McDonnell Douglas MD-11

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
McDonnell Douglas MD-11
N607FE@PEK (20191119153809).jpg
Un McDonnell Douglas MD-11F di FedEx Express
Descrizione
TipoAereo di linea
Aereo cargo
Equipaggio2 piloti +
gli assistenti di volo
ProgettistaStati Uniti McDonnell Douglas
CostruttoreStati Uniti McDonnell Douglas
Stati Uniti Boeing
Data primo volo10 gennaio 1990
Anni di produzione1988-2000
Data entrata in servizio20 dicembre 1990 con Finnair
Utilizzatori principali
(Novembre 2020)
Stati Uniti FedEx Express
59 esemplari
Stati Uniti UPS Airlines
39 esemplari
Stati Uniti Western Global Airlines
14 esemplari
Utilizzatori storiciStati Uniti FedEx Express
75 esemplari assoluti (1991-presente)
Stati Uniti UPS Airlines
40 esemplari assoluti (2001-presente)
Esemplari200[1]
Costo unitario132,0-147,5 milioni di $ (1999)[2]
Sviluppato dalMcDonnell Douglas DC-10
Dimensioni e pesi
MD11v1.0.png
Tavole prospettiche
Lunghezza61,20 m (con motori PW)
61,60 m (con motori GE)
Apertura alare51,97 m
Diametro fusoliera6,00 m
Freccia alare35°
Altezza17,60 m
Superficie alare338,9
Peso a vuoto128 808 kg
Peso carico274 655 kg
Peso max al decollo273 294 kg
PasseggeriFino a 410
Capacità combustibile146 173 L
Propulsione
Motore3 turboventola:
Spinta
  • 237-276 kN
  • 227-276 kN
Prestazioni
Velocità max0,88 Mach (1 086,62 km/h)
Velocità di crociera0,83 Mach (1 024,88 km/h)
Autonomia11 500 km (6 200 nmi)
Tangenza12 800 m (42 000 ft)
NoteDati tecnici riferiti alla versione base MD-11

Dati estratti da MD11-boeing.com

voci di aerei civili presenti su Wikipedia
Un MD-11 di Finnair.
Un MD-11CF di Martinair.
Un MD-11F di Alitalia Cargo.

Il McDonnell Douglas MD-11 è un aereo di linea trimotore a getto ad ala bassa prodotto dall'azienda statunitense McDonnell Douglas ed utilizzato su rotte di lungo raggio. A novembre 2014 non risultavano più in servizio di linea MD-11 per il trasporto di passeggeri, dopo l'abbandono anche da parte di KLM in vista del suo programma di rinnovo della flotta, mentre viene largamente impiegato nei servizi cargo.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

La McDonnell Douglas, oggi confluita nella Boeing, sviluppò l'MD-11 per sostituire il suo aereo di linea per le rotte medio-lunghe DC-10, oramai giunto a fine carriera; rispetto al DC-10, l'MD-11 ha una fusoliera più lunga, una cabina di pilotaggio digitale, dei motori più potenti e le winglet. L'MD-11 fu presentato nel giugno del 1985 durante il Salone internazionale dell'aeronautica e dello spazio di Parigi-Le Bourget; venne lanciato ufficialmente il 30 dicembre 1986.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Prodotto dagli anni novanta è caratterizzato da una struttura a fusoliera larga (wide-body), dall'adozione di alette d'estremità (winglet) e dal caratteristico impennaggio nel quale l'elemento verticale integra la gondola del motore numero due.

Il prototipo dell'MD-11 effettuò il suo primo volo il 10 gennaio 1990 e la sua entrata in servizio avvenne con la compagnia Finnair il 20 dicembre 1990. Sono stati consegnati 200 esemplari di MD-11 in diverse varianti; la produzione è oramai cessata e l'ultima consegna fatta è stato un MD-11F per la compagnia Lufthansa cargo il 22 febbraio 2001.

La versione passeggeri dell'MD-11 poteva trasportare fino a 410 passeggeri in una sola classe, 323 in due classi e 293 in tre classi di viaggio.
Molti MD-11 nella versione passeggeri sono stati convertiti in aerei cargo, la maggior parte di questi presso gli stabilimenti Alenia Aeronavali di Venezia e di Napoli, tra i pochi al mondo a fare questo tipo di conversioni.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

L'MD-11 è stato oggetto di 16 incidenti/inconvenienti, dei quali 8 hanno portato alla distruzione dell'aereo e 6 hanno avuto vittime umane[3]:

Incidenti[3]
data tipo reg. operatore vittime luogo cat.
07-DEC-1992 MD-11 B-150 China Airlines 0 vicino Kushimoto Giappone A2
06-APR-1993 MD-11 B-2171 China Eastern 2 vicino Shemya Stati Uniti A2
31-JUL-1997 MD-11F N611FE FedEx 0 Newark Stati Uniti A1
02-SEP-1998 MD-11 HB-IWF Swissair 229 vicino Peggys Cove Canada A1
11-SEP-1998 MD-11 B-2173 China Eastern 0 Shanghai Cina A2
15-APR-1999 MD-11 HL7373 Korean Air 3+ 5 vicino Shanghai Cina A1
22-AUG-1999 MD-11 B-150 China Airlines 3 Hong Kong Cina A1
17-OCT-1999 MD-11F N581FE FedEx 0 Subic Bay Filippine A1
20-NOV-2001 MD-11 B-16101 EVA Air 0 Taipei Taiwan A2
14-JAN-2003 MD-11C I-DUPA Alitalia 0 New York Stati Uniti I2
07-JUN-2005 MD-11F N250UP UPS 0 Louisville Stati Uniti A2
23-MAR-2009 MD-11F N526FE FedEx 2 Tokyo Giappone A1
13-SEP-2009 MD-11F D-ALCO Lufthansa Cargo 0 Mexico City Messico A2
20-OCT-2009 MD-11F N701GC Centurion Air Cargo 0 Montevideo Uruguay A2
28-NOV-2009 MD-11F Z-BAV Avient Aviation 3 Shanghai Cina A1
27-JUL-2010 MD-11F D-ALCQ Lufthansa Cargo 0 Riyadh Arabia Saudita A1
LEGENDA:
A=accident/incidente; I=incident/inconveniente;
1=hull-loss/perso completamente; 2=repairable damage/danno riparabile

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

MD-11

È la variante passeggeri prodotta dal 1988 al 1998. È stata la prima versione in offerta al lancio dell'aereo nel 1986; ne sono stati costruiti 131 esemplari e sono stati consegnati ad American Airlines (19), Delta Air Lines (17), Swissair (16), Japan Airlines (10); KLM (10); e altre compagnie con meno aeromobili.[4]

MD-11C

La Combi era la terza variante in offerta al lancio nel 1986 ed è stata progettata per ospitare sia passeggeri che merci sul ponte principale; presenta un vano di carico posteriore per un massimo di dieci pallet, ciascuno dei quali misura 2,2 m × 3,2 m o 2,4 m × 3,2 m. Il vano di carico del ponte principale è accessibile da un grande portellone sul lato sinistro che misura 4,1 m × 2,6 m. Il volume di carico del ponte principale è di 308,8 . Altre merci possono essere trasportate anche in compartimenti sottocoperta. L'MD-11C può anche essere configurato come aereo passeggeri. Tutti i cinque esemplari sono stati fabbricati tra il 1991 e il 1992 e consegnati ad Alitalia, unico cliente di questa versione.[4] Nel 2005 e nel 2006 la compagnia aerea li ha convertiti in configurazioni full-cargo per essere operati dalla divisione cargo. In seguito alla chiusura di tale divisione, i cinque aeromobili sono stati restituiti al locatore nel gennaio 2009.[5]

MD-11CF

La variante Convertible Freighter è stata lanciata nel 1991 dopo ordini da parte di Martinair per tre esemplari più due opzionali. L'MD-11CF è dotato di un ampio portellone nella parte anteriore del lato sinistro misurante 3,6 m × 2,6 m; questa versione può essere utilizzata in una configurazione full passeggeri o full cargo. In qualità di cargo, può trasportare 26 pallet delle stesse dimensioni (2,2 m × 3,2 m o 2,4 m × 3,2 m), come per l'MD-11C e l'MD-11F, per un volume di carico del ponte principale di 410,8  e offre un carico utile massimo di 89325 kg. Tutti e sei gli MD-11CF sono stati consegnati a Martinair (4) e World Airways (2) nel 1995. I due esemplari di World Airways sono stati convertiti in configurazione full cargo nel 2002.[4]

MD-11ER

La versione Extended Range è stata lanciata al Singapore Air Show nel febbraio 1994.[6] L'MD-11ER incorpora tutte le opzioni del Programma di miglioramento delle prestazioni (PIP), compreso un peso massimo al decollo di 286000 kg e un serbatoio di carburante aggiuntivo di 11000 L nella stiva di carico anteriore in modo da offrire un'autonomia di 7 240 miglia nautiche (13 410 km), con un aumento di 400 miglia nautiche (740 km) rispetto alla variante passeggeri standard. Gli MD-11ER sono stati consegnati tra il 1995 e il 1997 a Garuda Indonesia (3) e World Airways (2). A febbraio 2007, un MD-11ER di Finnair è stato convertito in versione MD-11 con la rimozione del serbatoio del carburante aggiuntivo.[4]

MD-11F

La versione cargo era la seconda variante offerta al lancio nel 1986 ed è stata l'ultima in produzione (1988-2000). L'aereo full-cargo presenta lo stesso portellone sul lato sinistro anteriore 3,6 m × 2,6 m dell'MD-11CF, un volume del ponte principale di 440 , un carico utile massimo di 90787 kg e può trasportare 26 pallet delle stesse dimensioni di 2,2 m × 3,2 m o2,4 m × 3,2 m come per l'MD-11C e l'MD- 11CF. L'MD-11F è stato consegnato tra il 1991 e il 2001 a FedEx Express (22), Lufthansa Cargo (14) e altre compagnie aeree con meno aeromobili.[4]

MD-11 Boeing Converted Freighter (BCF)

È la versione offerta da Boeing e il suo gruppo di affiliate internazionali che si occupano di convertire esemplari versione passeggeri in versione full cargo.[7]

Dati tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Specifiche tecniche[8][9][10][11][12]
Dati MD-11 MD-11ER MD-11CF MD-11C MD-11F
Codice ICAO MD11
Codice IATA M11 M1M M1F
Equipaggio in cabina di pilotaggio 2 piloti
Capacità massima passeggeri 410 290 Cargo
Lunghezza totale 61,20 m (con motori PW) - 61,60 m m (con motori GE)
Diametro cabina 5,20 m
Diametro fusoliera 6,00 m
Larghezza piano orizzontale 18,00 m
Apertura alare 51,97 m
Superficie alare 338,9
Freccia alare 35°
Altezza fusoliera 8,69 m
Altezza totale 17,60 m
Passo 24,60 m
Peso operativo a vuoto (OEW) 128 808 kg 132 049 kg 130 768 kg 128 808 kg 112 748 kg
Peso massimo senza carburante (MZFW) 181 440 kg 204 710 kg 195 048 kg 204 710 kg
Peso massimo durante il rullaggio (MTW) 274 655 kg 287 122 kg 274 655 kg
Peso massimo al decollo (MTOW) 273 294 kg 285 988 kg 273 294 kg
Peso massimo all'atterraggio (MLW) 195 048 kg 213 872 kg 207 749 kg 213 872 kg
Carico utile massimo 52 632 kg 49 391 kg 73 942 kg 66 549 kg 91 962 kg
Capacità cargo 157,6 149,7 602,3 259,2 609,7
Capacità massima carburante 146 173 L 157 529 L 146 173 L
Velocità di crociera 0,83 Mach (1 024,88 km/h)
Velocità massima 0,88 Mach (1 086,62 km/h)
Autonomia 6 200 nmi
11 500 km
7 240 nmi
13 410 km
8 050 nmi
14 908 km
7 550 nmi
13 982 km
8 200 nmi
15 186 km
Quota di tangenza 42 000 ft (12 800 m)
Motori (x3) GE CF6-80C2
PW4462
Spinta (x3) 237-276 kN
227-276 kN

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Utilizzatori del McDonnell Douglas MD-11.

L'ultimo volo passeggeri commerciale è stato effettuato il 26 ottobre 2014 da parte di KLM, da Montréal, Canada, ad Amsterdam, Paesi Bassi.[13]

Al 30 novembre 2020, dei 200 esemplari prodotti, 118 sono operativi (59,00%). Il McDonnell Douglas MD-11 non è più in produzione, tutti i velivoli ordinati sono stati consegnati.

Gli utilizzatori sono[14][15]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Md-11 Model Summary Through June 2009, su active.boeing.com. URL consultato l'8 luglio 2009.
  2. ^ (EN) Forecast International, Boeing MD-11 - Archived 4/2003, su forecastinternational.com.
  3. ^ a b ASN Aviation Safety Database McDonnell Douglas MD-11, su aviation-safety.net. URL consultato il 4 agosto 2010.
  4. ^ a b c d e Arthur Steffen, McDonnell Douglas MD-11: A Long Beach Swansong, Midland, 2002, ISBN 1857801172.
  5. ^ (EN) Air France-KLM buys into streamlined Alitalia, su Air Cargo News, 14 gennaio 2009. URL consultato il 13 agosto 2020.
  6. ^ (EN) McDonnell-Douglas MD-11, su www.pilotfriend.com. URL consultato il 13 agosto 2020.
  7. ^ (EN) Boeing: World's First 767-300 Boeing Converted Freighter Goes to ANA, su web.archive.org, 22 giugno 2008. URL consultato il 13 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2008).
  8. ^ (EN) Boeing, MD-11 AIRPLANE CHARACTERISTICS FOR AIRPORT PLANNING OCTOBER 1990 (PDF), su boeing.com.
  9. ^ (EN) EASA, MD-11 TYPE-CERTIFICATE DATA SHEET (PDF), su easa.europa.eu.
  10. ^ (EN) EASA, GE CF6 TYPE-CERTIFICATE DATA SHEET (PDF), su rgl.faa.gov.
  11. ^ (EN) EASA, PW4000 TYPE-CERTIFICATE DATA SHEET (PDF), su easa.europa.eu.
  12. ^ (EN) Aircrafts codes, su avcodes.co.uk.
  13. ^ (EN) KLM Operates Last MD-11 Passenger Flight, su KLM Operates Last MD-11 Passenger Flight. URL consultato il 9 aprile 2020.
  14. ^ (EN) McDonnell Douglas MD-11 Production List, su www.planespotters.net. URL consultato il 10 aprile 2020.
  15. ^ (EN) McDonnell Douglas MD-11 Operators, su www.planespotters.net. URL consultato il 18 aprile 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) 'Flying' the MD-11, in Flight International, Sutton, Surrey - UK, Reed Business Information Ltd., 21 febbraio 1990, pp. 34-8. URL consultato il 13 febbraio 2013.
  • (EN) Masterfully Digital 11, in Flight International, Sutton, Surrey - UK, Reed Business Information Ltd., 24 ottobre 1990, pp. 24-9. URL consultato il 24 febbraio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Aerei comparabili per ruolo, configurazione ed epoca

Altro

Principali incidenti

Sviluppo correlato

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2001007774