Valpolicella superiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valpolicella superiore
Dettagli
Stato Italia Italia
Resa (uva/ettaro) n.d.
Resa massima dell'uva n.d.
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
11,0%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
12,0%
Estratto secco
netto minimo
n.d.
Riconoscimento
Tipo DOC
Istituito con
decreto del
27/12/1990  
Gazzetta Ufficiale del 14/05/1991,
n 111
Vitigni con cui è consentito produrlo
[senza fonte]

Il Valpolicella superiore è un vino rosso DOC del Veneto prodotto esclusivamente nella Valpolicella in provincia di Verona da vitigni autoctoni quali Corvina, Corvinone (nella misura massima del 50% in sostituzione della Corvina), Rondinella ma anche in percentuali minori con Forselina, Negrara e Oseleta. La Molinara uscita recentemente dal disciplinare come obbligatoria è comunque permessa.

Caratteristiche organolettiche[modifica | modifica wikitesto]

  • colore: rosso rubino di media intensità tendente al granato con l'invecchiamento.
  • odore: vinoso, con profumo gradevole, delicato, caratteristico, che ricorda talvolta le mandorle amare.
  • sapore: asciutto o vellutato, di corpo, amarognolo, sapido, armonico.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La Denominazione Superiore[modifica | modifica wikitesto]

Il vino Valpolicella riceve la denominazione di Superiore perché l'affinamento in botte di rovere avviene per un minimo di 12 mesi a partire dal 1º gennaio successivo alla vendemmia e il grado alcolico risulta essere al consumo superiore al 12%.

Abbinamenti consigliati[modifica | modifica wikitesto]

Si abbina a pollame nobile come la faraona, arrosti di vitello o maiale, risotti con carne/legumi.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • dati n.d.

Altri vini della Valpolicella[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]