Comandante (aeronautica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Comandante, che generalmente siede sempre a sinistra, e primo Ufficiale

Il comandante di un aeromobile è la persona che, come definito dall'Organizzazione Internazionale dell'Aviazione Civile (ICAO),[1] è in ultima analisi responsabile della gestione e della sicurezza durante il volo; quindi, nel caso di equipaggio composto da due o più piloti, il comandante non è necessariamente quello che conduce il velivolo, ma è quello che giuridicamente ne risponde dinanzi alla compagnia aerea e allo Stato per qualsiasi infrazione delle regole di volo.[2]

Il termine comandante viene impiegato con un duplice significato per indicare sia un grado che una funzione.

Il grado viene conferito dalle compagnie aeree a quei piloti ritenuti idonei a svolgere le funzioni di comando (alla luce di vari elementi quali anzianità, curriculum, attitudine al comando).

La funzione viene svolta da chiunque sia responsabile della condotta di un aeromobile, indipendentemente dalle sue dimensioni, dal numero di posti e dalla finalità del volo. [3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Rules of the air (PDF), in Annex 2 to the convention on international civil aviation, luglio 1990, p. 6. URL consultato il 10/06/2011 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2011).
  2. ^ Antonio Chialastri, Comandanti e piloti - I, in Manuale di volo, 2 marzo 2011. URL consultato il 10/06/2011.
  3. ^ Legislazione Aeronautica (PDF), su hoepli.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione