Mondi sommersi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mondi sommersi
album in studio
ArtistaLitfiba
Pubblicazione2 gennaio 1997
Durata48:25
Dischi1
Tracce11
GenereRock alternativo
Pop rock
Rock elettronico
EtichettaEMI
Sony (ristampa 2010)
ProduttoreGhigo Renzulli, Piero Pelù, Richard "Jack" Guy
Registrazionea Firenze - Larione 10 e I.R.A soundlab (eccetto In fondo alla boccia)
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia (7)[1]
(vendite: 700 000+)
Litfiba - cronologia
Album precedente
(1995)
Album successivo
(1998)
Singoli
  1. Ritmo 2#
    Pubblicato: 18 dicembre 1996
  2. Regina di cuori
    Pubblicato: 1997
  3. Goccia a goccia
    Pubblicato: 1997
  4. Imparerò
    Pubblicato: 1997

Mondi sommersi è il settimo album in studio del gruppo musicale italiano Litfiba, pubblicato il 2 gennaio 1997 dalla EMI italiana.[2]

Il disco, dedicato all'acqua, è l'ultimo della cosiddetta tetralogia degli elementi, iniziata nel 1990 con l'uscita di El diablo.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il disco prosegue ed estende il lavoro che, tre anni prima, aveva portato all'uscita di Spirito, aprendo la produzione del gruppo a un rock più melodico e sperimentale, legato all'influenza delle musiche anglosassoni. Di quella che era la formazione originaria del 1980 sono ormai rimasti solo Piero Pelù e Ghigo Renzulli, che scrivono in coppia (Pelù i testi, Renzulli le musiche) nove degli undici brani (Dottor M. e Sparami sono invece attribuiti nel testo a Pelù e nella musica a entrambi). Alla linea strumentale classica della produzione della band e formata dall'insieme chitarra solista, basso, batteria, viene aggiunto l'uso di campionamenti e grooves, cercando quindi una commistione tra il linguaggio classico del rock e l'utilizzo dell'elettronica più moderna. Proprio quest'ultimo è uno degli elementi di maggiore interesse del disco, che riprendendo i Garbage è emerso fin dall'inizio come un disco assolutamente innovativo per la produzione del gruppo e del rock italiano fino a quel momento. Penultimo album assieme di Pelù e Renzulli, prima del successivo Infinito, fu quello che fece apprezzare alle grandi masse il gruppo fiorentino, vendendo in poco tempo quasi 500 000 copie anche grazie a quattro singoli (Ritmo 2#, Regina di cuori, Goccia a goccia e Imparerò) che ebbero grande riscontro radiofonico. Il disco è l'ottavo più venduto in Italia del 1997 ed ebbe un ottimo riscontro di vendite nel resto d'Europa.

Le tematiche[modifica | modifica wikitesto]

I testi, scritti interamente da Piero Pelù, si focalizzano soprattutto su temi già cari alla band, ma con un approccio più diretto e meno oscuro del passato: alcuni riguardano in modo frivolo i rapporti controversi con l'altro sesso (Regina di cuori); altri in modo caustico la situazione politica e sociale (L'esercito delle forchette); altri ancora in modo efficace la critica alla società attuale (Dottor M., Sparami) e la conseguente incitazione al desiderio di rivalsa e di liberazione dagli schemi sociali (Si può, Apri le tue porte). Non vanno poi dimenticati i testi legati all'esame di se stessi e dei propri sbagli cercando di migliorare (Imparerò e Goccia a goccia). Da questo elenco rimangono fuori il singolo di lancio del disco e l'omonima canzone di apertura, Ritmo 2# e Ritmo rispettivamente, e la goliardica In fondo alla boccia, una sorta di stralunato demo che chiude l'album. La tematica dell'album rimane tuttavia chiaramente l'acqua, con un continuo ritorno di termini chiave e l'incitazione a scoprire molteplici nature nelle situazioni più diverse, compresi i significati delle liriche. Un tema che la varietà del disco sembra a suo modo confermare, e che l'impasto sonoro stratificato e complesso invita a fare anche a livello musicale.

La cover[modifica | modifica wikitesto]

La copertina dell'album mostra un bambino con un saio tibetano appena fuoriuscito da un fiume, riprendendo l'elemento della tetralogia cui appartiene l'album (l'acqua).

La foto è stata scattata al pontile nord di Bagnoli (Napoli)[3]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD - EMI Italiana (8557422)[4]

Testi di Piero Pelù, musiche di Ghigo Renzulli, eccetto dove indicato.

  1. Ritmo – 4:13
  2. Imparerò – 3:27
  3. Regina di cuori – 4:05
  4. Goccia a goccia – 4:42
  5. Si può – 4:34
  6. Ritmo 2# – 4:34
  7. L'esercito delle forchette – 5:12
  8. Sparami – 4:38 (musica: Renzulli/Pelù)
  9. Apri le tue porte – 4:12
  10. Dottor M. – 5:05 (musica: Renzulli/Pelù)
  11. In fondo alla boccia – 3:43

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  1. Ritmo 2# – promo pubblicato il 18 dicembre 1996,[5] accompagnato da un videoclip.
  2. Regina di cuori – promo accompagnato da un videoclip.
  3. Goccia a goccia – promo accompagnato da un videoclip
  4. Imparerò – promo

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1997) Posizione
massima
Italia[6][7] 1
Svizzera[8] 39

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1997) Posizione
Italia[9] 8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Litfiba, il miglior rock dagli esordi alla reunion 2013, su musicparade.it, music parade, 11 giugno 2013. URL consultato il 17 agosto 2016.
  2. ^ a b E i Litfiba provocano dai loro Mondi Sommersi, su archiviostorico.corriere.it, Corriere della Sera, 31 dicembre 1996. URL consultato il 18 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2015).
  3. ^ Litfiba Road to 40: Mondi Sommersi, l'era del successo (1996-1998), su mikimoz.blogspot.com. URL consultato il 1º ottobre 2021.
  4. ^ (EN) Mondi Sommersi - Litfiba, su allmusic.com, AllMusic. URL consultato il 18 dicembre 2011.
  5. ^ Rock: Litfiba, arriva il nuovo ritmo, su adnkronos.com, Adnkronos. URL consultato il 18 dicembre 2011.
  6. ^ Spettacolo: Canale 5, Super ospita i Litfiba e Audio 2, su adnkronos.com, Adnkronos, 18 gennaio 1997. URL consultato il 18 dicembre 2011.
  7. ^ Album - I numeri uno (1996-2006), su it-charts.150m.com (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2013).
  8. ^ (DE) Litfiba - Mondi Sommersi, su hitparade.ch, Schweizer Hitparade. URL consultato il 16 gennaio 2015.
  9. ^ Gli album più venduti del 1997, su hitparadeitalia.it. URL consultato il 16 gennaio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Album al numero uno della Classifica FIMI Album (1997) Successore G-clef.svg
The Best of Zucchero - Zucchero Fornaciari 3 gennaio 1997 - 16 gennaio 1997 (2 settimane) The Best of Zucchero - Zucchero
  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock