Philippine Airlines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Philippine Airlines
Logo
PAL Airbus 300-200 Bacolod Negros Philippines.jpg
StatoFilippine Filippine
Fondazione1941
Sede principalePasay
FilialiPAL Express
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Slogan«It's about experience»
Sito web
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATAPR
Codice ICAOPAL
Indicativo di chiamataPHILIPPINE
HubManila
Frequent flyerMabuhay Miles
Flotta40
Destinazioni46
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

La Philippine Airlines, nota anche come PAL, è la compagnia aerea di bandiera delle Filippine con quartier generale a Pasay, Metro Manila.

La compagnia fu fondata nel 1941 ed è il vettore asiatico che da più tempo utilizza lo stesso nome: attualmente serve diciannove destinazioni nazionali e ventiquattro destinazioni internazionali in Asia Pacifica, Medio Oriente, Oceania, Sud America e Nord America. Dal mese di settembre 2013 PAL vola nuovamente in Europa dopo che la Commissione Europea ha sollevato la compagnia asiatica dal divieto di sorvolare lo spazio aereo europeo.

È attualmente controllata dalla società Pal Holdings, Inc., costituita nel 1930 e con sede operativa a Makati, Metro Manila[1][2].

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

La flotta di Philippine Airlines è composta, a luglio 2013, da[3]:

Il divieto operativo totale nel territorio dell'Unione europea[modifica | modifica wikitesto]

Con avviso legale del 23 novembre 2010 la Comunità Europea ha sancito il divieto operativo totale nel territorio della UE nei confronti, fra le altre, della Philipine Airlines e di tutte le compagnie aeree filippine, argomentando il divieto con questioni relative alle misure di sicurezza della compagnia[4].
In seguito alla decisione della UE, Alfonso Cusi, responsabile governativo per l'Industria del Paese, ha espresso nel novembre 2010 la certezza che il divieto possa presto venire sospeso[5]. Tale divieto è stato revocato il 10 luglio 2013, pertanto PAL è tornata a sorvolare i cieli europei già da settembre 2013.[6][7].

Ramon S. Ang, Presidente e Amministratore delegato di PAL, ha sottolineato che, dopo quindici anni di assenza dai cieli europei, la compagnia aerea offre oggi qualità e sicurezza largamente cresciute e che, oltre che essere un valido supporto per i concittadini che lavorano in Europa, la Philippine Airlines si aspetta di essere il vettore priviliegiato per tutti gli europei che vorranno visitare le Filippine.[8]

Il divieto, tuttavia, resta per le altre compagnie aeree filippine che rimangono escluse dalla possibilità di volare sui cieli europei.

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Una lista degli incidenti avvenuti nella lunga storia della compagnia può comprendere i seguenti eventi più significativi[9]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pal Holdings Inc. da Philippineairlines.com Directors and Officers.
  2. ^ Profilo dell'azienda Archiviato il 2 novembre 2012 in Internet Archive. da Bloomberg.com.
  3. ^ Philippine Airlines, our operating fleet Archiviato il 6 luglio 2013 in Internet Archive. da Philippineairlines.com.
  4. ^ Avviso legale Archiviato il 23 agosto 2009 in Internet Archive. dal sito della Commissione Europea.
  5. ^ Philippines seeks quick removal from aviation blacklists da EUbusiness.com.
  6. ^ Aviation safety: Commission updates the European safety list of banned airlines dal sito della Commissione Europea.
  7. ^ Comunicato stampa di Philippine Airlines Archiviato il 16 luglio 2013 in Internet Archive. dal sito della compagnia.
  8. ^ Statement on the lifting of European ban on PAL Archiviato il 16 luglio 2013 in Internet Archive..
  9. ^ Lista degli incidenti occorsi alla Philippine Airlines da Aviation Safety Network.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 0106 4127