Somalia britannica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Somalia britannica
Somalia britannica – BandieraSomalia britannica - Stemma
(dettagli)(dettagli)
British Somaliland in its region.svg
Dati amministrativi
Nome ufficialeProtectorate of British Somaliland
Lingue ufficialiInglese, Somalo
CapitaleBerbera (1884-1941)
Hargeisa (1941-1960)
Dipendente daRegno Unito Regno Unito
Politica
Forma di StatoProtettorato
Nascita1884
Fine1960
CausaIndipendenza
Territorio e popolazione
Massima estensione137.600 km² nel
Economia
ValutaScellino dell'Africa Orientale
Religione e società
Religioni preminentiIslam
Somalia-Somaliland.png
Evoluzione storica
Preceduto daSultanato di Ifat
Flag of Adal.png Sultanato di Adal
Sultanato Warsangali
Flag of Egypt (1844-1867).svg Chedivato d'Egitto
Succeduto daSomalia Stato del Somaliland
Ora parte diSomalia Somalia (de iure)
Flag of Somaliland.svg Somaliland (de facto)

La Somalia britannica, nota anche con il nome di British Somaliland, fu un protettorato britannico della parte settentrionale del Corno d'Africa, confluita nel 1960 assieme alla Somalia italiana nella Repubblica Democratica Somala. È l'attuale Somaliland, Stato non riconosciuto dalla comunità internazionale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Antica parte del vasto Regno di Axum fece poi parte dell'Impero ottomano ma quando questi iniziò a decadere le subentrò l'Egitto di Isma'il Pascià che dominò l'area per tutto il decennio del 1870, evacuando la zona solo nel 1884, quando i britannici vi stabilirono un protettorato con una guarnigione basata ad Aden per la sua difesa.

Tale protettorato dipese amministrativamente fino al 1898 dall'India Britannica, successivamente dal "Foreign Office" per passare dal 1905 alle dirette dipendenze della Segreteria di Stato per le Colonie, meglio nota con il nome di "Colonial Office".

Nella seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Cartina dell'attacco italiano alla Somalia britannica 3 agosto 1940

Durante la campagna dell'Africa Orientale la Somalia britannica fu, nell'agosto del 1940, invasa ed occupata dagli italiani che entrarono in Berbera, la città principale. Ma venne riconquistata dai britannici nel marzo 1941.

La decolonizzazione e l'indipendenza[modifica | modifica wikitesto]

Ottenuta l'indipendenza dalla Gran Bretagna il 26 giugno 1960 come Stato del Somaliland, con un referendum popolare venne stabilita l'unificazione alla Somalia italiana (indipendente dal 1º luglio dello stesso anno) e la creazione della Repubblica Somala.

Il Primo ministro dello Stato del Somaliland, Mohammed Haji Ibrahim Egal, divenne Ministro della Somalia unificata.

Nel 1991 dopo il collasso del Governo centrale, l'ex-Somalia britannica si autoproclamò Repubblica del Somaliland, Stato tuttora non riconosciuto dalla comunità internazionale.

Governatori[modifica | modifica wikitesto]

Lista dei Governatori della Somalia Britannica
Governatore Durata del mandato
Frederick Mercer Hunter 1884-1888
Edward Vincent Stace 1888-1893
Charles William Henry Sealy 1893-1896
William Butler Ferris 1896-1897
James Hayes Sadler 1897-1901
Harry Edward Spiller Cordeaux 1901-1902
Eric John Eagles Swayne 1902-1905
vacante 1905-1906
Harry Edward Spiller Cordeaux (2°) 1906-1909
vacante 1909-1910
Sir William Henry Manning 1910-1911
Horace Archer Byatt 1911-1914
Geoffrey Francis Archer 1914-1922
Gerald Henry Summers 1922-1925
vacante 1925-1926
Sir Harold Baxter Kittermaster 1926-1932
Sir Arthur Salisbury Lawrance 1932-1939
Vincent Goncalves Glenday 1939-1940
vacante (annessione all'A.O.I.) 19 agosto 1940 - 16 marzo 1941
Arthur Reginald Chater 1941-1943
Gerald Thomas Fisher 1943-1948
Gerald Reece 1948-1954
Theodore Pike 1954-1959
Douglas Hall 1959-1960

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN155870596 · LCCN (ENn83057007 · GND (DE4090132-4 · WorldCat Identities (ENlccn-n83057007