Federico Poggipollini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Federico Poggipollini
Federico Poggipollini.jpg
Federico Poggipollini durante un concerto con Luciano Ligabue
NazionalitàItalia Italia
GenereRock
Periodo di attività musicale1990 – in attività
Strumentochitarra, voce
Gruppi attualiLuciano Ligabue
Gruppi precedentiLitfiba
Album pubblicati5
Studio5

Federico Poggipollini, noto anche con lo pseudonimo di Capitan Fede (Bologna, 26 marzo 1968), è un chitarrista e cantautore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Con i Litfiba[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990 partecipa alla registrazione dell'album El diablo. Successivamente suona con la band per la registrazione di Sogno ribelle, compilation del 1992 e Terremoto (1993). Dopo tanto tempo, partecipa al concerto dei Litfiba del 1º giugno 2012 al Mandela Forum di Firenze, al quale hanno preso parte molti degli ex musicisti della band.

Con Ligabue[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 diventa componente della band di Luciano Ligabue con il quale registra gli album Tributo ad Augusto (1994), Buon compleanno Elvis (1995), Su e giù da un palco (1997), RadioFreccia (colonna sonora del film omonimo) (1998), Miss Mondo '99 (1999), Fuori come va? (2002), Giro d'Italia (2003), Nome e cognome (2005), Sette notti in Arena (2009), Arrivederci mostro! (2010), Campovolo 2.011 (2011), Mondovisione (2013), Giro del Mondo (2015), Made in Italy (2016), Start (2019) e 7 (2020), partecipando ai live tour e agli eventi che seguono le uscite degli album.

Come solista[modifica | modifica wikitesto]

Poggipollini esordisce come solista nel 1998 con il cd Via Zamboni 59 assieme alla sua band, i KKF. Nel 2001 esce il singolo Indelebile e in quello stesso anno appare come comparsa nel film Da zero a dieci (regia dello stesso Ligabue). Nel 2003 viene pubblicato l'album Nella fretta dimentico anticipato dal singolo Bologna e piove.

Nel settembre 2006 in occasione dell'MTV Day di Bologna Poggipollini collabora con la Super Band (che oltre a lui comprende Morgan alle tastiere, Max Gazzè al basso e Sergio Carnevale dei Bluvertigo alla batteria) e con numerosi artisti. Nel suo repertorio sono presenti, oltre che a sue canzoni, anche cover di canzoni come Il mio nome è mai più (LigaJovaPelù), London Calling (The Clash), Get Up, Stand Up (Bob Marley) e altre.

Dal dicembre 2006 è anche il testimonial italiano del videogioco per PlayStation 2 e Xbox Guitar Hero II. Lo stesso ruolo è ricoperto in America dal chitarrista Dave Navarro.

Il 1º giugno 2007 è uscita, solo per il circuito radiofonico, la canzone Il chitarrista, cover del famoso brano di Ivan Graziani, reinterpretato da Poggipollini, con la partecipazione di Filippo Graziani, figlio di Ivan. Il 3 aprile 2009 esce sul circuito radiofonico il singolo Taxi viola che anticipa l'album Caos cosmico uscito il 23 aprile 2009, composto da 16 brani inediti e promosso subito con una serie di date live in vari locali della penisola oltre agli showcase alle FNAC con Vincenzo Pastano alla chitarra, Ivano Zanotti alla batteria e Giorgio Santisi al basso. Il 26 marzo 2010 esce il nuovo singolo Anima silvestre con la partecipazione di Elena Di Cioccio, che promuove l'album Caos cosmico extra uscito l'11 maggio 2010. Dal 22 novembre dello stesso anno fino al 6 luglio 2014 partecipa alle sigle pubblicitarie e, fino al 15 novembre dello stesso anno, anche del meteo di Rai 2 suonando la chitarra elettrica. Il brano Taxi viola unitamente ad Incredibile potere è contenuto nella colonna sonora del film Le badanti.

Nel 2010 pubblica “Caos Cosmico Extra” nuova versione dell’album del 2009, arricchita da due tracce live e dal brano “Anima Silvestre”, ballata dal sapore vintage in cui Federico duetta con Elena Di Cioccio

Nel 2011 ha recitato nel film Bar Sport, diretto da Massimo Martelli.

Nel novembre 2012 partecipa alla terza edizione del Jack On Tour, tour promozionale organizzato da Jack Daniel's, che ha toccato le città di Roma, Torino, Catania, Firenze e Milano.[1] Insieme a Poggipollini c'erano Roberto Dell'Era al basso, Sergio Carnevale alla batteria e Megaherz alle tastiere. Ogni data ha visto prendervi parte Guest star differenti, tra cui Piero Pelù, Manuel Agnelli, Roy Paci e Casino Royale, con i quali sono state riproposte delle cover di classici del rock. La data finale del primo dicembre tenutasi all'Alcatraz di Milano ha visto la partecipazione di Cristiano Godano, Andy, Marco Cocci, Dente e Violante Placido. Le serate sono state riprese e poi trasmette in sei puntate da Deejay TV.[2][3] Sempre nel 2012 collabora con i The Sun a tre brani dell'album Luce, che diventeranno i singoli estratti (Onda perfetta, Sogno dei miei sogni e Outsider).[4]

Nel 2014 partecipa al Concerto del Primo Maggio in accompagnamento all'esibizione di Piero Pelù, dove eseguono, tra le altre, una versione riarrangiata de Il pescatore di Fabrizio De André.[5]

A maggio 2015 pubblica il suo ultimo lavoro Nero. L’album contiene 10 tracce inedite, dal sapore garage rock, blues e soul. Il disco nasce anche grazie alla collaborazione con Michael Urbano, che ha riarrangiato e prodotto il disco tra Bologna e San Francisco. L’album è stato anticipato dal singolo “Religione”, canzone dal suono decisamente rock e con un testo a tratti dissacrante. Tra il 2015 e il 2017 è impegnato con il “Nero Tour”, una serie di concerti di successo in tutta Italia per il lancio e la promozione del disco.

Nal 2019 partecipa con la Super Band al DopoFestival durante le serate del Festival di Sanremo. Oltre a Dell'Era e Carnevale alla band si sono uniti Enrico Gabrielli e Beatrice Antolini.[6] Il programma, in quest'edizione con il titolo Dopofestival - The Dark Side of Sanremo, è stato condotto dall'attore e regista Rocco Papaleo[7] con Anna Foglietta e Melissa Greta Marchetto,[8] in onda in diretta dal Teatro del Casinò di Sanremo.

Il 1º Maggio 2019 torna sul palco del Concerto del Primo Maggio, nella Superband che accompagna l'esibizione di Achille Lauro.[9]

Nel 2020 pubblica quattro brani: Città in Fiamme (cover dei Tribal Noise), Chiodo (cover degli Skiantos), Monna Lisa feat. Cimini (cover di Ivan Graziani), Trappole, nel quale Poggipollini duetta con l'autore del brano, Eugenio Finardi.

Il 29 gennaio 2021 pubblica Varietà, cover del brano di Gianni Morandi, in una versione completamente riarrangiata del brano, che vede Poggipollini duettare con lo stesso Morandi.

Il brano è accompagnato da un videoclip, prodotto da On a Friday, che vede un cameo finale di Morandi.[10]

Il 4 marzo dello stesso anno torna sul palco del Festival di Sanremo 2021, nella terza serata dedicata alle cover, al fianco di Annalisa per una versione riarrangiata di La musica è finita di Ornella Vanoni.[11]

Il 26 marzo 2021 esce Canzoni rubate, il 5º album di Federico Poggipollini.[12] Il disco è composto da 17 brani, di cui nove cover, un inedito e sette brani strumentali.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Da solista[modifica | modifica wikitesto]

  • 1998 – Voglio il paradiso
  • 1999 – Uscire fuori
  • 2001 – Indelebile
  • 2003 – Bologna e piove
  • 2003 – Cancellando ogni distanza
  • 2004 – Il personaggio
  • 2004 – Solo per un giorno
  • 2005 – 7 minuti
  • 2007 – Il chitarrista (cover di Ivan Graziani)
  • 2009 – Taxi Viola (con Laura Gigante)
  • 2009 – Incredibile potere (con Stefano Baldini)
  • 2012 – Anima silvestre
  • 2016 – Nero
  • 2020 – Il chiodo
  • 2020 – Città in fiamme
  • 2021 – Varietà (con Gianni Morandi)

Con i Litfiba[modifica | modifica wikitesto]

Con Ligabue[modifica | modifica wikitesto]

Con altri artisti[modifica | modifica wikitesto]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Formazione attuale[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Campioli – chitarra
  • Alessandro Daltri – chitarra
  • Antonio "Ciullo" Bonetti – batteria
  • Franco "Jamaica" Barletta – basso
  • Gianfranco Fornaciari – tastiere
  • Marco Prati – basso
  • Max Baldaccini – batteria
  • Lucio Morelli – tastiere
  • Andrea "Bedo" Bedin – basso
  • Sandro Nasuti – batteria
  • Vince Pastano – chitarra

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Inizia il Jack On Tour 2012 con Poggipollini, Dellera e Carnevale, su net1news.com, 2 novembre 2012. URL consultato il 9 maggio 2019.
  2. ^ Marcello Marabotti, Poggipollini, Dellera e Carnevale on the road con Jack Daniel's. L'intervista., su onstageweb,com, 5 dicembre 2012. URL consultato il 9 maggio 2019.
  3. ^ (IT) Veronica Monaco, Jack on tour 2012: live finale all’Alcatraz di Milano con Dente, Casino Royale e altri, in milanoweekend.it, 1º dicembre 2012. URL consultato il 9 maggio 2019.
  4. ^ Federico Poggipollini suona in 3 brani dei The Sun: video backstage, su Team World, 2 agosto 2012. URL consultato il 14 novembre 2020.
  5. ^ (IT) Carlo Moretti, Concerto Primo Maggio, "siamo un milione". Pelù a Renzi: boy scout di Gelli., in la Repubblica.it, 1º maggio 2014. URL consultato il 9 maggio 2019.
  6. ^ (IT) Roberto Pavanello, Le prove della Superband: l’anima musicale del Dopo Festival di Sanremo, in La Stampa.it, 5 febbraio 2019. URL consultato il 9 maggio 2019.
  7. ^ Rocco Papaleo conduttore del DopoFestival | DavideMaggio.it, su www.davidemaggio.it. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  8. ^ Barbara Berti, Sanremo 2019, Anna Foglietta e Melissa Greta Marchetto al Dopofestival, su QuotidianoNet, 1547236994770. URL consultato il 12 gennaio 2019.
  9. ^ Rockol com s.r.l, √ Achille Lauro, super band per l'esibizione al Concertone: con lui Federico Poggipollini, Sergio Carnevale e Garrincha, su Rockol. URL consultato il 26 marzo 2021.
  10. ^ Federico Poggipollini feat Gianni Morandi - Varietà (Official Video). URL consultato il 26 marzo 2021.
  11. ^ Redazione, Annalisa nella serata dei duetti sarà accompagnata da Federico Poggipollini - Spettakolo.it, su Spettakolo!, 1º marzo 2021. URL consultato il 26 marzo 2021.
  12. ^ Federico Poggipollini, tutte le mie 'Canzoni Rubate' - Musica, su Agenzia ANSA, 25 marzo 2021. URL consultato il 26 marzo 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]