Rocca Massima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rocca Massima
comune
Rocca Massima – Stemma Rocca Massima – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
ProvinciaProvincia di Latina-Stemma.png Latina
Amministrazione
SindacoAngelo Tomei (lista civica) dal 13-06-2004
Territorio
Coordinate41°41′N 12°55′E / 41.683333°N 12.916667°E41.683333; 12.916667 (Rocca Massima)Coordinate: 41°41′N 12°55′E / 41.683333°N 12.916667°E41.683333; 12.916667 (Rocca Massima)
Altitudine735 m s.l.m.
Superficie18,17 km²
Abitanti1 136[1] (30-6-2016)
Densità62,52 ab./km²
FrazioniBoschetto di Rocca Massima
Comuni confinantiArtena (RM), Colleferro (RM), Cori, Segni (RM)
Altre informazioni
Cod. postale04010
Prefisso06
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT059022
Cod. catastaleH421
TargaLT
Cl. sismicazona 2B (sismicità media)
Cl. climaticazona E, 2 426 GG[2]
Nome abitantirocchiggiani o roccheggiani
Patronosan Michele Arcangelo
Giorno festivo29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Rocca Massima
Rocca Massima
Rocca Massima – Mappa
Posizione del comune di Rocca Massima nella provincia di Latina
Sito istituzionale

Rocca Massima è un comune italiano di 1 136 abitanti della provincia di Latina nel Lazio.

È il paese più alto della provincia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Rocca Massima è posizionata sull'altura del Monte Massimo, appartenente alla catena dei Monti Lepini.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Classificazione climatica: zona E, 2426 GR/G

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'antica Rocca Massima potrebbe identificarsi con l'antica Carventum, città del Latium vetus al tempo della Lega latina, nella guerra contro Roma. La prima notizia ufficiale sull'edificazione di Rocca Massima risale al gennaio 1202: Papa Innocenzo III, con una bolla, permise l’edificazione di un nuovo centro urbano sul Monte Massimo, che appunto prese il nome di Rocca Massima, e fu dato in concessione a Pietro D'Annibaldi.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Palazzo del Principe

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

  • Parco della Memoria

Altro[modifica | modifica wikitesto]

  • Monumento dei Caduti

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

  • S.Isidoro terza domenica di maggio
  • Ottavario di S. Isidoro sabato successivo alla festa con processione notturna
  • Maria Santissima della Pietà ultima domenica di maggio
  • Ottavario di Maria Santissima della Pietà con processione notturna
  • Festa in onore di S. Antonio in località Boschetto - frazione di Rocca Massima -
  • Festa in onore del patrono, San Michele Arcangelo, a settembre

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Rassegna organistica internazionale. La rassegna si svolge all'interno della chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo, dotata di un maestoso organo meccanico di oltre millecento canne. Ogni anno si esibiscono i più grandi maestri organisti provenienti da ogni parte del mondo.
  • Agosto rocchigiano a cura della Pro Loco di Rocca Massima. Eventi culturali, che spaziano dal teatro, alle poesie della memoria presso il parco appunto della memoria, dalla musica, classica e leggera, a sagre con prodotti locali. Durante il mese di agosto, normalmente la prima domenica, si svolge la serata finale con premiazione dei vincitori del "Premio Goccia d'Oro", rassegna internazionale di poesie inedite e di arte pittorica. Questa manifestazione, gestita e organizzata dall'Associazione Culturale Mons. Giuseppe Centra.
  • Sagra dei marroni, a ottobre

Stampa[modifica | modifica wikitesto]

  • Mensile "Lo Sperone", edito dall'Associazione culturale Centra.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è formato da due nuclei abitati: Rocca Massima e la frazione del Boschetto. Quest’ultima è situata a valle, sulla strada per Giulianello. Nella località del Boschetto e nelle campagne limitrofe risiede la maggioranza della popolazione rocchiggiana.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia si base principalmente sull'agricoltura e sull'allevamento; particolarmente sulla coltivazione delle piante d'ulivo e sulla produzione dell'olio d'oliva. Buono è il turismo nel centro storico nei mesi estivi.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Mobilità urbana e interurbana[modifica | modifica wikitesto]

Rocca Massima è collegata a Velletri dagli autobus del Cotral e a Cori dalle circolari della ditta Caliciotti.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1934 passa dalla provincia di Roma alla nuova provincia di Littoria, costituita dal governo fascista dell'epoca.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1980 13 luglio 1985 Dino Pallocca PSI Sindaco
13 luglio 1985 3 luglio 1990 Dino Pallocca PSI Sindaco
3 luglio 1990 30 dicembre 1992 Carlo Cioeta DC Sindaco
30 dicembre 1992 26 aprile 1994 Raniero Paoletti DC Sindaco
26 aprile 1994 23 aprile 1995 Paolo Mariani DC Sindaco
23 aprile 1995 13 giugno 1999 Paolo Mariani PPI Sindaco
13 giugno 1999 12 giugno 2004 Marcello Del Ferraro DS Sindaco
12 giugno 2004 7 giugno 2009 Angelo Tomei lista civica Sindaco
7 giugno 2009 25 maggio 2014 Angelo Tomei lista civica Sindaco
25 maggio 2014 in carica Angelo Tomei lista civica Sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio a cinque[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è rappresentato dall'Atletico Roccamassima che milita nella Serie D Latina.

Impianti sportivi[modifica | modifica wikitesto]

A Rocca Massima c'è Flying in the Sky, l'impianto di volo dell'angelo, lungo 2.213 m, che consente di lanciarsi nel vuoto, appesi ad un cavo, ad una velocità di oltre 100 km/h.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2016.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lazio Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lazio