Stato a riconoscimento limitato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Stato non riconosciuto)
Jump to navigation Jump to search

     Non riconosciuto da alcuno stato

     Riconosciuti solamente da non-membri dell'ONU

     Non-membri dell'ONU riconosciuti almeno da un membro dell'ONU

     Membri dell'ONU non riconosciuti da almeno un membro dell'ONU

Uno Stato a riconoscimento limitato è uno Stato de facto indipendente e sovrano, che controlla e governa effettivamente un territorio e una popolazione ma la cui sovranità è riconosciuta a livello internazionale solo da alcuni degli altri Stati. Uno Stato a riconoscimento limitato può intrattenere formali relazioni diplomatiche con gli altri Stati, ma principalmente lo fa solo con quelli che lo riconoscono.

Definizione ed esclusioni[modifica | modifica wikitesto]

Si definiscono tali anche gli stati de facto sovrani la cui sovranità non gode di alcun riconoscimento internazionale; l'unico Stato de facto sovrano senza alcun riconoscimento internazionale è il Somaliland.

Non sono considerati "Stato a riconoscimento limitato" le tribù mai contattate, perché le loro società non possono essere definite come Stati o perché non è noto come esse siano organizzate, e le entità che sono considerate micronazioni: sebbene le micronazioni in genere sostengano di essere sovrane e indipendenti, è spesso discutibile se una micronazione controlli realmente il territorio rivendicato; per questo motivo, le micronazioni non sono generalmente considerate rilevanti dal punto di vista geopolitico.

Movimenti irredentisti e governi in esilio non sono similmente considerati "Stati a riconoscimento limitato" poiché non controllano territori abitati.

Lista[modifica | modifica wikitesto]

Non riconosciuti da alcuno Stato[modifica | modifica wikitesto]

Riconosciuti solamente da non membri dell'ONU[modifica | modifica wikitesto]

Non membri dell'ONU riconosciuti da un solo membro dell'ONU[modifica | modifica wikitesto]

Non membri dell'ONU riconosciuti da almeno due membri dell'ONU[modifica | modifica wikitesto]

Membri dell'ONU non riconosciuti da un solo membro dell'ONU[modifica | modifica wikitesto]

Membri dell'ONU non riconosciuti da almeno due membri dell'ONU[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Massimo Nava, Vittime: storie di guerra sul fronte della pace, Fazi Editore, 2005, ISBN 978-88-81-12605-7, p. 151.
  2. ^ (EN) Somaliland profile, in BBC News, 14 dicembre 2017. URL consultato il 4 dicembre 2021.
  3. ^ a b c d Michele Zanzucchi, Preti di Frontiera, Città Nuova, ISBN 978-88-31-11966-5, p. 42.
  4. ^ (RU) Кто же все-таки признал Карабах?, su Кавказский Узел, 12 novembre 2020. URL consultato il 4 dicembre 2021.
  5. ^ a b (EN) Władysław Czapliński; Agata Kleczkowska, Unrecognised Subjects in International Law, Wydawnictwo Naukowe Scholar, 2019, ISBN 978-83-73-83964-9, p. 122.
  6. ^ (EN) South Ossetia recognizes independence of Donetsk People’s Republic, su TASS, 27 giugno 2014. URL consultato il 4 dicembre 2021.
  7. ^ (RU) Южная Осетия признала независимость Луганской народной республики, su РИА Новости, 18 giugno 2014. URL consultato il 4 dicembre 2021.
  8. ^ a b c (RU) Абхазия, Южная Осетия и Приднестровье признали независимость друг друга и призвали всех к этому же, su NEWSru.com, 17 novembre 2006. URL consultato il 4 dicembre 2021.
  9. ^ Pompeo Maritati, Grecia. Dalla guerra civile ai Colonnelli, Youcanprint, 2015, ISBN 978-88-91-19172-4, p. 111.
  10. ^ a b La Siria riconosce Abkhazia e Ossezia del Sud: le reazioni della Georgia, eurasianews.it, link verificato il 21 novembre 2019.
  11. ^ a b (EN) Russia welcomes Nicaragua's recognition of South Ossetia, Abkhazia, su China Daily, 6 settembre 2009. URL consultato il 4 dicembre 2021 (archiviato dall'url originale il 28 maggio 2010).
  12. ^ (ES) Decreto No. 47-2008 (PDF), su Gobierno de Reconciliación y Unidad Nacional, 9 settembre 2008 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2008).
  13. ^ a b (RU) Венесуэла признает независимость Абхазии и Южной Осетии, su Интерфак, 10 settembre 2009. URL consultato il 4 dicembre 2021.
  14. ^ (EN) Tom Lansford, Political Handbook of the World 2018-2019, CQ Press, 2019, ISBN 978-15-44-32711-2, p. 764.
  15. ^ (EN) Diplomatic Relations, su Permanent Obsverver Mission of the State of Palestine to the UN. URL consultato il 6 dicembre 2021.
  16. ^ a b eSwatini, Isole Marshall, Nauru, Palau, Tuvalu, Belize, Guatemala, Haiti, Honduras, Saint Kitts e Nevis, Saint Vincent e Grenadine, Santa Lucia, Paraguay.
  17. ^ (EN) Diplomatic Allies, su Ministry of Foreign Affairs, Republic of China (Taiwan), 25 maggio 2020. URL consultato il 6 dicembre 2021.
  18. ^ Afghanistan, Algeria, Arabia Saudita, Bangladesh, Brunei, Comore, Corea del Nord, Cuba, Gibuti, Indonesia, Iran, Iraq, Kuwait, Libano, Libia, Malesia, Oman, Pakistan, Qatar, Siria, Somalia, Tunisia, Yemen.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Nazioni Unite Portale Nazioni Unite: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nazioni Unite