Errore del pilota

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Errore del pilota è un termine utilizzato per indicare la causa di un incidente aereo nel quale il pilota è considerato il principale o il parziale responsabile. Errore del pilota può essere definito come uno sbaglio, una valutazione errata, una disattenzione compiuta da un aviatore durante l'esercizio delle sue funzioni.

Di solito, in un incidente causato da errore del pilota, il pilota ai comandi commette l'errore in maniera non intenzionale. Tuttavia, un voluto disinteresse verso una procedura operativa standard o un segnale di allarme è sempre considerato errore del pilota, anche se queste azioni possono avere conseguenze penali.

Un operatore aereo (compagnia aerea o il proprietario stesso dell'aereo) non è generalmente ritenuto responsabile per un incidente che è stato causato principalmente da un guasto meccanico del velivolo, a meno che detto guasto si sia verificato a causa di un errore del pilota.

Il pilota può essere considerato in errore anche in condizioni meteorologiche avverse, se l'organismo investigativo ritiene che egli non abbia esercitato la dovuta diligenza. La responsabilità per l'incidente in un caso del genere dipende dal fatto che il pilota poteva ragionevolmente sapere del pericolo e non ha preso le dovute misure per evitare il potenziale problema causato dal maltempo. Volare in un uragano per scopi diversi da quelli legittimi di ricerca verrebbe considerato un errore del pilota, mentre volare in un microburst non sarebbe considerato un errore del pilota se egli non fosse stato in grado di rilevarlo, o non avesse avuto il tempo per comprendere il pericolo ed agire di conseguenza. Alcuni fenomeni atmosferici (quali la turbolenza da aria chiara o le onde orografiche) sono difficili da evitare, soprattutto se l'aeromobile in questione è il primo velivolo ad incontrare il fenomeno in una determinata area in un determinato momento.

Uno degli episodi più famosi di disastro aereo attribuito ad un errore del pilota è stato lo schianto del volo Eastern Air Lines 401 avvenuto il 29 dicembre 1972 vicino a Miami, in Florida. Il pilota, il co-pilota e l'ingegnere di volo erano concentrati su un allarme che segnalava un problema al carrello d'atterraggio e non si resero conto che il pulsante del pilota automatico era stato involontariamente urtato da uno dei membri dell'equipaggio modificando il tipo di volo da "lineare" a "discendente". Nessuno si accorse che l'aereo continuava a perdere quota fino a quando si schiantò contro il terreno nelle Everglades, causando la morte di 101 dei 176 fra passeggeri e membri dell'equipaggio. La successiva relazione del National Transportation Safety Board (NTSB) incolpò l'equipaggio di non esser stato in grado di monitorare gli strumenti del velivolo in modo corretto[1]. Questo incidente è ora spesso usato come caso di studio nei corsi di preparazione per gli equipaggi e i controllori del traffico aereo.

Imputare ad un errore del pilota la causa di un incidente aereo è spesso oggetto di controversie. Ad esempio, l'NTSB ha dichiarato che lo schianto del volo American Airlines 587 è dovuto al cedimento del timone, causato da "inutili ed eccessivi utilizzi del pedale del timone"[2] da parte del co-pilota, il quale era ai comandi al momento dell'incidente. Gli avvocati del co-pilota, rimasto ucciso nello schianto, hanno sostenuto che i piloti di American Airlines "non erano stati adeguatamente istruiti in merito all'eccessivo uso del pedale del timone". Gli avvocati hanno inoltre sostenuto che la rottura del timone è stata causata da un difetto di progettazione degli Airbus A300 e che le azioni del co-pilota non avrebbero dovuto causare la rottura del timone, causando la caduta dell'aereo e la morte di 265 persone.

Accaduto nel 1994, lo schianto del volo Aeroflot 593 fu un disastro aereo causato da un errore del pilota indirettamente: infatti il comandante fece sedere ai comandi il figlio quindicenne che disattivò con una manovra eccessiva il pilota automatico con conseguenza lo schianto al suolo dell'Airbus A310 e la morte di tutti i suoi presenti. Anche in questo caso, il controllo aereo da parte di persona non qualificata nel settore può essere considerato errore del pilota.

Nel corso del 2004 negli Stati Uniti l'errore del pilota è stato indicato come la causa primaria del 78,6% degli incidenti mortali dell'aviazione generale e come la causa primaria del 75,5% degli incidenti di tutta l'aviazione.[3] Per i voli di linea, l'errore del pilota è la causa di poco più della metà degli incidenti con causa nota avvenuti in tutto il mondo.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) NTSB, Aircraft accident report Eastern Air Lines (PDF), su airdisaster.com, 14 giugno 1973. URL consultato il 15 febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2012).
  2. ^ (EN) NTSB, In-Flight Separation of Vertical Stabilizer American Airlines Flight 587 (PDF), su ntsb.gov, 26 ottobre 2004. URL consultato il 15 febbraio 2011.
  3. ^ 2005 Joseph T. Nall Report.
  4. ^ PlaneCrashInfo.com accident statistics.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Volo controllato nel suolo