Capistrano (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Capistrano
comune
Capistrano – Stemma Capistrano – Bandiera
Capistrano – Veduta
Chiesa Matrice di San Nicola
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Calabria.svg Calabria
ProvinciaProvincia di Vibo Valentia-Stemma.png Vibo Valentia
Amministrazione
SindacoMartino Marco Pio (Unione di Centro) dall'11-6-2017
Territorio
Coordinate38°41′N 16°17′E / 38.683333°N 16.283333°E38.683333; 16.283333 (Capistrano)Coordinate: 38°41′N 16°17′E / 38.683333°N 16.283333°E38.683333; 16.283333 (Capistrano)
Altitudine352 m s.l.m.
Superficie21,12 km²
Abitanti995[1] (30-11-2019)
Densità47,11 ab./km²
FrazioniNicastrello
Comuni confinantiChiaravalle Centrale (CZ), Filogaso, Maierato, Monterosso Calabro, San Nicola da Crissa, San Vito sullo Ionio (CZ), Torre di Ruggiero (CZ)
Altre informazioni
Cod. postale89818
Prefisso0963
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT102005
Cod. catastaleB655
TargaVV
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)
Nome abitanticapistranesi
Patronosan Nicola e Madonna della Montagna
Giorno festivoseconda domenica di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Capistrano
Capistrano
Capistrano – Mappa
Posizione del comune di Capistrano nella provincia di Vibo Valentia
Sito istituzionale

Capistrano (Capistrànu in calabrese[2]) è un comune italiano di 995 abitanti della provincia di Vibo Valentia in Calabria.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

L'etimologia avrebbe tre ipotesi[3][4]. Per E. Barillaro[5] deriverebbe da "vincastro", per il capistranese Padre Concezio Galloro (1916-1979) dal greco "Capistikon" (sto sotto il monte, ossia Coppari 961 mslm), per il capistranese Giovanni Manfrida (1914-2009)[6] da "capestro" con riferimento al rapporto di sudditanza che i residenti avevano verso i Padri basiliani che in Capistrano avevano un convento (toponimo: "Capisticum" nel 1211).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Nella chiesa madre di Capistrano, di stile tardo barocco, si trovano varie statue lignee policrome di pregio del Settecento e Ottocento, il pregevole cenotafio ed il sepolcro del 1770 (in marmo bianco di Carrara) del nobile Pietro Bongiorno, il dipinto "Il Battesimo di Gesù nel fiume Giordano", attribuito fin dal 1966 al noto pittore francese Pierre-Auguste Renoir, giunto qui nel dicembre 1881, su invito del prete capistranese don Giacomo Rizzuti, conosciuto a Napoli, favorito anche dal fatto che doveva recarsi a Palermo per fare il ritratto a Wagner. La facciata della chiesa madre ha tre porte bronzee istoriate. Ai margini della strada comunale "Montagna", si trova la statua di Cristo Redentore. Più a monte una millenaria e meravigliosa foresta di faggi, abeti, pini, castagni, con aree picnic, fontane, fiumi e torrenti.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gonfalone comunale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2019.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 135.
  3. ^ Giovanni Manfrida Capistrano ieri ed oggi, pag,41
  4. ^ Antonio Pasceri Dell'etimologia e delle origini di Capistrano pag.11
  5. ^ E. Barillaro, Calabria, Ed.L.Pellegrini, CS, 1976
  6. ^ Giovanni Manfrida, Capistrano ieri ed oggi, Ed.Calabria Letteraria, 1987 ed.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN245711947 · GND (DE4216192-7 · WorldCat Identities (ENviaf-245711947
Calabria Portale Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Calabria