Ringo De Palma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ringo De Palma
NazionalitàItalia Italia
GenereRock alternativo
Punk rock
New wave
Nuova musica italiana cantata in italiano
Periodo di attività musicale1980 – 1990
Strumentobatteria, voce
GruppiMugnions
Litfiba
CCCP - Fedeli alla linea
Los Quatro Gatos
Album pubblicati7
Studio4
Live3

Ringo De Palma, pseudonimo di Domenico Luca De Benedittis (Torino, 28 dicembre 1963Firenze, 1º giugno 1990), è stato un batterista italiano, membro dei Mugnions, dei Litfiba e dei CCCP - Fedeli alla linea.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il soprannome Ringo fu scelto per omaggiare il batterista dei Beatles, Ringo Starr. Grazie alla conoscenza del bassista Gianni Maroccolo e in particolare modo del cantante Piero Pelù, con cui aveva già collaborato all'interno dei Mugnions, De Palma entra nei Litfiba nel 1983. Con essi ha partecipato alla pubblicazione di tre album studio, tre album dal vivo più numerose tournée sia in Italia che all'Estero (tra gli altri: Francia, Germania, Paesi Bassi, Belgio, Australia). Parallelamente ai Litfiba, aveva fondato un gruppo chiamato i Los Quatro Gatos, di cui era il frontman.

Nel 1989, ufficialmente a causa di problemi fisici (la questione in realtà non è mai stata ben del tutto chiarita), lascia il gruppo insieme a Maroccolo e al tastierista Francesco Magnelli, coi quali entra nei CCCP - Fedeli alla linea; collaborando quindi con Giovanni Lindo Ferretti e Massimo Zamboni pubblica l'album Epica Etica Etnica Pathos del 1990.

Dopo qualche mese, muore a Firenze a 26 anni (ne avrebbe compiuti 27 a dicembre), per overdose da eroina.[1][2] La salma è stata cremata, ed è riposta in un piccolo loculo senza fotografia nel cimitero di Rifredi a Firenze.

Citazioni e omaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Lindo Ferretti ha dichiarato, nel libro Fedeli alla linea: “Ringo era uscito dalla storia dei Litfiba, stava malissimo e sono stato io il primo a proporre di chiamarlo; gli ho telefonato e lui ha accettato. Avevamo per la prima volta un batterista. E Ringo sembrava stesse meglio, giorno dopo giorno. Registrata la sua ultima parte, quella per Annarella, è ripartito per Firenze, dove diceva di avere delle cose da fare. E non è più tornato. Aveva passato con noi gli ultimi due mesi della sua vita. Di lui ci è rimasta solo la batteria.”
  • I Litfiba gli dedicheranno la canzone Il volo, contenuta nell'album El diablo. Successivamente continuano ad omaggiarlo nei loro concerti all'inizio della canzone Amigo.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Litfiba[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Live[modifica | modifica wikitesto]

CCCP Fedeli alla linea[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Fatto Quotidiano, su ilfattoquotidiano.it, Intervista a Piero Pelù. URL consultato il 3 marzo 2012.
  2. ^ onstageweb.com, http://www.onstageweb.com/speciali/piero-pelu-autobiografia-identikit-di-un-ribelle-morte-ringo/.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]