Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Cina continentale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diverse carte che delimitano la Cina continentale

Cina continentale (中国大陆S, Zhōnggúo DàlùP) è un termine politico-geografico, utilizzato per indicare in maniera politicamente neutrale i territori sotto il diretto controllo della Repubblica Popolare Cinese, ad esclusione di Hong Kong e Macao.

Il termine nacque dopo il 1949, al termine della guerra civile cinese che si era conclusa con la fuga del governo della Repubblica di Cina sull'isola di Formosa, e la fondazione, da parte del Partito Comunista Cinese, della Repubblica Popolare Cinese. Entrambi i due governi rivendicavano la sovranità sui territori della Cina, e insieme ad essi lo status di unico rappresentante politico legittimo del paese in ambito internazionale.

Fu in questo contesto che venne coniata l'espressione "Cina continentale" (in inglese Mainland China), per indicare tutti i territori sotto il diretto controllo del Partito Comunista Cinese nel 1949. A quell'epoca, Hong Kong e Macao erano ancora dei territori coloniali amministrati rispettivamente da Inglesi e Portoghesi, e Taiwan (ex colonia Giapponese) era sotto il controllo del transfugo governo della Repubblica di Cina. Per questo motivo l'espressione Cina continentale non comprende questi territori.

Anche se i territori di Hong Kong e Macao rientrarono sotto la sovranità cinese rispettivamente nel 1997 e nel 1999, ciò non coincise con il loro entrare a far parte dell'accezione di "Cina continentale". Oltre al fatto che l'uso del termine si è sedimentato per motivi storici, bisogna anche tener in considerazione il fatto che due ex-colonie è stato concesso di mantenere i pre-esistenti sistemi di organizzazione della sfera economica, legale e politica, secondo il principio politico amministrativo noto come "Una Cina, due sistemi": le due regioni speciali conservano pertanto un carattere distinto dalle rimanenti province della Repubblica Popolare, riflesso in un forte senso identitario che si riscontra nei cittadini loro abitanti.

Molto diffuso nei paesi anglofoni, il suo uso è molto meno frequente nella lingua Italiana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Durante la Dinastia Qing, l'impero cinese comprendeva anche i territori di Hong Kong, Macao, Taiwan, Kinmen, Matsu, le Penghu e la Mongolia. I territori di Taiwan, Hong Kong e Macao furono dati in concessione alle potenze straniere: Taiwan era controllata dai Giapponesi, Hong Kong dagli Inglesi e Macao dai Portoghesi.

Nel 1945, sotto il governo nazionalista, la Cina ottenne nuovamente la sovranità su Taiwan. Nel 1949, al termine della guerra civile cinese, il governo della Repubblica di Cina si rifugiò a Taipei, da dove mantenne il diretto controllo sulle isole di Taiwan, Kinmen, Matsu e Penghu.

Il Partito Comunista mantenne il controllo sulla Cina continentale, e sulle isole ad essa molto vicine (l'isola più grande è Hainan).

Uso politico[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Cina Portale Cina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cina