Tele NBC

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tele NBC
Paese Italia
Lingua italiano
Tipo generalista
Data di lancio novembre 1982
Editore Associazione Tele NBC
Sito www.onetvnbc.it
Diffusione
Terrestre
digitale DVB-T, in provincia di Milano nord, provincia di Varese sud, provincia di Como sud, FTA Canali VHF 7

Tele NBC è un'emittente televisiva privata con sede a Sant'Ilario Milanese, frazione di Nerviano, in provincia di Milano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò le trasmissioni sul finire del 1982 sul canale VHF A per poi stabilirsi, a partire dal 1983, sui canali VHF H1 e UHF 40, 51, 60, 61 e 69, con diffusione nell'Altomilanese. Il punto principale d'emissione era, come è tuttora, la torre di trasmissione in Via della Novella 55 a Sant'Ilario Milanese (una frazione di Nerviano) che ospita molti impianti trasmittenti eterogenei.

Agli esordi la tv era una emanazione della locale parrocchia presieduta (allora come oggi) da don Giancarlo Guerreschi.

La genesi radiofonica e la separazione da Radio NBC[modifica | modifica wikitesto]

Pur non spartendo la sede, Tele NBC discende dall'emittente radiofonica NBC Radio che possedeva tre frequenze in FM (98,800 MHz, 107,400 MHz, 108,000 MHz).

Nel 1984 l'emittente radiofonica prese però una strada diversa, di natura commerciale (col marchio NBC Milano 108) mentre la televisione si focalizzò su un percorso editoriale di matrice cattolica col marchio "Telestar Nerviano". La modifica dell'identificativo, adottata nel 1985, fu motivata dalla necessità di prendere le distanze dalla stazione radiofonica commerciale. La denominazione Tele NBC tuttavia fu ripresa a distanza di soli due anni (nel 1987).

La produzione[modifica | modifica wikitesto]

La produzione locale dell'emittente era mastodontica. Don Giancarlo Guerreschi riprendeva e trasmetteva di tutto: dalla Santa Messa alle funzioni religiose in generale, dai teatrini dei bambini alle commedie dialettali, dalla produzione degli esordi di altre tv locali ormai chiuse (come Telealtomilanese), allo sport locale, dai cartoni animati ai film d'annata.

Don Giancarlo conservava rigorosamente una copia di tutto ciò che veniva mandato in onda, anche se la qualità di registrazione non era eccelsa: ancora oggi l'archivio in VHS è enorme anche se, purtroppo, non è ancora stato catalogato.

Sul finire degli anni Ottanta, ripresa, come detto, l'ordinaria denominazione Tele NBC (ormai il legame con la radio non risultava più riconducibile), la televisione ebbe una certa notorietà anche al di fuori del suo stretto ambito di diffusione.

Il collegamento con Telepace[modifica | modifica wikitesto]

Tele NBC fu la prima stazione televisiva locale a diffondere in Lombardia i programmi della televisione cattolica veneta Telepace, oggi a tutti gli effetti considerata la tv del Vaticano, con sede produttiva nell'omonimo Stato, pur essendo sotto la giurisdizione di quello italiano come emittente locale. Il segnale veniva instradato mediante una complessa tratta in ponti radio perché il satellite era ancora di là da venire nella sua concreta utilizzabilità.

Il reticolo di collegamenti, realizzato dal comparto tecnico di Tele NBC, prevedeva che il segnale audiovisivo di Telepace venisse prelevato da Verona (sede di Telepace) e quindi indirizzato a Brescia (Monte Maddalena) per poi essere dirottato sulle alture del pavese e quindi irradiato verso la torre di trasmissione di Via Novella 55 a Sant'Ilario Milanese (la cosiddetta Torre Eureka) da dove era instradato in direzione degli studi di Piazza della Chiesa 1. Da lì il contenuto trasmissivo veniva restituito con un nuovo ponte radio a Torre Eureka e quindi immesso nella rete di trasmettitori della stazione (al tempo siti a Nerviano, Canegrate, San Vittore Olona e Cogliate).

La legge Mammì e lo spin-off di RSI[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio del 1990 (nelle more della legge Mammì, L. 223/1990), sfruttando l'ultima possibilità di rientrare nel settore radiofonico che aveva abbandonato dopo la scissione con Radio NBC, Tele NBC tenne a battesimo l'emittente radiofonica R.S.I. Radio Sant'Ilario con la trasmissione in FM sui 93,950 MHz. Tale emittente venne successivamente ceduta ai Padri Oblati di Rho che mutarono il suo nome in Radio Missione. Tale stazione radiofonica è ancora oggi in attività a Rho (in provincia di Milano).

Il trasferimento a Cogliate[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del 1991 la stazione tv venne delocalizzata come studi a Cogliate, "seguendo" il proprio fondatore don Giancarlo Guerreschi. In quel momento l'emittente viveva il paradosso di avere la sede in una località in cui, per ragioni tecniche, non era visibile dalla popolazione che abitava in quel paese a meno di installare antenne appositamente orientate verso Nerviano o San Vittore Olona, dove erano collocati gli impianti trasmettitori (cosa che venne fatta da molte famiglie cogliatesi).

Tale problema venne superato solo nel 1999, con l'installazione di un impianto locale sul canale UHF 51 (dal locale acquedotto) sfruttando le possibilità sopravvenute attraverso l'art. 3 della L. 249/1997, che consentiva agli enti pubblici locali (nella fattispecie il Comune di Cogliate) di ottenere l'autorizzazione dal Ministero delle Comunicazioni per ripetere i programmi di stazioni non altrimenti ricevibili in tale area.

La crisi economica, il ritorno a Sant'Ilario Milanese e il rilancio[modifica | modifica wikitesto]

L'emittente attraversò un periodo di crisi economica dovuta sia alla mancanza di fondi per via del carattere comunitario della stazione sia a problemi di salute di don Giancarlo, deus ex machina della tv.

In questo periodo furono ceduti gli importanti dei canali VHF H1 e UHF 61 alla televisione commerciale Videostar di Treviglio (in provincia di Bergamo) e l'emittente tornò a Sant'Ilario Milanese, da dove continuò a veicolare i programmi indirizzati ai ripetitori sui canali UHF 40 (da Canegrate) e UHF 69 (da Sant'Ilario Milanese), ritrasmettendo per gran parte della giornata i programmi di Telepace.

Il digitale terrestre[modifica | modifica wikitesto]

L'emittente, passata di proprietà dell'Associazione Tele NBC, è migrata alla tecnologia digitale terrestre (DVB-T) trasmettendo per tutta la giornata. Il proprio multiplexer è suddiviso in quattro programmi: Tele NBC 1, Tele NBC 2, Tele NBC 3 e Tele NBC 4. È previsto dal gennaio 2011, dopo l'assestamento post switch-off dell'area tecnica 3 (Lombardia e Piemonte orientale), l'occupazione di almeno due dei quattro programmi del multiplexer di Tele NBC (Tele NBC 2 e Tele NBC 3) con trasmissioni di altre tv locali non altrimenti ricevibili in zona che, per parte loro, ospiteranno il programma Tele NBC 1 nei propri bouquet.

Tele NBC 4 è invece un prodotto editoriale autonomo (che ha iniziato le trasmissioni sperimentali nel mese di ottobre 2010) prevalentemente basate su vecchi film, documentari e cartoni animati. Nell'ottobre 2010 ha ricevuto dal Ministero dello Sviluppo Economico - Comunicazioni la determina di assegnazione dei diritti d'uso temporanei per la frequenza VHF 7 in single frequency network (SFN) nel bacino di utenza storicamente illuminato. L'Associazione Tele NBC, oltre che dell'autorizzazione di operatore di rete su scala locale, è anche destinataria di quattro provvedimenti che l'abilitano quale fornitore di servizi di media audiovisivi areale.

L'area di servizio[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale area di copertura dell'emittente è prevalentemente costituita dai seguenti comuni: Nerviano, Lainate, Origgio, Uboldo, Saronno, Cogliate, Rescaldina, Castellanza, Busto Arsizio, Legnano, San Vittore Olona, Cerro Maggiore, Parabiago, Canegrate, Villa Cortese, Dairago, Arconate, Castano Primo, Bernate Ticino, Cuggiono, Robecchetto con Induno, Magenta, Santo Stefano Ticino, Marcallo con Casone, Corbetta, Sedriano, Vittuone, Buscate, Casorezzo, Arluno, Ossona, Boffalora sopra Ticino, Pregnana Milanese, Vanzago, Bareggio, Rho.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione