omonimo disco di debutto, tra le quali il primo singolo Blind, che guadagna presto successo di critica e pubblico.

Nel 2008 Antony (senza i suoi Johnsons) si esibisce, accanto a Marc Almond ed Ernesto Tomasini, come ospite speciale al concerto dei Current 93, alla Queen Elizabeth Hall e nello stesso anno viene annunciata l'uscita di un nuovo lavoro. The Crying Light, pubblicato il 20 gennaio 2009, è dedicato alla figura del danzatore e coreografo giapponese Kazuo Ohno (raffigurato sulla copertina dell'album) e segue l'uscita dell'EP Another World. Viene annunciata inoltre una tournée internazionale per promuovere il nuovo lavoro.

Avendo già duettato con Franco Battiato, nel 2009 Antony canta con un'altra artista italiana, Elisa, nel brano Forgiveness contenuto in Heart (pubblicato il 13 novembre 2009).

Il 12 ottobre 2010 viene pubblicato l'album Swanlights, a cui partecipano Nico Muhly e Björk, che canta in Flétta.

Il 14 febbraio 2013 ha partecipato come ospite alla terza serata del Festival di Sanremo, condotto da Fabio Fazio. Nell'occasione ha interpretato il suo brano You are My Sister e ha letto un messaggio in difesa del mondo femminile.[1]

Nel corso del 2013 Antony condivide il palco con Franco Battiato in due tappe del tour Apriti sesamo (il 31 agosto al Mandela Forum di Firenze, il 2 settembre all'Arena di Verona), con una prima parte del concerto dedicata ai brani del gruppo cui fanno seguito dei duetti (tra cui You are my sister), con l'accompagnamento della Filarmonica Arturo Toscanini. Proprio dal concerto di Verona tenuto anche insieme ad Alice, viene tratto l'album Del suo veloce volo, uscito il 26 novembre 2013. Inoltre lo stesso Antony prenderà parte al nuovo film di Battiato dedicato ad Haendel.

Voce[modifica | modifica sorgente]

Il particolare timbro vocale ed il vibrato baritonale di Antony ricorda quello di Demis Roussos e Bryan Ferry[2]. Ha anche molti ammiratori celebri come Philip Glass, Marc Almond, Rufus Wainwright, Devendra Banhart, Diamanda Galás ("Every emotion in the planet is in that gorgeous voice" - "In quella voce meravigliosa ci sono tutte le emozioni del pianeta"), Lou Reed e Boy George, entrambi ospiti in I Am a Bird Now.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album[modifica | modifica sorgente]

EP[modifica | modifica sorgente]

Album live[modifica | modifica sorgente]

Apparizioni varie[modifica | modifica sorgente]

Nomination agli awards[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Festival Sanremo 2013, intervista a Anthony and the Johsons, super-ospite di questa sera - Riviera24.it
  2. ^ scaruffi.com: "Antony & The Johnsons"

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]