San Calogero (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Calogero
comune
San Calogero – Stemma San Calogero – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Calabria.svg Calabria
ProvinciaProvincia di Vibo Valentia-Stemma.png Vibo Valentia
Amministrazione
SindacoNicola Brosio (lista civica "Insieme per Crescere") dal 31-5-2015
Territorio
Coordinate38°34′N 16°01′E / 38.566667°N 16.016667°E38.566667; 16.016667 (San Calogero)Coordinate: 38°34′N 16°01′E / 38.566667°N 16.016667°E38.566667; 16.016667 (San Calogero)
Altitudine261 m s.l.m.
Superficie25,34 km²
Abitanti4 103[1] (30-11-2019)
Densità161,92 ab./km²
FrazioniTra frazioni e località:Calimera, Casalello, Piana delle Querce, Torretta, Torre di Campo, Sant'Opolo.
Comuni confinantiCandidoni (RC), Filandari, Limbadi, Mileto, Rombiolo
Altre informazioni
Cod. postale89842
Prefisso0963
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT102032
Cod. catastaleH785
TargaVV
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)
Cl. climaticazona A, 1,297 GG[2]
Nome abitantisancalogeresi
PatronoMadonna dell'Immacolata
Giorno festivo8 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Calogero
San Calogero
San Calogero – Mappa
Posizione del comune di San Calogero nella provincia di Vibo Valentia
Sito istituzionale

San Calogero (Ai Kalògero in greco bizantino) è un comune italiano di 4 103 abitanti[1] della provincia di Vibo Valentia in Calabria.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

San Calogero si trova nel settore orientale del monte Poro ed è situato a 216 m. a sud-sud-ovest da Vibo Valentia dal quale dista 20 km. Il territorio del comune risulta compreso tra i 37 e i 381 metri sul livello del mare. L'escursione altimetrica complessiva risulta essere pari a 344 metri. Circondato dal verde il territorio è delimitato da due corsi d'acqua che favoriscono il lavoro dei campi dove si produce uva da vino, ortaggi, frutta, olive, agrumi e cereali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

San Calogero sembra sia stato popolato fin dal neolitico. Ma solo in epoca medievale si crearono corposi agglomerati. I suoi tre centri: San Calogero, Calimera e San Pietro presentano un diversa storia feudale. Si ritiene che il più antico dei tre sia Calimera. La fondazione del paese oggi sede municipale, risalirebbe al periodo medievale e il nome della città deriva, con ogni probabilità, da un insediamento di monaci basiliani dedicato proprio a San Calogero (Calogero inoltre in greco significa monaco). San Calogero fu in seguito possedimento di diverse famiglie, tra cui i Ruffo. Il terremoto di fine ‘700 provocò ingenti danni ed il centro abitato fu ricostruito in una posizione poco distante dal vecchio sito: presso delle località chiamate “Il giardino” e “le vigne”. La parte più recente del centro abitato di San Calogero è stata ridisegnata nel ‘700 dopo il sisma. Appare quindi con una conformazione urbanistica abbastanza moderna. Nonostante i vari terremoti, sia San Calogero che Calimera conservano un interessante centro storico corredato da antichi palazzi. Sul territorio vi sono, inoltre, delle interessanti grotte scavate nel tufo ed è stata attestata la presenza di un’antica necropoli. Negli ultimi decenni San Calogero ha conosciuto un discreto sviluppo commerciale.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa Sacro Cuore di Gesù (XIX secolo)
  • Chiesa Maria Santissima Immacolata (ricostruita dopo il terremoto del 1783)
  • Chiesa M.Santissima Madre delle Grazie
  • Chiesa Santa Paola Frasinetti
  • Chiesa di San Rocco, nella frazione di Calimera

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Castello di Calimera (forse una delle residenze del Conte Ruggero il Normanno)
  • Antico Monastero bizantino
  • varie piazze

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Istituzioni, enti e associazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Associazione Santa Paola Frasinetti "Beati i puri di cuore"
  • Scuola Materna Maria Ss. Immacolata, Via S Paola Frassinetti 5
  • Scuola media statale"Rocco Romano"
  • Suola elementare statale
  • Scuola dell'infanzia statale
  • Scuola guida
  • Scuole di inglese "Morgan School" e "Queen English School"

Feste Religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Festa dell’Immacolata l’8 dicembre (festa patronale)
  • festa della Madonna delle Grazie (1-2 luglio,Casalello)
  • Festa di San Calogero o di Santa Paola la prima domenica di agosto (le ricorrenze si alternano: un anno si festeggia il Santo, un anno la Santa)
  • Festa di San Rocco (16 agosto, Calimera)

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel periodo pasquale a San Calogero, come in molti altri centri calabresi, si tiene l’“Affruntata”, la rievocazione dell’incontro tra il Cristo Risorto e sua Madre
  • È ambientata a Calimera la “Storia dei Rupe”, romanzo storico di Leonida Repaci che parla di una famiglia vissuta tra l’ottocento ed il novecento
  • Le camicie rosse garibaldine passarono anche da San Pietro di San Calogero. Era il 27 agosto del 1860
  • Il nome della frazione Calimera viene dal greco e significa “buongiorno”

Biblioteche[modifica | modifica wikitesto]

  • Biblioteca Comunale, ex saub

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti stradali[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 13 giugno 1999 Domenico D'Amico Centro Cristiano Democratico sindaco
13 giugno 1999 13 giugno 2004 Giovan Battista Baldo lista civica di centro-sinistra sindaco
13 giugno 2004 14 aprile 2008 Domenico D'Amico lista civica di centro sindaco
14 aprile 2008 9 aprile 2013 Nicola Brosio lista civica sindaco
9 aprile 2013 31 maggio 2015 commissario straordinario [4]
31 maggio 2015 in carica Nicola Brosio lista civica "Insieme per Crescere" sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono due squadre di calcio nel territorio:

  • L'U.S. San Calogero
  • A.S.D Calimera

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b ISTAT - Bilancio demografico mensile novembre 2019, su demo.istat.it. URL consultato il 1º maggio 2020.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Commissione straordinaria ex art. 143 TUEL (ente sciolto per infiltrazioni mafiose)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • San Calogero e Calimera, Imperio Assisi e Gennaro Antonio Currà, Grafica Meridionale Editrice (1978)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN249411697 · GND (DE4707186-2
Calabria Portale Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Calabria