Timarete

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una miniatura rappresentate Timarete

Timarete oppure Tamiri (in greco antico: Τιμαρέτη, Timaréte; Atene, fl. V secolo a.C.Atene, ...) è stata una pittrice ateniese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia del pittore greco Micone il Giovane, fu una nota pittrice autrice di un'opera raffigurante Artemide che venne ubicata a Efeso.[1][2]

Ricevette insegnamenti anche da Polignoto di Taso e acquisì grande fama in tutta la Grecia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Timarete, Enciclopedia Treccani
  2. ^ Mikon, Enciclopedia Treccani

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Historie mundi, G. Plinii Secundi, Libri XXXVII, Volumen Secundum, Venetiis, ed. Joseph Antonelli, 1844, pp. 1213-1214.[1]
  • Libro Delle Donne Illustri, Tradotto per Giuseppe Betussi, di Giovanni Boccaccio, ed. Pietro de Nicolini da Sabbio, 1547, p. 65-66.[2]
  • Saggi sul ristabilimento dell'antica arte de' greci e romani pittori, di Don Vincenzo Requeno, Tomo 1, Capitolo VIII, Parma, ed. Stamperia reale, 1787, p. 36.[3]
Controllo di autorità VIAF: (EN96144112 · ULAN: (EN500067019